Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I quattro pilastri della saggezza

Di

Editore: Newton Compton (Tascabili Economici Newton. Centopaginemillelire, 23)

3.6
(171)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 93 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8879830899 | Isbn-13: 9788879830898 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: G. De Lorenzo , K.E. Neumann

Genere: Philosophy , Religion & Spirituality

Ti piace I quattro pilastri della saggezza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Piccola scelta dei discorsi di Siddhartha Gautama Buddha (VI-V sec. a. C.). Traduzione italiana dal canone in lingua pali, costituito dalla trascrizione dei discorsi tramandati oralmente fino al I sec. a. C. Può essere interessante per chi voglia conoscere lo stile originale, che ha una certo rit ...continua

    Piccola scelta dei discorsi di Siddhartha Gautama Buddha (VI-V sec. a. C.). Traduzione italiana dal canone in lingua pali, costituito dalla trascrizione dei discorsi tramandati oralmente fino al I sec. a. C. Può essere interessante per chi voglia conoscere lo stile originale, che ha una certo ritmo ma è anche un po' ripetitivo, con una sistematizzazione numerica che alla lunga fa un po' sorridere (i cinque tronchi dell'attaccamento, i sette risvegli, le quattro sante verità, il santo sentiero ottopartito, le sei specie di coscienza, i quattro gradi della contemplazione, ecc.). Azzardo una sintesi dell'insegnamento: praticare la moderazione e raggiungere il distacco, per superare il dolore e conseguire un modo di vivere che porta bene presente e bene futuro.

    ha scritto il 

  • 4

    4 pilastri e ricordati... ke devi soffrire

    nascità è dolore... vecchiezza è dolore... malattia è dolore... morire è dolore... non ottenere quello che si brama è dolore... i 5 elementi delll'attaccamento alla vita sono dolore...


    stampellatibenne in fronte che il successo dell'impresa non ti garantisce la felicità, pavese dixit, pave ...continua

    nascità è dolore... vecchiezza è dolore... malattia è dolore... morire è dolore... non ottenere quello che si brama è dolore... i 5 elementi delll'attaccamento alla vita sono dolore...

    stampellatibenne in fronte che il successo dell'impresa non ti garantisce la felicità, pavese dixit, pavese banged il suo testolino, a ragione

    ha scritto il 

  • 4

    "...sei il monaco avesse visto un corpo giacente al cimitero, un giorno dopo la morte, o due o tre giorni dopo la morte, gonfio, illividito, passato in putrefazione, egli trae su se stesso la conclusione: anche il mio corpo è fatto così, diventerà ciò, non può sfuggire a ciò"


    "...le quatt ...continua

    "...sei il monaco avesse visto un corpo giacente al cimitero, un giorno dopo la morte, o due o tre giorni dopo la morte, gonfio, illividito, passato in putrefazione, egli trae su se stesso la conclusione: anche il mio corpo è fatto così, diventerà ciò, non può sfuggire a ciò"

    "...le quattro sante verità...il dolore...l'origine del dolore...l'annientamento del dolore...la via che porta all'annientamento del dolore..."

    "...il sentiero ottopartito, cioè: retta cognizione, retta intenzione, retta parola, retta azione, retta vita, retto sforzo, retto sapere, retto raccoglimento."

    "Quattro specie di modi di vivere vi sono, voi monaci: quali quattro? Il modo di vivere, che porta bene presente e male futuro; il modo di vivere, che porta male presente e male futuro; il modo di vivere, che porta male presente e bene futuro; ed il modo di vivere che porta bene presente come bene futuro."

    ha scritto il 

  • 3

    Ora, ci sono le cose che fanno male adesso e anche dopo e uno deve essere idiota per farle. Poi ci sono quelle che fanno bene adesso e male dopo e magari dopo tanto sei morto, così forse puoi anche farle senza grossi patemi.
    Quelle che fanno bene prima e poi non devi neanche starci su a pens ...continua

    Ora, ci sono le cose che fanno male adesso e anche dopo e uno deve essere idiota per farle. Poi ci sono quelle che fanno bene adesso e male dopo e magari dopo tanto sei morto, così forse puoi anche farle senza grossi patemi.
    Quelle che fanno bene prima e poi non devi neanche starci su a pensare.
    Le ultime, mio nonno mi diceva di fare il sacrifizio per ottenere il benefizio. Sono indubbiamente quelle che fanno male adesso per far bene in seguito. Sono le più scoccianti e al momento non me ne viene in mente nessuna. Aspetta. Forse studiare al posto di andare nel paese dei balocchi a farsi crescere le orecchie da asino?

    ha scritto il