Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I più grandi eventi meteorologici della storia

Di

Editore: Alpha Test

2.8
(13)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 141 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8848303390 | Isbn-13: 9788848303392 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Education & Teaching , History , Science & Nature

Ti piace I più grandi eventi meteorologici della storia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    La prima parte del libro è meno scorrevole, il resto diventa più interessante.
    In particolare mi è piaciuto il modo in cui alcuni eventi storici vengono parzialmente spiegati prestando attenzione a come i fenomeni meteorologici abbiano influito nell'evoluzione storica.
    Per gli appassi ...continua

    La prima parte del libro è meno scorrevole, il resto diventa più interessante.
    In particolare mi è piaciuto il modo in cui alcuni eventi storici vengono parzialmente spiegati prestando attenzione a come i fenomeni meteorologici abbiano influito nell'evoluzione storica.
    Per gli appassionati della Statistica, il testo è ricco di dati e andamenti (un po' pesanti per i non appassionati, in tutta sincerità).
    Nel complesso direi che come lettura vale la pena...

    ha scritto il 

  • 3

    Insomma...

    Un po' pedante, è un elenco di episodi catastrofici. Troppo pretendere di ficcare nelle stesse poche pagine la desertificazione del Sahel, le piaghe d'Egitto, Firenze e il Polesine. Si ha la sgradevole sensazione di superficialità.

    ha scritto il 

  • 2

    Preso in edicola come libro di Focus Storia.
    Semplice, superficiale, giusto se uno non si ricorda cos'è accaduto a Santorini e in che anno o se a Waterlooo avesse o meno piovuto.

    Meglio di un dito nell'occhio.

    ha scritto il