Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I sumeri

Di

Editore: Bompiani

3.8
(31)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 455 | Formato: Altri

Isbn-10: 8845234126 | Isbn-13: 9788845234125 | Data di pubblicazione: 

Genere: History , Non-fiction

Ti piace I sumeri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Le grandiose costruzioni templari, le migliaia di tavolette incise, i tesoridelle tombe regali, i poemi epici ispirati a Gilgamesh: è l'eredità lasciatadal mondo sumerico agli archeologi che da oltre un secolo inseguono levestigia di un popolo, affascinante e misterioso, di cui sono ancora ignote leorigini e l'appartenenza etnica. Giovanni Pettinato compone una globaleimmagine che testimonia l'imponente incidenza culturale dei Sumeri, i qualicostruirono con Uruk la prima città, inventarono la scrittura, istituironol'insegnamento scolastico, il sistema bicamerale, lo Stato sovrano. L'opera ècompletata da ampie citazioni di testi mitologici.
Ordina per
  • 4

    Manuale di 400 pagine con appendice sull'economia. I sumeri, la prima vera civiltà mai creata dall'uomo, sono sviscerati in tutti i loro aspetti e i temi della civiltà vanno di pari passo con la cronologia in una ricostruzione molto affascinante. La scrittura è molto avvincente nonostante sia un ...continua

    Manuale di 400 pagine con appendice sull'economia. I sumeri, la prima vera civiltà mai creata dall'uomo, sono sviscerati in tutti i loro aspetti e i temi della civiltà vanno di pari passo con la cronologia in una ricostruzione molto affascinante. La scrittura è molto avvincente nonostante sia un saggio e trasuda tutta la passione di questo studioso per il popolo cui ha dedicato l'esistenza. Davvero, è una cosa che colpisce e ti vien voglia di approfondire l'argomento!
    Molto belle le lunghe citazioni degli antichi testi. Inoltre l'autore non si limita ad un aspetto prettamente manualistico bensì, anche qui citando ampi stralci, ci immerge nel dibattito accademico sui vari aspetti controversi della civiltà sumerica.

    ha scritto il 

  • 3

    Leggendario, arretratissimo, sbagliatissimo, confusionarissimo libro di Pettinato che ha forgiato, a suo modo, generazioni di studenti italiani di assiriologia inculcandogli idee totalmente campate in aria tipo la diversa "specializzazione" corrispondente ai tre titoli reali sumerici (En, Ensi, L ...continua

    Leggendario, arretratissimo, sbagliatissimo, confusionarissimo libro di Pettinato che ha forgiato, a suo modo, generazioni di studenti italiani di assiriologia inculcandogli idee totalmente campate in aria tipo la diversa "specializzazione" corrispondente ai tre titoli reali sumerici (En, Ensi, Lugal) o l'indimenticata traduzione dei versi sulla nascita della scrittura.

    Personaggio incredibile, il Prof. Pettinato - generalmente sbertucciato dall'accademia internazionale, additato come truffatore, amato in ambiente non specialistico e capace di suscitare veri e propri attacchi di panico tra i suoi studenti - è tutto sommato una figura meritevole di una qualche bonaria riscoperta.

    Leggetelo se lo trovate, se non è l'edizione Rusconi con la copertina gialla non vale.

    ha scritto il 

  • 5

    estremamente specialistico

    Questo volume di Giovanni Pettinato è un libro estremamente specialistico ed esplicativo riguardo la storia e la cultura del popolo sumero. La trattazione si snoda attraverso 3 millenni, partendo da ciò che sappiamo attraverso la decifrazione delle miliaia di tavolette di argilla incise con carat ...continua

    Questo volume di Giovanni Pettinato è un libro estremamente specialistico ed esplicativo riguardo la storia e la cultura del popolo sumero. La trattazione si snoda attraverso 3 millenni, partendo da ciò che sappiamo attraverso la decifrazione delle miliaia di tavolette di argilla incise con caratteri cuneiformi, scoperte nel corso di spedizioni archeologiche in Iraq e Siria. L'esposione per il fatto di far costantemente riferimento alle fonti archeologiche può a tratti apparire pesante, ma la lettura di questo libro comunque merita sicuramente di essere fatta.

    ha scritto il 

  • 4

    Ricordo un passo ,per me commovente,sulla scoperta della scrittura su tavole d'argilla.
    e' un brano(grazie a dio,tradotto) che ho ricercato tante volte,per vedere se mi faceva ancora lo stesso effetto.
    si.
    B.C. vive!

    ha scritto il 

  • 2

    Letto da: Peppe.


    Avevamo preso questo libro affascinati dalla civiltà sumerica insegnata dai libri di storia come iniziatrice della civiltà umana: i primi a insediarsi in città, i primi a organizzare un sistema scritturale, i primi a sviluppare un phanteon di dei, ecc. La curiosità e il fa ...continua

    Letto da: Peppe.

    Avevamo preso questo libro affascinati dalla civiltà sumerica insegnata dai libri di storia come iniziatrice della civiltà umana: i primi a insediarsi in città, i primi a organizzare un sistema scritturale, i primi a sviluppare un phanteon di dei, ecc. La curiosità e il fascino per questa cività rimane intatta, in quanto il libro, seppure poteva porsi obiettivi molto ambiziosi, mi è parso avvitarsi su dispute filologiche con i colleghi studiosi dell'autore, col risultato di rendere pesante e troppo farraginoso un'argomento invece molto entusiasmante come la scoperta della prima cività organizzata. Il libro risulta a tratti, quindi, poco leggibile o leggibile da addetti ai lavori, anche se si scopre nell'autore (uno dei più apprezzati sumerologi italiani) un fascino intatto per quell'epoca che dista da noi ormai 5000 anni. Peccato davvero.

    ha scritto il