Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I sette quadranti

Di

Editore: Arnoldo Mondadori Editore

3.6
(605)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 204 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Ceco , Olandese

Isbn-10: 8804181362 | Isbn-13: 9788804181361 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Enrico Piceni

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace I sette quadranti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Agatha Christie, I sette quadranti

    Romanzo scritto nel 1929. Pur in assenza dei più noti investigatori della Christie, Poirot e Miss Murple, il testo è brillante e la trama singolare. L'investigatrice è Lady Eileen Brent (Bundle), una nobile ragazza cui non difettano passione e intraprendenza.
    La storia, ambientata nell'Inghilterr ...continua

    Romanzo scritto nel 1929. Pur in assenza dei più noti investigatori della Christie, Poirot e Miss Murple, il testo è brillante e la trama singolare. L'investigatrice è Lady Eileen Brent (Bundle), una nobile ragazza cui non difettano passione e intraprendenza. La storia, ambientata nell'Inghilterra di inizio secolo ventesimo, è più una pry-story che un vero giallo, dove la Christie dimostra comunque di muoversi con maiestria e agilità. Non manca il magistrale colpo di scena finale.

    ha scritto il 

  • 0

    Temevo, iniziando a leggere questo libro, che potesse deludermi perché la prima volta che l’avevo letto, molti anni fa, mi era piaciuto moltissimo e quindi ne conservavo un bel ricordo che temevo potesse essere smentito. Invece già dall’inizio, quando ci presenta i prima personaggi, la colazione ...continua

    Temevo, iniziando a leggere questo libro, che potesse deludermi perché la prima volta che l’avevo letto, molti anni fa, mi era piaciuto moltissimo e quindi ne conservavo un bel ricordo che temevo potesse essere smentito. Invece già dall’inizio, quando ci presenta i prima personaggi, la colazione in ritardo, qualche scena divertente, me ne sono di nuovo innamorata! Anzi, devo dire che è stato molto divertente rileggerlo sapendo già tutto, e potendo quindi apprezzare come, dove e quando Agatha Christie ci ha preso in giro! :) Un romanzo atipico nel panorama della Regina del Giallo, ma personalmente lo adoro, in particolare per i divertentissimi personaggi!

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/17266

    ha scritto il 

  • 0

    Carino ma non esaltante classico della giallista più famosa al mondo.
    L'intreccio è discreto, ma l'autrice si affida ad una giovane protagonista un pò invadente e supponente.
    Come già notato in "l'uomo vestito di marrone", quando la Christie decide di non delegare la missione ai celebri Miss Marp ...continua

    Carino ma non esaltante classico della giallista più famosa al mondo. L'intreccio è discreto, ma l'autrice si affida ad una giovane protagonista un pò invadente e supponente. Come già notato in "l'uomo vestito di marrone", quando la Christie decide di non delegare la missione ai celebri Miss Marple o Poirot, si rischia di condividere la vicenda con personaggi non proprio simpatici.

    ha scritto il 

  • 2

    Che delusione questo romanzo. La trama è eccessivamente complessa, mancano gli appunti promemoria di Poirot (e manca Poirot)... per non parlare poi della soluzione del caso.
    L'unica cosa che mi è piaciuta è stato il rapporto padre-figlia e il mondo aristocratico della tenuta di campagna (con tan ...continua

    Che delusione questo romanzo. La trama è eccessivamente complessa, mancano gli appunti promemoria di Poirot (e manca Poirot)... per non parlare poi della soluzione del caso. L'unica cosa che mi è piaciuta è stato il rapporto padre-figlia e il mondo aristocratico della tenuta di campagna (con tanto di frase: un inglese non si permetterebbe mai di morire nel letto di un altro).

    ha scritto il 

  • 3

    Non è dei migliori, ma si legge comunque piacevolmente.. Merita all'inizio, ma nell'andare avanti quello che inizia come un giallo con tutti i giusti ingredienti si trasforma in una spy story, genere che non amo granchè. Sicuramente un passo avanti rispetto a "Passeggero per Francoforte", seppur ...continua

    Non è dei migliori, ma si legge comunque piacevolmente.. Merita all'inizio, ma nell'andare avanti quello che inizia come un giallo con tutti i giusti ingredienti si trasforma in una spy story, genere che non amo granchè. Sicuramente un passo avanti rispetto a "Passeggero per Francoforte", seppur ben lontano dal podio in ambito Christie.

    ha scritto il