I segreti di Amber House

Di ,,

Editore: Feltrinelli

3.7
(71)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 368 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8807922193 | Isbn-13: 9788807922190 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: V. Daniele

Ti piace I segreti di Amber House?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Quando Sarah, suo fratello e la loro algida madre si stabiliscono ad Amber House, la ragazza rimane ammaliata dal fascinoso Richard, che la introduce in un mondo di ricchezze e privilegi, ma è anche attratta dall'enigmatico Jackson, che la coinvolge in un'eccitante caccia ai diamanti scomparsi. Sarah scopre di riuscire a "vedere" la storia della casa e delle persone che vi hanno abitato: vede sua madre da ragazza, incredibilmente affettuosa e felice, o il crudele capitano di mare che perse il tesoro tanti anni prima. E ricomponendo piano piano tutti i pezzi del mosaico, scopre che Amber House nasconde molti segreti, antichissimi crimini e più recenti tradimenti. Dove sono nascosti i diamanti? Chi è responsabile dell'infelicità di sua madre? E quale tragedia riecheggia ancora nelle stanze della casa? Sarah ha bisogno di risposte, in fretta. Perché le sue visioni minacciano la persona che ama di più e lei deve districare la ragnatela del passato, prima che sia troppo tardi.
Ordina per
  • 3

    Una vecchia casa di famiglia piena di ricordi.
    Una giovane erede sensibile alla magia del passato.
    Nuovi e vecchi legami che si rincorrono nel tempo.
    Ed il presente forse non sarà più lo stesso.
    Perso ...continua

    Una vecchia casa di famiglia piena di ricordi.
    Una giovane erede sensibile alla magia del passato.
    Nuovi e vecchi legami che si rincorrono nel tempo.
    Ed il presente forse non sarà più lo stesso.
    Personaggi e stile da YA piuttosto piatti e deludenti, ma una trama con un che di molto magico e lievemente inquietante che non mi è dispiaciuto per niente. Vediamo il seguito...

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro diverso dal solito, che racconta una saga familiare avvolta dal mistero. Quando l'ho cominciato non sapevo facesse parte di una trilogia, infatti secondo me il libro potrebbe anche essere con ...continua

    Un libro diverso dal solito, che racconta una saga familiare avvolta dal mistero. Quando l'ho cominciato non sapevo facesse parte di una trilogia, infatti secondo me il libro potrebbe anche essere concluso così, le cose non restano in sospeso alla fine. L'unica pecca è che in tante pagine gli avvenimenti raccontati avrebbero potuto essere molti di più. Non capisco nemmeno io come mai sia inserito nella categoria per bambini quando non lo è, in realtà può benissimo essere letto a qualsiasi età. Un buon romanzo, nel complesso.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    le tre stelline sarebbero state di più se non fosse stata per la parte "moderna", una specie di delirante fantasia adolescenziale da telefilm americano anni 90-2000 su ragazzini ricconi, coronato tutt ...continua

    le tre stelline sarebbero state di più se non fosse stata per la parte "moderna", una specie di delirante fantasia adolescenziale da telefilm americano anni 90-2000 su ragazzini ricconi, coronato tutto da una festa che da come viene descritta non può essere costata meno della vendita futura della casa (e qui mi chiedo: possibile che un sarto che ti fa un abito con porporina d'oro da 14 carati accetti un pagherò?e idem il catering con 3 camion?e l'esercito di gardinieri e operai????eddai su..)

    a mio parere si nota una differenza rispetto il resto del libro. sospetto che i salti nel tempo e nel futuro siano stati scritti da due persona, e il delirio adolescenziale dalla terza.

    un vero peccato perché altrimenti sarebbe stato davvero un bel libro. così è mediocre, con parti interessantissime e altre da O.C.

    non sono così convinta di voler leggere il resto della trilogia...

    ha scritto il 

  • 5

    Bevuto!

    Incredibile. A partire dall'ambientazione, una villa alla Red Rose, immensa, romantica, misteriosa, piena di passaggi segreti e tesori nascosti, aggiungiamo il labirinto, le scuderie e il lago con la ...continua

    Incredibile. A partire dall'ambientazione, una villa alla Red Rose, immensa, romantica, misteriosa, piena di passaggi segreti e tesori nascosti, aggiungiamo il labirinto, le scuderie e il lago con la barca e abbiamo la casa perfetta per un romanzo. La storia non è tra le più originali ma è scritta bene, incuriosisce a ogni pagina e non annoia mai, romantico al punto giusto, mai scontato o stucchevole, la scrittura è semplice e fresca, si lascia leggere con gusto.
    Il finale, poi, è una vera chicca, non mi sarei mai aspettata una conclusione così. Consigliatissimo.

    ha scritto il 

  • 4

    Avevo sentito parlare molto bene di questo libro tanto da desiderare ardentemente di averlo nella mia libreria e di scoprire di cosa si trattava.
    Alla fine mi son costretta a comprarlo e a leggerlo, m ...continua

    Avevo sentito parlare molto bene di questo libro tanto da desiderare ardentemente di averlo nella mia libreria e di scoprire di cosa si trattava.
    Alla fine mi son costretta a comprarlo e a leggerlo, ma purtroppo, per una sua parte, sono stata un po' delusa.

    La storia inizia abbastanza bene, scorrevole e senza troppa fatica, forse un po' banale ma accettabile.
    La protagonista sin da subito però mi ha reso insofferente: essendo nel pieno dell'adolescenza, alcune frasi e pensieri che l'autrice ha voluto attribuirgli mi sono sembrati un po' troppo "fuori luogo". Della serie: sto crescendo e pretendo già di essere navigata.
    Poi arriva Richard Hathaway e la parte melensa del libro arriva al culmine, di una banalità insopportabile e oltretutto anche prevedibile.

    --> Leggi tutta la recensione qui: http://thebookishteapot.blogspot.de/2015/03/recensione-i-segreti-di-amber-house-di.html

    ha scritto il 

  • 0

    Le autrici sono riuscite a creare una protagonista formidabile. Sarah è la tipica adolescente americana, preoccupata di piacere o meno al ragazzo più bello che abbia mai visto, con un rapporto diffici ...continua

    Le autrici sono riuscite a creare una protagonista formidabile. Sarah è la tipica adolescente americana, preoccupata di piacere o meno al ragazzo più bello che abbia mai visto, con un rapporto difficile con la madre e un’amica del cuore alla quale raccontare tutto. Non deve combattere mostri, vampiri, alieni o qualche altro essere soprannaturale, lei deve combattere il passato. Deve lottare contro gli errori che hanno commesso le sue antenate secoli or sono e cercare di rimediare ad essi, in modo tale che cessino di affliggere la sua intera famiglia. Anche se la sua missione può sembrare pericolosa e avventurosa, Sarah non prende in mano la situazione come ci si potrebbe aspettare. Questa impresa è quasi come un gioco, come dovrebbe essere per una ragazza i sedici anni intenta a scoprire cosa la circonda. I dialoghi e le situazioni, che ad una prima occhiata possono apparire semplici e scontati, in realtà racchiudono la genuinità degli adolescenti che invece di fermarsi terrorizzati di fronte a strane visioni e scale scricchiolanti, continuano nell’avventura come una grande caccia al tesoro che nasconde immense ricchezze.
    Amber House non fa solo da sfondo della storia, è parte integrante del racconto, possiamo dire che sia la coprotagonista del romanzo. Al suo interno si sono consumati drammi, sono sboccati amori e creati legami indissolubili. Tra le sue mura si nascondo segreti celati dal tempo, dimenticati dai loro stessi possessori ma che la casa non ha abbandonato, li ha custoditi per molto tempo, fino all’arrivo di qualcuno in grado di comprenderli fino in fondo. L’ambientazione è una delle cose che mi hanno colpito di più, sembrava di trovarsi veramente in quei luoghi, in quella ricca casa sudista alla “Via col vento”, dove il tempo sembra essersi arrestato. Anche i numerosi cambi di scena sono descritti con abile maestria dalle tre autrici che sono riuscite a creare un romanzo unico nel suo genere, ricco di mistero, amore, sofferenza e speranza.

    ha scritto il 

  • 0

    Quello che inizialmente veniva presentato come un romanzo pieno di misteri, labirinto di siepi, soffitte misteriose, storia di fantasmi e con un tocco di romance, si è alla fine dimostrato, con mio gr ...continua

    Quello che inizialmente veniva presentato come un romanzo pieno di misteri, labirinto di siepi, soffitte misteriose, storia di fantasmi e con un tocco di romance, si è alla fine dimostrato, con mio gran disappunto, come una storia sì misteriosa, ma soprattutto con più di metà libro una protagonista adolescente alle prese con le sue prime esperienze adolescenziali, di cui a nessuno (o perlomeno a me) importava.
    Credo di aver superato da un pezzo la fase "voglio-di-storia-adolescenziale" e ognuno penso abbia i propri gusti, ma questo romanzo mi ha illusa e ingannata: io volevo, proprio come prometteva la trama, mistero, una casa antica e piena di segreti, al limite con un contorno di una storiella di amore che non guasta mai: non volevo il sopravvento dell'ultima su tutto il resto, ed ecco spiegato il perchè del mio voto basso.

    I segreti di Amber House aveva un grande potenziale: le autrici avevano tutti gli elementi per scrivere un libro (o come in questo caso) una trilogia, ricca di mistero, fascino, antichi segreti e porte nascoste da aprire per la prima volta. Ovviamente diamo a Cesare quel che è di Cesare: non dico che il romanzo sia tutto incentrato sulle cotte della protagonista; ci sono degli episodi che catturano come il labirinto di siepi, le scale nascoste, i vecchi soffitti con bauli pieni di segreti da svelare, una storia di famiglia ricca di mistero, malattie, amanti, omicidi, violenze. Purtroppo però tutta la prima parte del romanzo è incentrata su Sarah e sulle sue situazioni sentimentali. Ripeto: quando ho iniziato a leggere questo romanzo volevo una storia piena di intrighi e misteri, non di certo i palpiti del cuore della protagonista adolescente.
    È vero, e qui sono in difetto io, che il libro è diretto ad un pubblico che parta dai 13 anni, quindi non dovrei lamentarmi più di tanto. >.<

    Il libro è stato ispirato dalla storica famiglia di Kelly Moore, che ha scritto l'inizio verso gli anni '80, finché il manoscritto non è stato scoperto dalle figlie, Larkin e Tucker, che hanno convinto la madre a riprendere in mano il lavoro, lavorandoci e pubblicandolo insieme, dandogli un tocco più "giovanile".

    La serie, Amber House Trilogy, è composta da:
    1. I segreti di Amber House (2013)
    2. Neverwas, pubblicato in patria quest'anno
    3. inedito

    Inutile dire che non continuerò la serie.

    Sito della trilogia, dove è possibile trovare per i fans i contatti delle autrici.

    In conclusione, posso dire che consiglio questo libro a lettori giovani, che hanno voglia di misteri con un tocco romance. Probabilmente lo sconsiglio a chi come me cerca un romanzo misterioso e affascinante, perché nel pacchetto vi ritroverete anche le prime cotte adolescenziali della protagonista.

    Per links e immagini: http://geekybookers.blogspot.it/2014/11/recensione-i-segreti-di-amber-house-di.html

    ha scritto il 

  • 3

    Sicuramente un buon libro, chiaramente per ragazzi. L'avrei catalogato sotto la voce "storie di fantasmi" o "misteri" ma il fanale è decisamente un fantasy. Piacevole direi, bella l'ambientazione, anc ...continua

    Sicuramente un buon libro, chiaramente per ragazzi. L'avrei catalogato sotto la voce "storie di fantasmi" o "misteri" ma il fanale è decisamente un fantasy. Piacevole direi, bella l'ambientazione, anche se un po' mi sono persa tra quella infinita casa e peccato per il finale che fa diventare un po' tutto un grosso scherzo. Fosse finito come la vita purtroppo insegna non sarebbe stato male, ma invece farlo finire come i sogni ad occhi aperti di una ragazzina mi ha lasciato un po' perplessa.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Mahhhh!!! Mi faccio sempre "fregare" da questo tipo di lettura, perchè resto affascinata dalla trama, e poi mi aspetto un tipo di lettura che essendo un genere "teen" logicamente non potrò trovare.
    Qu ...continua

    Mahhhh!!! Mi faccio sempre "fregare" da questo tipo di lettura, perchè resto affascinata dalla trama, e poi mi aspetto un tipo di lettura che essendo un genere "teen" logicamente non potrò trovare.
    Qui mi sembra un po tutto incasinato.. tutti i personaggi, le varie parti di passato, futuro, e sogni che i protagonisti vedono..Alla fine poi ti viene l'istinto di gettare il libro oltre la finestra! E' stato tutto un sogno? Lei ha cambiato il passato e quindi il futuro? Si? No? Boh?

    ha scritto il 

  • 4

    Ambientazione fantastica!

    http://sparklefrombooks.blogspot.it/2014/07/recensione-i-segreti-di-amber-house-di.html Quella narrata ne I segreti di Amber House è una storia davvero intrigante la quale, in particolari situazioni ...continua

    http://sparklefrombooks.blogspot.it/2014/07/recensione-i-segreti-di-amber-house-di.html Quella narrata ne I segreti di Amber House è una storia davvero intrigante la quale, in particolari situazioni, è riuscita addirittura a mettermi i brividi. Tutto è avvolto da un alone di mistero, l’aria stessa che si respira in questa antica e maestosa dimora è ricca di segreti che reclamano a gran voce di essere uditi e compresi. La casa stessa sembra essere “viva”, un’entità a se stante che conduce la propria esistenza senza minimamente curarsi delle vite di tutte quelle persone che nel corso degli anni si sono ritrovate a percorrere i suoi corridoi. Numerose generazioni di uomini e donne hanno vissuto nelle medesime stanze e calpestato i medesimi pavimenti che in passato ospitarono i loro stessi avi, ma la casa, indifferente di fronte alla brevità della vita umana, continua ad essere un punto fermo nel panorama lungo le sponde del fiume sul quale essa sorge. Immobile, indisturbata ed eterna, continua imperterrita ad esistere e a suscitare grande ammirazione e una sorta di timore reverenziale in tutti coloro che la vedono.
    Nel complesso i personaggi non li ho trovati particolarmente incisivi, anche la protagonista stessa, Sarah, mi ha lasciata piuttosto indifferente e ho avuto come l’impressione che spesso si lasciasse un po’ troppo trasportare dalle situazioni invece che agire e prendere l’iniziativa. Il suo animo curioso e la sua velata ironia però l’hanno fatta apparire ai miei occhi molto simpatica. La pecca dei personaggi è però compensata dall’attenzione che viene riservata al passato e a tutti i suoi misteri, ma la cosa migliore, quella che mi ha fatto apprezzare veramente il libro, è stato il mondo in cui si giunge alla verità: estremamente originale e inaspettato.
    Altra cosa che non mi ha pienamente convinta è stata il fatto che in alcuni tratti il libro risulti troppo lento. La mia curiosità e la mia voglia di scoprire cosa sarebbe successo nella pagina successiva non sono rimaste costanti durante il corso della lettura. Inoltre ci sono alcuni particolari che rimangono poco chiari o alcune domande che il lettore si pone ma che rimangono senza risposta.
    Nonostante tutto questo penso comunque che “I segreti di Amber House” sia un buon libro con una storia avvincente e intrigante e che, a lettura ultimata, lascia il lettore con questo pensiero su cui riflettere: nella vita esistono infinite possibilità, nate da ogni più piccola scelta che compiamo, come infiniti fili che si intrecciano e si disfano senza sosta, e forse non è mai troppo tardi per cambiare il nostro futuro.

    «Pensate,» disse, a conclusione della sua storia, «se Hopkins avesse potuto finire gli studi o se avesse sposato sua cugina, o se si fosse innamorato di qualcun altro, probabilmente non avrebbe fondato l’ospedale e l’università. E le migliaia di persone curate qui, e i milioni di pazienti che hanno beneficiato delle ricerche della Hopkins forse sarebbero morti. Tutta la storia è così: costruita su un numero infinito di eventi casuali che concorrono a spingere le cose in un verso o nell’altro. Se un dettaglio fosse stato diverso, allora …» Papà si strinse nelle spalle. Terminai la frase tra e me. Tutto il mondo sarebbe diverso.

    ha scritto il