I pilastri della terra

Di

Editore: A. Mondadori (Omnibus)

4.3
(17720)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 1030 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Catalano , Francese , Svedese , Polacco , Olandese , Ceco , Portoghese

Isbn-10: 8804329432 | Isbn-13: 9788804329435 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Roberta Rambelli

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , eBook

Genere: Arte, Architettura & Fotografia , Narrativa & Letteratura , Storia

Ti piace I pilastri della terra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'intrigante storia della costruzione della cattedrale di Kingsbridge e dei suoi romantici personaggi Il tutto ambientato in un ottimo resoconto dell'Inghilterra medioevale, precisamente tra il 1123 e il 1174.

Per chi fosse interessato nel 2007 è uscito "Mondo senza fine", seguito ideale de I pilastri della Terra, che riprende le vicende di Kingsbridge due secoli dopo.

Ordina per
  • 4

    ...maratona nel medio evo..!!

    Non posso che confermare che è un capolavoro..
    Mi sono approcciata a questo libro con grande rispetto e con un leggera paura di non riuscire a seguire tutte le vicende storiche, ma cosi non è stato e ...continua

    Non posso che confermare che è un capolavoro..
    Mi sono approcciata a questo libro con grande rispetto e con un leggera paura di non riuscire a seguire tutte le vicende storiche, ma cosi non è stato e il merito è di
    Ken Follett, che mi ha accompagnato e ha avuto la capacità di farmi amare tutti i vari personaggi, che si alternano durante tutto il libro.
    Siamo in Inghilterra, all'inizio del 1100, dove attraverso le vicissitudine di diversi personaggi impariamo a conoscere le problematiche di quell'epoca..Per cui battaglie per la conquista di potere, invidie, complotti, soprusi,violenze e per finire infiniti intrighi tra Monarchia e Chiesa.
    Il tutto vissuto sulla pelle di diversi personaggi, i quali bene o male ruotano intorno al priorato di Kingsbridge e alla costruzione della famosa cattedrale..
    Di questo libro ho amato soprattutto il ruolo che Ken Follett ha dato alle donne. Ne esce un immagine di donne forti e decise che anche in quel periodo di stenti sapevano tirare fuori le loro doti e farsi valere, mi riferisco ad Ellen e alla sua capacità di vivere da sola nella foresta..
    Aliena, eroina femminile di questo libro,che ha saputo riscattare una violenza subita uscendone a testa alta e con dignità.

    Tratto dal libro:
    "Aliena sentiva l'infelicità di Jack. Lo adorava. Nessuno sapeva quanto l'amava. L'amava perchè l'aveva riportata alla vita. Avrebbe passato tutta la vita nell'ignoranza delle gioie e delle sofferenze se Jack non fosse sopraggiunto nella radura segreta e non le avesse raccontato le sue storie e i suoi poemi e non l'avesse baciata lievemente e non avesse destato a poco a poco l'amore sopito dentro di lei."

    Jack e Aliena si sono innamorati grazie alla lettura, in quell'epoca pochi sapevano leggere e scrivere...Ho sorriso nel leggere quale grande poter può avere la lettura,
    di quanto un libro possa avvicinare....
    Per finire, volevo solo aggiungere che ho avuto un'unica difficoltà con questo libro.....le tante pagine...Credo che 300 pagine in meno non avrebbero rovinato il libro, anzi......gli avrei dato la quinta stellina mancante...
    È un libro che si deve leggere..

    ha scritto il 

  • 5

    Finalmente un romanzo storico degno di essere chiamato tale!
    Come tutti i romanzi storici risulta lungo e difficile per chi non ama il genere o manca di costanza: è necessario seguire le vicissitudini ...continua

    Finalmente un romanzo storico degno di essere chiamato tale!
    Come tutti i romanzi storici risulta lungo e difficile per chi non ama il genere o manca di costanza: è necessario seguire le vicissitudini dei personaggi per quasi 1000 pagine.
    Ma Follett rende accuratamente il periodo storico, ci fa vivere l'epoca. I personaggi hanno il loro personale sviluppo nella storia e si mescolano tra loro, reali e fittizi.
    Interessante anche il messaggio di fondo che viene palesato nella parte finale, ma fa da filo conduttore a tutto il romanzo.

    ha scritto il 

  • 2

    Mi sono trascinata fino alla conclusione di questo libro con la speranza che ogni nuova disavventura fosse l'ultima; Propp sarebbe contento di tutti gli ostacoli posti sulla strada dei protagonisti de ...continua

    Mi sono trascinata fino alla conclusione di questo libro con la speranza che ogni nuova disavventura fosse l'ultima; Propp sarebbe contento di tutti gli ostacoli posti sulla strada dei protagonisti del romanzo, tuttavia la questione diventa quasi un po' stancante e penso che si sarebbe potuto concludere ben molte pagine prima senza che la storia perdesse d'interesse.
    Bello l'inserimento di personaggi realmente esistiti e il modellarsi di alcuni eventi storici sulle dinamiche del romanzo.

    ha scritto il 

  • 3

    La mole del romanzo è equivalente a quella della cattedrale della quale si racconta la costruzione: personalmente preferisco "l'arte del cavare", e in questo caso qualche centinaio di pagine in meno.
    ...continua

    La mole del romanzo è equivalente a quella della cattedrale della quale si racconta la costruzione: personalmente preferisco "l'arte del cavare", e in questo caso qualche centinaio di pagine in meno.
    In ogni caso buon libro, da leggere con facilità prima di addormentarsi.

    ha scritto il 

  • 4

    Trovo sia un libro che ti trascina, se sei un vero amante del medioevo in tutte le sue sfumature. Cavalieri, armature, fortezze, olio bollente e clero corrotto. Il rischio altrimenti, è di trovarsi in ...continua

    Trovo sia un libro che ti trascina, se sei un vero amante del medioevo in tutte le sue sfumature. Cavalieri, armature, fortezze, olio bollente e clero corrotto. Il rischio altrimenti, è di trovarsi in sabbie mobili lunghe 900 pagine...un vero martirio per chi, come me, fatica ad abbandonare il libro. Per fortuna amo follemente questo periodo storico e il libro è filato via in un batter d'occhio. Che dire, solo per veri appassionati!

    ha scritto il 

  • 4

    4 stelle a questo romanzo. Credo di poter dire che "I pilastri della terra" sia uno dei più importanti e famosi romanzi storici degli ultimi decenni. La storia è molto avvincente e scritta molto bene. ...continua

    4 stelle a questo romanzo. Credo di poter dire che "I pilastri della terra" sia uno dei più importanti e famosi romanzi storici degli ultimi decenni. La storia è molto avvincente e scritta molto bene. Mi sono piaciute molto le descrizioni dei personaggi e del luogo e tempo storico in cui è ambientata la storia. Guardando sul web le foto dei personaggi che impersonificano la miniserie tratta dal romanzo, hanno proprio i lineamenti che avrei immaginato leggendo questo interminabile libro. Gli intrighi amorosi, le guerre civili, le carestie ed i lavori giornalieri descritti catapultano il lettore in questo periodo post medioevale, dove monarchia e chiesa la facevano da padrone. Consigliato nonostante le mille e oltre pagine.

    ha scritto il 

  • 4

    Ken Follett dimostra una totale padronanza della storia medievale in questo romanzo. La scrittura è dettagliata ma scorrevole. Le vicende ruotano tutte attorno alla costruzione di una meravigliosa cat ...continua

    Ken Follett dimostra una totale padronanza della storia medievale in questo romanzo. La scrittura è dettagliata ma scorrevole. Le vicende ruotano tutte attorno alla costruzione di una meravigliosa cattedrale e portano in scena personaggi diversi che rispecchiano ogni faccia del periodo storico: preti, mercanti, conti, cavalieri... Peccato che ci siano poche sfaccettature, una divisione ben troppo netta tra buoni e cattivi. Peccato anche per la ripetitività delle 1000 pagine: nonostante si susseguano molti fatti diversi l'uno dall'altro, lo schema di base è esattamente lo stesso (c'è una sfida che viene affrontata e vinta, poi se ne presenta un'altra ecc ecc). Se questo da una parte aiuta il lettore a conoscere sempre meglio i personaggi, alla lunga finisce per annoiare. In definitiva un ottimo romanzo storico, ma non perfetto.

    ha scritto il 

Ordina per