Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I ragazzi di San Pietroburgo

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

3.1
(97)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 377 | Formato: Altri

Isbn-10: 8817107670 | Isbn-13: 9788817107679 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Caramitti

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace I ragazzi di San Pietroburgo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Marina, innamorata del giovane Tema, incinta al nono mese, truccatrice dicadaveri all'obitorio, assiste per caso a un regolamento di conti della mafiarussa. Raccoglie per terra un cellulare e, per gioco, accetta un contrattocome killer. Sperpera in una notte i 35.000 dollari dell'anticipo e va aconoscere la sua vittima, un grottesco capomafia che si innamora all'istantedi lei e le chiede di sposarlo. Un "pulp fiction" dalla nuova Russia chepresenta il ritratto di una generazione che passa attraverso le esperienzesenza prendere nulla sul serio e rifiutando qualsiasi valore tradizionale.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    "Tëma aprì gli occhi. All'ingresso, magra e slanciata, c'era Marina. Sull'avambraccio sinistro reggeva Iosif addormentato e con la destra impugnava un Kalašnikov ultimo modello, mantenendone non senza difficoltà la canna lontano dal punto in cui si trovava Tëma. Il mitra sussultava estaticamente ...continua

    "Tëma aprì gli occhi. All'ingresso, magra e slanciata, c'era Marina. Sull'avambraccio sinistro reggeva Iosif addormentato e con la destra impugnava un Kalašnikov ultimo modello, mantenendone non senza difficoltà la canna lontano dal punto in cui si trovava Tëma. Il mitra sussultava estaticamente in braccio a Marina, rimbombava, strillava, ululava, declamava rovesciando un inarrivabile fiume di fuoco apocalittico." Questa è una delle tante fesserie che si possono leggere in questo romanzo...

    ha scritto il 

  • 3

    Ritorna il genere PULP, stavolta per mano di un giovane russo che rifacendosi pienamente al Tarantino delle Iene, confeziona un romanzo sulla gioventù postcomunista ma non ancora capitalista-consumista. Una generazione di mezzo che non avendo degli ideali li usa tutti; ama, uccide, si droga e sco ...continua

    Ritorna il genere PULP, stavolta per mano di un giovane russo che rifacendosi pienamente al Tarantino delle Iene, confeziona un romanzo sulla gioventù postcomunista ma non ancora capitalista-consumista. Una generazione di mezzo che non avendo degli ideali li usa tutti; ama, uccide, si droga e scopa con la stessa facilità con cui dimentica ed accetta tutto. Lascia un senso di insoddisfazione ma nel complesso è un esperimento riuscito; purtroppo non è il miracolo che la critica ha promesso.

    ha scritto il