I ragazzi che amavano il vento

Testo inglese a fronte

Voto medio di 136
| 28 contributi totali di cui 19 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il libro è diviso in due parti. La prima è un vero e proprio romanzo breveche racconta il segmento italiano della vita dei tre poeti; la seconda èun'antologia che ripercorre i motivi che hanno ispirato la scelta italiana:la luce, l'acqua, l'aria, ... Continua
Ha scritto il 22/03/17
Il libro mi è piaciuto, l'introduzione è interessante, la traduzione delle poesie secondo me è buona. Avrei preferito trovare più testi dei tre poeti e magari qualche nota che li spiegasse meglio. In conclusione, adatto per avvicinarsi alle loro ..." Continua...
Ha scritto il 16/07/14
Posso dire la poesia qua e' immensa, l'introduzione dignitosa, ma con la traduzione proprio non ci siamo...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 20/09/13
Con questa raccolta mi sono avvicinata per la prima volta a questi tre autori.L'introduzione merita di essere letta; non solo è utile per chi, come me, si appresta a conoscere gli autori, ma è anche piacevole alla lettura - a vederla in negativo, ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 10/03/13
Avrei dato cinque stelline, in virtù del fatto che conosco bene Keats, abbastanza bene Shelley, e quello che ho visto di Byron mi ha esaltato. Voto pieno anche alla bella introduzione di Roberto Mussapi, su cui ammetto di essermi anche commossa, e ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 10/12/11
La Liguria, Pisa, Venezia... i tre poeti romantici inglesi accomunati da un rapporto privilegiato con l'Italia. Una selezione di opere che tiene conto di questo tratto comune, da tenere sempre a portata di mano!

Ha scritto il Sep 20, 2013, 20:40
"Beauty is truth, truth beauty," - that is all
Ye know on earth, and all ye need to know.
Pag. 76
  • 1 commento
Ha scritto il Jul 10, 2010, 00:01
[...] è cosa seria l'immaterialismo,
altro è pensare l'anima immortale,
altro invitarla a cena o a un tête à tête.

{"Don Juan", Canto XVI - George Gordon Byron}
Pag. 113
Ha scritto il Jul 09, 2010, 23:56
[...] Era l'ora del fresco, quando il discorosso del sole affonda nell'azzurrodella collina, unico confineche cinge la natura muta e immotacol semicerchio dei monti da un latoe dall'altro lo scenario del mareprofondo e freddo e calmo, e il cielo ... Continua...
Pag. 107
Ha scritto il Jul 09, 2010, 23:51
O soave che balsamo soffondialla quieta mezzanotte, e serricon attente e benevole le ditagli occhi nostri del buio compiaciuti,protetti dalla luce, avvolti d'ombranel ricovero di un divino oblio.O dolcissimo sonno! Se ti piacechiudi a metà di ... Continua...
Pag. 79
Ha scritto il Jul 09, 2010, 23:50
Tu della quiete ancora inviolata sposa,alunna del silenzio e del tempo tardivo,narratrice silvestre che un raccontofiorito puoi così più che la nostrarima dolcemente dire,quale leggenda adorna d'aeree fronde si posaintorno alla tua forma?Di ... Continua...
Pag. 75

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi