Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

I misteri di Parigi

By Eugène Sue

(319)

| Paperback | 9788817014625

Like I misteri di Parigi ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Né l'editore né lo stesso autore si attendevano, all'uscita de "I misteri di Parigi", lo sconvolgente successo che tutta la Francia - e poi tutta l'Europa - tributarono a Eugène Sue, che aveva ambientato negli inferi pa Continue

Né l'editore né lo stesso autore si attendevano, all'uscita de "I misteri di Parigi", lo sconvolgente successo che tutta la Francia - e poi tutta l'Europa - tributarono a Eugène Sue, che aveva ambientato negli inferi parigini un romanzo d'appendice: era invece un thriller ante litteram. Qualunque lettore si appassiona irresistibilmente alle gesta del principe Rodolphe di Gerolstein che cerca sua figlia Fleur-de-Marie. Da un tale successo il "genere popolare" s'impose nella cultura e dell'editoria del tempo, e scrittori come Balzac, Hugo e Dumas affidarono a questo genere i loro libri.

23 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    L'ho amato. E dopo anni, leggendo "On the road" di Kerouac scopro che il protagonista ne porta una copia con se in uno dei suoi viaggi! Bellissimo!!!

    Is this helpful?

    Clara Firrincieli said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Le origini dei grandi capolavori

    Rodolfo, il protagonista, racchiude l'animo buono di Jean Valjean e il desiderio di giustizia di Edmond Dantes. Sembra evidente come i grandi capolavori, quali "I Miserabili" e "Il conte di Montecristo", abbiano tratto ispirazione da questa incantevo ...(continue)

    Rodolfo, il protagonista, racchiude l'animo buono di Jean Valjean e il desiderio di giustizia di Edmond Dantes. Sembra evidente come i grandi capolavori, quali "I Miserabili" e "Il conte di Montecristo", abbiano tratto ispirazione da questa incantevole storia, perfezionandola e arricchendola. Eugenie Sue, diciamola tutta, manca del tocco descrittivo di Hugo ed è carente dello spirito ironico e accattivante di Dumas. Non possiamo fargliene una colpa. Nonostante ciò si legge molto scorrevolmente, al punto che le cose sembrano andare anche troppo di fretta.

    Is this helpful?

    ♥ Lαdч Simч ♥ said on Feb 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Che due palle

    Il vero mistero è come ho fatto a leggere fino alla fine questo libro.

    Is this helpful?

    Antonio said on Nov 19, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'ho amato. E dopo anni, leggendo "On the road" di Kerouac scopro che il protagonista ne porta una copia con se in uno dei suoi viaggi! Bellissimo!!!

    Is this helpful?

    Clara Firrincieli said on Aug 2, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Poco misterioso

    Sembra un copia e incolla di altri romanzi ottocenteschi, prolisso ed estremamente prevedibile.

    Is this helpful?

    Agnese Amato said on Feb 28, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    I misteri...

    L'ho scoperto grazie alla prefazione di Eco del "Conte di Montecristo" della Rizzoli, e del resto lo scrittore italiano ne aveva fatto riferimento anche presentando il suo ottimo "Cimitero di Praga". Inoltre ho letto recensioni che lo definivano il l ...(continue)

    L'ho scoperto grazie alla prefazione di Eco del "Conte di Montecristo" della Rizzoli, e del resto lo scrittore italiano ne aveva fatto riferimento anche presentando il suo ottimo "Cimitero di Praga". Inoltre ho letto recensioni che lo definivano il libro da cui Hugo ha preso spunto per i "Miserabili", capolavoro gigantesco del buon vecchio rivoluzionario francese.
    Risultato: bellissimo.
    I "misteri" prendono delicatamente il lettore e lo trasportano in un altro mondo, affascinante e terribile ad un tempo, la Parigi degli anni '30/'40 dell'Ottocento.
    Si narrano le gesta del "superuomo di massa", Rodolphe di Gerolstein, nobile principe di famiglia tedesca trasferitosi a Parigi. Non solo: decine di altre storie si intrecciano, convergono o divergono, con i personaggi che appaiono, scompaiano e ricompaiano, travolti dagli eventi che loro stéssi hanno provocato, o hanno mestamente subìto.
    Rodolphe è sicuramente il "prototipo" di Edmond Dantes, il "Conte di Montecristo", il feuilleton par excellance. Se vi è piaciuto il "Conte", probabilmente amerete i "Misteri".
    Rodolphe è un uomo in missione: una missione di ricerca. Spetta a voi scoprire di cosa. Fidatevi: ne vale la pena.

    Is this helpful?

    Don Blasco said on Feb 3, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book