Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I primi tre minuti

L'affascinante storia dell'origine dell'universo

Di

Editore: Mondadori-De Agostini

4.0
(267)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 216 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Tedesco , Chi semplificata , Spagnolo , Francese

Isbn-10: A000043821 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Non-fiction , Da consultazione , Science & Nature

Ti piace I primi tre minuti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questo libro analizza sulle basi dei più recenti progressi della ricerca scientifica quale fu l'origine dell'universo, ricostruendo quello che presumibilmente successe nei primi tre minuti della sua storia. Risponde inoltre ad altri appassionanti interrogativi sulla sua attuale struttura e sulla sua fine remota.
Scritto in un linguaggio semplice e chiaro, è comprensibile ai profani ma non mancherà di interessare anche i più competenti.
Ordina per
  • 0

    È l'illustrazione del modello standard in modo diacronico, dei modi con cui nel corso del tempo, i primi minuti, l'universo si è venuto configurando. È molto chiaro e leggibile ma anche un pò datato. Mancano molte cose che dal '77 a oggi sono emerse e confermate, l'inflazione, altre particelle tr ...continua

    È l'illustrazione del modello standard in modo diacronico, dei modi con cui nel corso del tempo, i primi minuti, l'universo si è venuto configurando. È molto chiaro e leggibile ma anche un pò datato. Mancano molte cose che dal '77 a oggi sono emerse e confermate, l'inflazione, altre particelle tra cui il bosone che da massa, quello di Higgs. Mi risulta che Weinberg ne abbia fatta una versione più aggiornata alla fine degli anni '90 che non ho ritrovato.

    ha scritto il 

  • 3

    Fisica o Filosofia?

    Per leggere questo libro, per quanto si possa sforzare l'autore di renderlo comprensibile, ci vuole una buona infarinatura di fisica. Alcuni passaggi sono duri sebbene non utilizzi nemmeno una formula matematica. E' curioso leggere qualcosa datata 1977 epoca in cui molte attuali scoperte della fi ...continua

    Per leggere questo libro, per quanto si possa sforzare l'autore di renderlo comprensibile, ci vuole una buona infarinatura di fisica. Alcuni passaggi sono duri sebbene non utilizzi nemmeno una formula matematica. E' curioso leggere qualcosa datata 1977 epoca in cui molte attuali scoperte della fisica particellare non si conoscono ma vengono in qualche modo predette.
    Gli ultimi due capoversi del libro sono, però, stupendi. Così come l'autore ritorna agli albori dell'universo per comprenderne l'inizio, nella stessa maniera diventa poeta e filosofo come gli uomini all'inizio della storia della Scienza: un'unica mente riusciva a trattare di Fisica e Filosofia! Ma quanto sono distanti queste due dottrine?

    ha scritto il 

  • 2

    Deludente.

    Dalle premesse dell'autore mi aspettavo qualcosa di molto più comprensibile. Invece, molti passaggi sono complessi. Li ho più o meno compresi ma solo perché sono laureato in discipline scientifiche e non navigavo completamente al buio.

    ha scritto il 

  • 4

    I primi tre minuti (più o meno)

    Lo so, come hanno già scritto in molti questo saggio è per tanti aspetti superato, sostanzialmente perché, per limiti anagrafici, ignora i progressi compiuti in cosmologia teorica e osservativa negli ultimi 35 anni, che soprattutto in questo settore non sono affatto pochi.


    Ciò detto, I ...continua

    Lo so, come hanno già scritto in molti questo saggio è per tanti aspetti superato, sostanzialmente perché, per limiti anagrafici, ignora i progressi compiuti in cosmologia teorica e osservativa negli ultimi 35 anni, che soprattutto in questo settore non sono affatto pochi.

    Ciò detto, I primi tre minuti resta ancora un esempio ammirevole e raro di divulgazione scientifica: scritto con insolita precisione e rigore concettuale, spicca soprattutto per l'impegno appassionato da parte dell'autore, uno dei più brillanti ed autorevoli fisici viventi, nel convincere il lettore della bontà della ricostruzione delle prime fasi di "vita" del nostro universo, basandosi quasi esclusivamente su argomentazioni logiche, che non disdegnano un po' di matematica elementare e derivazioni euristiche, rinunciando dichiaratamente a quell'alone di adesione fideistica a cui invece ricorrono tanti autori con le loro espressioni pseudo-metaforiche e fuorvianti.
    È sempre bello e rassicurante vedere che si può fare, volendolo, divulgazione seria, senza cioè trattare il lettore di turno come un poveraccio che non potrà mai capire nulla dell'oggetto che dà il titolo al libro che sta (inutilmente) leggendo.

    ha scritto il