Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I re del sole

Il racconto dell'astronomia moderna

Di

Editore: Einaudi

3.9
(31)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 267 | Formato: Altri

Isbn-10: 8806184180 | Isbn-13: 9788806184186 | Data di pubblicazione: 

Curatore: G. P. Panini

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati

Genere: Science & Nature

Ti piace I re del sole?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Storie di grandi menti inascoltate.

    Coinvolgente e accessibile, peccato che il "racconto" si fermi nel 2004; sicuramente uno stimolo a scoprire cos'è successo dopo.

    ha scritto il 

  • 3

    Esposizione fluida di un argomento interessante.
    Peccato che l'autore si sia soffermato unicamente su storie di astronomi inglesi e che sia stato dato poco risalto, se non le ultime 30 pagine, alle conoscenze attuali sulla fisica del Sole e dei rapporti tra la Terra e la sua stella.

    ha scritto il 

  • 4

    Grande avventura di curiosità e scoperte scientifiche. Tra macchie solari, tempeste magnetiche ed autore boreali. Gli uomini che hanno guardato il Sole, cercando di comprenderne la complessità. Si legge facilmente ed è avvincente.

    ha scritto il 

  • 4

    I prodromi dell'astronomia solare, in salsa prettamente inglese.
    Dalla prima osservazione di macchie solari i primi astronomi si sono interrogati sul Sole, sulla sua natura e sulla sua influenza sulla Terra. Armati di divorante passione, che trabocca a volte in ferali rivalità, gli astrono ...continua

    I prodromi dell'astronomia solare, in salsa prettamente inglese.
    Dalla prima osservazione di macchie solari i primi astronomi si sono interrogati sul Sole, sulla sua natura e sulla sua influenza sulla Terra. Armati di divorante passione, che trabocca a volte in ferali rivalità, gli astronomi del settecento si lanciano in audaci ipotesi e pian piano riescono nell'impresa che sembrava impossibile, di dimostrare l'influenza del Sole sulla terra. Un' impresa tecnologica e statistica davvero ragguardevole.

    ha scritto il 

  • 4

    questa lettura e' stata un'esperienza nuova. Il racconto era scorrevole ed appassionante. Il ritmo e le modalità erano quelle di un documentario. E' un libro che consiglio vivamente per conoscere la nascita dell'astronomia moderna. E come sempre, quando si leggono le vite di uomini che si sono de ...continua

    questa lettura e' stata un'esperienza nuova. Il racconto era scorrevole ed appassionante. Il ritmo e le modalità erano quelle di un documentario. E' un libro che consiglio vivamente per conoscere la nascita dell'astronomia moderna. E come sempre, quando si leggono le vite di uomini che si sono dedicati con passione alla conquista del sapere, c'e' sempre molto da imparare, anche a livello umano.

    ha scritto il 

  • 3

    Interessante e scorrevole, anche se a volte la narrazione si perde troppo nel raccontare le vite private dei tanti "re del sole".
    Riuscendo inoltre l'autore a contraddirsi nel giro di quattro pagine, indicando prima un coltello come lungo 15 cm (pag. 158) e poi 12 cm (pag.161), viene da dom ...continua

    Interessante e scorrevole, anche se a volte la narrazione si perde troppo nel raccontare le vite private dei tanti "re del sole".
    Riuscendo inoltre l'autore a contraddirsi nel giro di quattro pagine, indicando prima un coltello come lungo 15 cm (pag. 158) e poi 12 cm (pag.161), viene da domandarsi se nel libro non vi siano altre inesattezze, riguardo dettagli più importanti.

    ha scritto il 

  • 5

    Da leggere!

    “Siamo sul punto di realizzare una scoperta sulla natura del cosmo con cui nulla di quanto finora si è immaginato potrà reggere il confronto.”
    John Herschel

    Un buon saggio scientifico. L’autore, Stuart Clark, di formazione astrofisico, è uno dei giornalisti di astronomia più l ...continua

    “Siamo sul punto di realizzare una scoperta sulla natura del cosmo con cui nulla di quanto finora si è immaginato potrà reggere il confronto.”
    John Herschel

    Un buon saggio scientifico. L’autore, Stuart Clark, di formazione astrofisico, è uno dei giornalisti di astronomia più letto in Inghilterra. Gran parte del suo lavoro è incentrato sulla divulgazione dell’astronomia e della sua storia. S. Clark è un membro della Royal Astronomical Society ed è stato vicedirettore dell’Association of British Science Writers.

    Il testo in oggetto è un volumetto di 250 pagine circa, scritto con uno stile chiaro e di stampo giornalistico. I capitoli si avvicendano velocemente ripercorrendo la corsa, iniziata con Galileo Galilei, ma non ancora terminata, per indagare l’immensità del cielo. A far da filo conduttore al racconto è la scoperta e l’indagine scientifica delle macchie solari, che, sin dalla pubblicazione de “l’Istoria e dimostrazioni intorno alle macchie solari e loro accidenti” di Galileo Galilei, è stato uno dei cardini della ricerca astronomica. Attraverso le pagine del libro si vedono sfilare i protagonisti, i ricercatori, gli uomini e le donne, che hanno dedicato la loro vita a indagare gli spazi siderali. L’autore riesce ad avvicinarci a loro, a trasmetterci il loro stupore davanti all’immensità e alla forza sconvolgente degli eventi cosmici. Ci mostra quanto sia difficile far accettare una teoria fisica rivoluzionaria, farla comprendere, ottenere i finanziamenti necessari ad allestire laboratori e quanto sia importante il ruolo dello Stato nella ricerca.

    Un libro da leggere per comprendere qual è il ruolo di un’astronomia che, per quanto possa essere ritenuta distante dalle possibilità applicative, possiede potenzialità e ricadute nella vita di tutti i giorni di considerevole interesse. Un modo per avvicinarsi ad una scienza lontana, capirne le spinte e stupirsi, in luce di una nuova considerazione, davanti agli eventi del cosmo. Dopo averlo letto non guarderete più il Sole sotto la stessa prospettiva.

    Recensione pubblicata su http://lalibreriaimmaginaria.splinder.com/.

    ha scritto il 

  • 3

    "Quando uno possiede un martello, tutto gli sembra un chiodo": l'antico adagio esprime la propensione a interpretare l'universo in funzione dei propri scopi e interessi. Il saggio di Clark ne è un buon esempio: l'autore è inglese, quindi il libro è britannocentrico, con occasionali divagazioni ne ...continua

    "Quando uno possiede un martello, tutto gli sembra un chiodo": l'antico adagio esprime la propensione a interpretare l'universo in funzione dei propri scopi e interessi. Il saggio di Clark ne è un buon esempio: l'autore è inglese, quindi il libro è britannocentrico, con occasionali divagazioni negli Stati Uniti. La fisica solare, pare, l'hanno letteralmente inventata in Inghilterra. Tutto il resto fatto altrove quasi non esiste. Per dire, Wolf è citato una sola volta. Comunque il saggio è avvincente, sebbene un po' dispersivo, divagante e sconclusionato. Efficaci le digressioni sulle vite private degli scienziati.

    ha scritto il 

Ordina per