I segreti di Roma

Storie, luoghi e personaggi di una capitale

Di

Editore: Mondadori ( Bestsellers ; 1723)

3.8
(1526)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 424 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: 8804566418 | Isbn-13: 9788804566410 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , eBook

Genere: Arte, Architettura & Fotografia , Storia , Viaggi

Ti piace I segreti di Roma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un grande ritratto di Roma, ricco di sorprese e novità, nel quale CorradoAugias racconta il volto segreto della capitale e le molte storie che hannocontribuito a renderla unica e immortale. Dalla rozzezza dei suoi primiabitanti (un gruppo di manigoldi capitanati da Romolo) alla gloria delRinascimento, dalla sregolatezza di Nerone alla tenebrosa genialità diCaravaggio, dal fascino di Lucrezia Borgia - "la più bella dama di Roma" -alle avventure del palazzo di Montecitorio, questa cavalcata nel tempo, che sichiude con le "illusioni" di Cinecittà e la costruzione del nuovo quartieredell'Eur, darà al lettore un'interpretazione dell'unica città "antica" che daventisette secoli continua a essere protagonista della storia.
Ordina per
  • 3

    Mi è piaciuto meno di quello su Londra, probabilmente perchè mentre dei fatti narrati in questo qualcosa sapevo, là era tutta una scoperta.
    E' scritto come sempre molto bene (anche se qualche volta ho ...continua

    Mi è piaciuto meno di quello su Londra, probabilmente perchè mentre dei fatti narrati in questo qualcosa sapevo, là era tutta una scoperta.
    E' scritto come sempre molto bene (anche se qualche volta ho dovuto tirare fuori il vocabolario) ma ho trovato gli argomenti un poco discontinui, così alcuni capitoli sono - per me - interessantissimi, altri li ho letti con un poco di noia tipo quello sul delitto di via Puccini, più adatto a titillare interessi bassi che turistici, imho, anche se pure il turismo criminologico ha i suoi estimatori.
    Belli, secondo me, i capitoli su Caravaggio e su Cinecittà, invece, ma come sempre si va a gusti e interessi. Comunque fornisce un sacco di spunti per approfondire, se si vuole.

    ha scritto il 

  • 3

    Sacrificabile

    Dopo aver letto un libro simile, di Alberto Angela (anche se relativo solo alla Roma del 115 d.C.), questo risulta un po' sottotono e meno interessante.
    Qualche spunto piacevole ma alcuni capitolo son ...continua

    Dopo aver letto un libro simile, di Alberto Angela (anche se relativo solo alla Roma del 115 d.C.), questo risulta un po' sottotono e meno interessante.
    Qualche spunto piacevole ma alcuni capitolo sono troppo pesanti e poco scorrevoli.

    ha scritto il 

  • 2

    Bello a tratti/a zone

    Augias scrive sempre da Dio, ma il libro mi ha un pò delusa. Alcuni capitoli sono stupendi, altri proprio no. Di una pesantezza infinita. Comunque consigliato per chi ama la città.

    ha scritto il 

  • 4

    Il soggetto Roma è stato trattato da secoli da migliaia di autori, ma questo libro prende l'argomento trattando i lati meno conosciuti, i luoghi meno famosi e le vicende più sviscerate raccontando ret ...continua

    Il soggetto Roma è stato trattato da secoli da migliaia di autori, ma questo libro prende l'argomento trattando i lati meno conosciuti, i luoghi meno famosi e le vicende più sviscerate raccontando retroscena curiosi e interessanti, aneddoti su coloro che hanno vissuto Roma, nel bene e nel male.
    Da Cesare al ventennio fascista, qui si parla delle contraddizioni, dei vizi, e degli eroi che hanno reso Roma la città eterna e una delle più grandi contraddizioni mondiali.

    ha scritto il 

  • 4

    di gradevole lettura, riesce a trovare spunti inusuali in un soggetto sviscerato ed affrontato nei modi più vari nel corso di secoli. Naturalmente il discorso si mantiene su livelli di scorrevolezza , ...continua

    di gradevole lettura, riesce a trovare spunti inusuali in un soggetto sviscerato ed affrontato nei modi più vari nel corso di secoli. Naturalmente il discorso si mantiene su livelli di scorrevolezza , rifuggendo da inutili, e fuor di luogo, precisazioni storiche.

    ha scritto il 

Ordina per