I ragazzi di Anansi

Voto medio di 2278
| 259 contributi totali di cui 213 recensioni , 46 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quando il papà di "Ciccio Charlie" dava un nomignolo a qualcosa, quel nomignolo rimaneva. Come quando chiamò Ciccio Charlie "Ciccio Charlie", appunto. Anche adesso, vent'anni dopo Charlie Nancy non riesce a liberarsi di questo fastidioso appellativo, ...Continua
Flaster
Ha scritto il 07/12/18
Riletto velocemente, nell'attesa della seconda stagione di American Gods ho rifatto un giretto nel mondo di Gaiman, Anansi e le sue storie sono il tema portante, leggero perché così sono le storie di Anansi, scorrevole e divertente. Lo consiglio però...Continua
Nemseck
Ha scritto il 19/11/18
Riporre fiducia e non pentirsene, riuscendo anche a ritrovare dei plettri
Per riprenderti dalla lettura di un libro che ti ha deluso, nel più classico dei meccanismi del "chiodo scaccia chiodo" - style, non puoi far altro che cercare di affidarti alla sicurezza di un qualcosa che non ti deluderà. E allora anche se di Nei G...Continua
hyacinthgirl
Ha scritto il 24/08/18

neil gaiman è un maestro, con la sua ironia british e le sue pazze idee su divinità e antropologia. avevo proprio voglia di un libro così.

Vale
Ha scritto il 11/09/17
I ragazzi di Anansi

Figli di un dio se la cavano abbastanza bene

CorvoRosso
Ha scritto il 10/09/17
All'altezza (quasi) del fratello maggiore American Gods
Indubbiamente urban fantasy, anche se la componente fantasy è a mio avviso molto risicata, almeno per buona parte del testo. Già perché per oltre metà del testo la vita dei protagonisti scorre più o meno tranquilla, certo il fratello di Ciccio Charli...Continua

Tibbi
Ha scritto il Mar 15, 2012, 02:43
Ecco, in sintesi, il punto:suo padre era imbarazzante. E' ovvio che tutti i genitori lo sono.E' una questione territoriale. La natura dei genitori consiste nell'imbarazzare i figli per il fatto di esistere, così come la natura dei figli di una certa...Continua
Pag. 12
Tibbi
Ha scritto il Mar 15, 2012, 02:42
Lo sai come funziona. Apri un libro, leggi la dedica e scopri che ancora una volta l'autore l'ha dedicato a qualcun altro. Questa volta è diverso. Perché non ci siamo ancora incontrati oppure la nostra è soltanto una conoscenza superficiale, o siamo...Continua
Pag. 7
Tibbi
Ha scritto il Mar 15, 2012, 02:34
Il mondo è piccolo. Non è necessario viverci a lungo per impararlo. Esiste una teoria secondo la quale in tutto il mondo ci sono soltanto cinquecento persone vere (il cast, diciamo. Gli altri, secondo la teoria, sono comparse) e ciò che più conta è c...Continua
Pag. 267
Tibbi
Ha scritto il Jan 05, 2012, 01:42
Si stavano baciando. Detto così siete scusati per aver pensato che fosse un bacio normale,tutto labbra e pelle e magari persino un po' di lingua. Ma vi siete persi il sorriso di Ragno,la luce nei suoi occhi. E poi,quando il bacio finì,il modo in cui...Continua
Pag. 337
Tibbi
Ha scritto il Jan 05, 2012, 01:39
Essere morti,probabilmente,era un po' come essere vivi: si impara qualcosa cammin facendo e il resto lo si improvvisa.
Pag. 224

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi