I salici ciechi e la donna addormentata

Voto medio di 1403
| 279 contributi totali di cui 179 recensioni , 100 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Scritti e pubblicati in Giappone nell'arco di oltre un ventennio, i racconti che compongono questa raccolta ci offrono, nella estrema varietà di ispirazione, lunghezza e stile che li caratterizza, un affascinante campionario delle tematiche e delle ...Continua
Ha scritto il 25/10/17
Sono 24 racconti scritti tra la metà degli anni '80 e il 2005, inseriti in questa raccolta non in ordine cronologico. Premetto che è il primo libro di Murakami che leggo e che in genere non amo molto i romanzi, mi trovo alla fine e mi dico: e ...Continua
Ha scritto il 19/10/17
Haruki Murakami é uno degli autori contemporanei che preferisco, compone delle opere che sono dei veri capolavori di psiche.
  • 3 mi piace
Ha scritto il 12/06/17
Onestamente devo dire che per la prima metà del libro le stelle a fatica arrivavano a due; molti racconti privi di significato che ti lasciavano un senso di incompiutezza disarmante.Se ne salva qualcuno come "Lo specchio" o "Birthday Girl".Dalla ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 12/06/17
un libro diverso dal solito
Premetto che ero un pò incerto sull'acquisto, Murakami solitamente mi piace come scrittura semplice e scorrevole.L'idea di fare un libro suddiviso in racconti, non mi convinceva al 100% ma ho voluto provarci lo stesso.I primi racconti mi avevano ...Continua
Ha scritto il 24/05/17
Delusione Murakami
Purtroppo, anche in questo caso come in quello de La Settimana Bianca di Carrère, il giudizio è il medesimo: delusione davanti a un'opera scarna di un grande narratore. Tanti racconti di cui pochissimi davvero compiuti. Viene il dubbio questa ...Continua

Ha scritto il Dec 20, 2016, 16:40
"In quel momento, non potevo pensare a quello che provavano le persone intorno a me. Avevo ben altro di cui preoccuparmi. [...] In un tempo brevissimo, la mia vita ha subito un cambiamento drammatico. Stavo precipitando, e sono riuscito a restare ...Continua
Pag. 289
Ha scritto il Dec 20, 2016, 16:36
"[...] assumersi la responsabilità di qualcosa significa salvarla."
Pag. 147
Ha scritto il Dec 20, 2016, 16:35
"Dentro la mia testa, nella parte soffice dove risiede la memoria, c'è un coltello. Profondamente infilzato. [...] Lo osservo da fuori, come se fosse conficcato in un'altra persona. Poi chiedo a qualcuno di estrarlo. Ma nessuno sa che ho quel ...Continua
Pag. 108
Ha scritto il Dec 20, 2016, 16:32
"[...] una persona, qualunque cosa desideri, per quanto faccia, non potrà mai diventare altro che se stessa."
Pag. 34
Ha scritto il Dec 20, 2016, 16:30
"La cosa più difficile da sopportare è la paura. Più che il dolore reale, quello che detesto, che mi spaventa, è immaginare che avrò male. Riesci a capirmi?"
Pag. 7

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi