Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I sonnambuli

Storia delle concezioni dell'Universo

Di

Editore: Jaca Book

4.3
(17)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 540 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8816402709 | Isbn-13: 9788816402706 | Data di pubblicazione: 

Genere: History , Philosophy , Science & Nature

Ti piace I sonnambuli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    L’APPASSIONANTE PERCORSO DI ARTHUR KOESTLER NELLA STORIA DELLA SCIENZA TRA LE VITE DEGLI UOMINI CHE HANNO RIVOLUZIONATO IL RAPPORTO DELL’UOMO CON LA REALTA

    I sonnambuli sono i grandi facitori della rivoluzione scientifica – Copernico, Keplero, Brahe, Galileo – per opera dei quali in poco più di un secolo la concezione della scienza e i suo rapporto col sapere umano furono trasformati radicalmente. Collegando l’indagine scientifica con la vita, i car ...continua

    I sonnambuli sono i grandi facitori della rivoluzione scientifica – Copernico, Keplero, Brahe, Galileo – per opera dei quali in poco più di un secolo la concezione della scienza e i suo rapporto col sapere umano furono trasformati radicalmente. Collegando l’indagine scientifica con la vita, i caratteri, le passioni, le debolezze di ognuno, Koestler mostra che essi non furono infallibili macchine pensanti, ma procedettero per territori incerti e nebbiosi con una faticosa ricerca a tastoni, piena di cadute e di ritorni indietro. La precedente esperienza dell’umanità, cui è dedicata la prima parte del volume, era fondata su una visione unitaria dell’universo, dove la
    religione aveva contribuito al progredire dell’umano conoscere. Ora non solo si impone la separazione tra religione e scienza, ma il sapere stesso si frantuma: si sviluppano in modo isolato diversi rami di conoscenza e di comportamento che guidano ognuno a rigide ortodossie, a specializzazioni unilaterali, ad ossessioni collettive. Nello stesso tempo – ed è la grandezza non ultima de i sonnambuli – si assiste a “riconciliazioni impreviste, a nuove sintesi nate da una frammentazione apparentemente senza speranza”. In questa mescolanza si è creata la visione dell’universo nella
    quale ancor oggi ci muoviamo.

    Scheda: http://www.jacabook.it/ricerca/schedalibro.asp?idlibro=983

    ha scritto il 

  • 5

    La visione dell'universo da Pitagora a Newton

    Il libro di Koestler è difficile: anche se non vi compaiono formule l'autore compie spesso analisi quantitative e tecniche delle idee presentate,non facilissime da seguire.
    Si tratta comunque, secondo me, di un libro eccezionale. Le vite dei tre protagonisti, Copernico Keplero e Galileo, so ...continua

    Il libro di Koestler è difficile: anche se non vi compaiono formule l'autore compie spesso analisi quantitative e tecniche delle idee presentate,non facilissime da seguire.
    Si tratta comunque, secondo me, di un libro eccezionale. Le vite dei tre protagonisti, Copernico Keplero e Galileo, sono raccontate in maniera appassionata,in dettaglio e accompagnate da una ricca documentazione che testimonia dell'accuratezza filologica dell'autore. Koestler è magistrale nel presentarci questa parte della storia del pensiero umano in tutta la sua complessità storica, senza semplificazioni. La sviluppo seicentesco della scienza non è stato un processo così limpido come possiamo immaginarlo, un trionfo della razionalità moderna improvvisamente sbocciata sullo sterile e misticheggiante pensiero medievale, ma un cammino faticoso ancora impregnato di concezioni medievali.
    Personalmente giudico questo libro di profondità straordinaria. Lo consiglio a tutti coloro che non si lasciano spaventare da qualche dettaglio tecnico e soprattutto che sono interessati alla filosofia della scienza con un avvertimento: si tratta di una lettura molto bella ma impegnativa.

    ha scritto il 

  • 4

    Un po' di umanità

    La cosa che più mi è piaciuta di questo libro è l'umanità che mostra. La capacità di dipingere l'uomo (con tutte le sue contraddizioni) dietro le grandi rivoluzioni (in questo caso scientifiche/astronomiche).


    Devo comunque ammettere che Keplero, per me, è sempre stato il migliore (anche pr ...continua

    La cosa che più mi è piaciuta di questo libro è l'umanità che mostra. La capacità di dipingere l'uomo (con tutte le sue contraddizioni) dietro le grandi rivoluzioni (in questo caso scientifiche/astronomiche).

    Devo comunque ammettere che Keplero, per me, è sempre stato il migliore (anche prima di avvicinarmi a questo libro). Alla faccia anche del tanto strombazzato Galileo. Leggere per credere.

    ha scritto il