Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I trasfigurati

Urania 149

Di

Editore: Mondadori (Urania)

3.9
(84)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Portoghese , Olandese , Ceco

Isbn-10: A000050649 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Fiction & Literature , Religion & Spirituality , Science Fiction & Fantasy

Ti piace I trasfigurati?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
John Wyndham, eccezionale narratore di fantascienza, mancava da qualche tempo nella nostra collana, ma chi ha letto le sue precedenti opere: Le Onde del Sahara, Avventura su Marte, L'Orrenda Invasione, il Risveglio dell'Abisso, non può averlo dimenticato, e si tufferà con rinnovato piacere nelle pagine de I Trasfigurati. Gli altri, ne apprezzeranno lo stile scarno e immediato, il vigore delle immagini, la poesia delle vicende da lui raccontate, e si appassioneranno a questa sua nuova opera, lasciandosi trasportare in un mondo di logica favola dove il fantastico e l'umano sono tanto abilmente fusi, che alla fine del libro l'unica realtà possibile sembra quella raccontata da Wyndham, e pare di trovarsi per errore in un mondo che non è, del tutto, quello descritto dall'autore. "E Dio creò l'uomo a Sua immagine e somiglianza". Dalla presuntuosa interpretazione di questa frase biblica nasce il dramma di Sophie, la tragedia di Anne e Katherine, la storia di David e Rosalind e Petra, la speranza per Michael e Deborah. Dalla penna di Wyndham, che qui dimostra ancora una volta di aver raggiunto vera maturità di scrittore, sgorga spontanea e viva la condanna per una umanità orgogliosa e pazza, la pietà per i miseri, l'amara consapevolezza per la sorte degli umani.
Ordina per
  • 4

    Un grande romanzo di genere

    Straordinario romanzo antibigotto che, attraverso un mondo appartenente più al genere fantasy che alla fantascienza, riesce a mettere in risalto le conseguenze atroci della fede cieca e di vite vissute all'ombra di un dio malinterpretato e dogmatico. In assoluto uno dei migliori romanzi dell'auto ...continua

    Straordinario romanzo antibigotto che, attraverso un mondo appartenente più al genere fantasy che alla fantascienza, riesce a mettere in risalto le conseguenze atroci della fede cieca e di vite vissute all'ombra di un dio malinterpretato e dogmatico. In assoluto uno dei migliori romanzi dell'autore inglese.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Mi aspettavo qualcosa se non di più originale, almeno di più interessante, alla "Io sono leggenda", per capirci. Ci si ritrova in maniera molto ovvia a parteggiare per i protagonisti, ma non condivido l'idea di fondo che, nel continuo mutamento della natura circostante, anche le specie meglio ada ...continua

    Mi aspettavo qualcosa se non di più originale, almeno di più interessante, alla "Io sono leggenda", per capirci. Ci si ritrova in maniera molto ovvia a parteggiare per i protagonisti, ma non condivido l'idea di fondo che, nel continuo mutamento della natura circostante, anche le specie meglio adattate continuino a considerarsi "migliori", "superiori" in un senso che assomiglia a quello assoluto. Erano davvero tanto stupidi, i vecchi uomini, da non aver meritato neanche un tentativo di avvicinamento da parte della nuova specie di umani telepatici? Seppure sia questo che voglia farci credere, non ne è così convinto nemmeno l'autore, altrimenti non avrebbe inserito il personaggio di Zio Axel né quello della zia Harriet, né la famiglia di Sophie. Questa specie superiore si rivela un po' troppo precipitosa nell'usare la violenza, per essere una civiltà così avanzata che non voglia incappare negli errori dei suoi predecessori. E' vero, non è che l'autore esplicitamente escluda in maniera totale un futuro contatto degli "Evoluti" con i "Normali", però non dà nemmeno troppe speranze. O forse il romanzo è semplicemente troppo sbrigativo.
    Voto: forse attorno alle 2 stelle e mezzo, o tre stelle meno-meno.

    ha scritto il 

  • 5

    Sorprendentemente clásico

    The Chrysalids es una de las típicas novelas post-apocalípticas, que podrían muy bien haber sido jugada en el "Fallout", el mundo es muy similar, pero sin los refugios y con mucha más religión.


    Pese a contar una historia "tipica" (no voy a decir más acerca de ella) está narrada de un modo ...continua

    The Chrysalids es una de las típicas novelas post-apocalípticas, que podrían muy bien haber sido jugada en el "Fallout", el mundo es muy similar, pero sin los refugios y con mucha más religión.

    Pese a contar una historia "tipica" (no voy a decir más acerca de ella) está narrada de un modo tan ágil y ameno que no te das cuenta de que ya lo has leído mil veces y gracias a ello, parece que lo vuelvas a leer todo por primera vez.

    Voy a tener que leer muchas más cosas de J. Wyndham

    ha scritto il 

  • 4

    "C'è una bella differenza tra il cercare di mantenersi in vita e avere qualcosa per cui vivere"

    Gran bel romanzo. Non fatevi ingannare dalla copertina o dal titolo in italiano (quello originale è "Re-birth"), non ci sono astronavi, bonazze aliene, né mostri tentacolati.
    Si parla, in modo fantascientifico, di razzismo, fanatismo religioso, comunità chiuse, evoluzione. E se ne parla in ...continua

    Gran bel romanzo. Non fatevi ingannare dalla copertina o dal titolo in italiano (quello originale è "Re-birth"), non ci sono astronavi, bonazze aliene, né mostri tentacolati.
    Si parla, in modo fantascientifico, di razzismo, fanatismo religioso, comunità chiuse, evoluzione. E se ne parla in maniera avvincente, senza sconti né facili soluzioni.
    Poteva essere un X-Men ante litteram, un fumettone di mutanti, invece ha tutt'altro spessore.
    "C'è una bella differenza tra il cercare di mantenersi in vita e avere qualcosa per cui vivere": la citazione tratta dalle ultime pagine può essere modificata per l'occasione in "c'è una bella differenza tra il cercare di scrivere per vendere e avere qualcosa da dire".

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, mi è piaciuto!

    Diciamo che non è fantascienza pura ma ha alcune cose che tendono al fantasy.
    Non lo dico per essere pignolo (o pìgnolo, come dicevo io quando ero un pivello) ma solo per specificare ed essere utile ai gentili lettori di questo commento.

    (anche se forse l ...continua

    Bello, mi è piaciuto!

    Diciamo che non è fantascienza pura ma ha alcune cose che tendono al fantasy.
    Non lo dico per essere pignolo (o pìgnolo, come dicevo io quando ero un pivello) ma solo per specificare ed essere utile ai gentili lettori di questo commento.

    (anche se forse la mia specificazione è un'interpretazione personale)

    ha scritto il 

  • 5

    5 stelle di riconoscenza

    Lessi per la prima volta questo libro molto giovane (12-14anni) ed ebbe un effetto considerevole nella mia futura formazione.Sia pure con un linguaggio semplice e con evidenti limiti narrativi il romanzo è una esposizione puntuale della intolleranza della religione e della conseguente ignoranza, ...continua

    Lessi per la prima volta questo libro molto giovane (12-14anni) ed ebbe un effetto considerevole nella mia futura formazione.Sia pure con un linguaggio semplice e con evidenti limiti narrativi il romanzo è una esposizione puntuale della intolleranza della religione e della conseguente ignoranza, verso chi è diverso e non si uniforma alle convenzioni.I trasfigurati fu l'impulso ad una più profonda ed impegnativa lettura di testi ( es: B. Russel Schopenhauer,Schmidt)che divennero la base della mia formazione !
    Rileggere il racconto di Wyndham mi ha fatto ritrovare le sensazioni della prima lettura pertanto 5 stelle meritate !

    ha scritto il 

  • 4

    Ecceziunale veramente! Alla facciazza della fantascienza, 'sto libro è un vero capolavoro! Cioè, intendiamoci, niente a che fare con Hugo e col Manzoni, ma una vera ficata, con personaggi che ti entrano dentro e situazioni che ti restano impresse. E poi wyndham è decisamente anticlericale e eserc ...continua

    Ecceziunale veramente! Alla facciazza della fantascienza, 'sto libro è un vero capolavoro! Cioè, intendiamoci, niente a che fare con Hugo e col Manzoni, ma una vera ficata, con personaggi che ti entrano dentro e situazioni che ti restano impresse. E poi wyndham è decisamente anticlericale e esercita appieno il diritto di odiare (e di far odiare!) i bigotti, il che è sicuramente un pregio. Viva la revoluciòn!

    ha scritto il 

  • 5

    The Chrysalids

    This is a really good book. I didn't like it at first, but I warmed up to it after a bit. Sometimes it can be confusing; all of a sudden 8 years have passed and he's in love! This book is about a blown up religion and the lives of the people who don't quite fit in it.

    ha scritto il 

  • 4

    Me gusto mucho la historia y mas la forma en la que fue desarrollada, una de mis favoritas de Ciencia Ficción.

    http://kika283books.blogspot.com/2011/03/las-crisalidas.html

    ha scritto il 

  • 3

    Accirbideccolina, questi mondi post disastro vengono spesso dipinti, nella letteratura fantascientifica distopica, come un ritorno a culti o religioni, siano esse teologiche o politiche, crudo, netto, senza alcuna possibilità di uscirne. Un mondo così regolamentato da divenire claustrofobico ed a ...continua

    Accirbideccolina, questi mondi post disastro vengono spesso dipinti, nella letteratura fantascientifica distopica, come un ritorno a culti o religioni, siano esse teologiche o politiche, crudo, netto, senza alcuna possibilità di uscirne. Un mondo così regolamentato da divenire claustrofobico ed alienante. Anche qui dopo un inizio molto promettente, è già successo personalmente in altri libri di fantascienza, la trama si perde un po' lasciando un retrogusto agroamaro d'incompiuto.

    ha scritto il