Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

I tre moschettieri

By Alexandre Dumas (padre)

(328)

| Others | 9788804488040

Like I tre moschettieri ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Pubblicato originariamente a puntate su "Le Siècle" nel 1844, "I tre moschettieri" è uno dei romanzi più amati e letti. Un tempo passaggio pressoché obbligato nell'apprendistato culturale di intere generazioni di ragazzi, oggi il capolavoro di Alexan Continue

Pubblicato originariamente a puntate su "Le Siècle" nel 1844, "I tre moschettieri" è uno dei romanzi più amati e letti. Un tempo passaggio pressoché obbligato nell'apprendistato culturale di intere generazioni di ragazzi, oggi il capolavoro di Alexandre Dumas padre si conferma un classico della letteratura di tutti i tempi e paesi. In una felice commistione di vicende storiche e romanzesche, di avventure e idilli, di duelli e burle, "I tre moschettieri" è un libro indimenticabile, reso tale dal talento narrativo dell'autore, dalla qualità dell'intreccio, dalla suspense.

506 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    L'avventura degli Inseparabili

    I tre moschettieri, ovvero il classico della letteratura francese e mondiale, il romanzo d'appendice pubblicato a puntate e poi in volume nel 1844, il libro scritto a più mani da Alexandre Dumas e collaboratori che lo hanno infarcito incoerenze e lic ...(continue)

    I tre moschettieri, ovvero il classico della letteratura francese e mondiale, il romanzo d'appendice pubblicato a puntate e poi in volume nel 1844, il libro scritto a più mani da Alexandre Dumas e collaboratori che lo hanno infarcito incoerenze e licenze poetiche su eventi e personaggi storici del diciassettesimo secolo, una storia d'avventura, amori e donne fatali scritta con il linguaggio del popolo e destinata a essere letta dal popolo.

    La storia comincia male, con i tre "inseparabili" moschettieri Athos, Porthos e Aramis che passano la vita a seguire i capricci del caso azzuffandosi con le guardie del Cardinale, spendendo denari in mangiate e bevute e poco altro. L'entrata in scena di d'Artagnan non cambia di molto le cose, almeno inizialmente, e persino l'appoggio alla fazione che influenzerà la sua vita futura (quella del Re e dei suoi moschettieri) viene descritta come frutto di una serie di eventi casuali piovuti addosso a un giovane guascone appena arrivato a Parigi dalla provincia.

    Poi le cose si complicano, naturalmente, gli intrighi al Louvre e nei palazzi del potere finiscono per trascinare i quattro moschettieri in avventure pericolose per la borsa e la vita ed emergono personaggi entrati nell'immaginario collettivo come il geniale cardinale Richelieu, la mefitica Milady e l'innamorato pazzo duca di Buckingham. Senza nemmeno accorgersene, ben presto si rimane incollati alla pagina, in trepidante attesa di leggere un nuovo capitolo e di conoscere la sorte di uomini e donne che giocano con la vita come si gioca a dadi.

    A dispetto di un inizio abbastanza ridicolo per i miei standard, il classico francese si è rivelato molto più appassionante e interessante di quanto mi aspettassi. 4/5

    Is this helpful?

    Sir Arthur said on Sep 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tutti conoscono i tre moschettieri e il guascone loro amico, ma soltanto chi legge il libro può capire davvero quell'uno per tutti, tutti per uno!
    Perché Athos, schivo e scrutatore, Porthos, fiero e gaio, Aramis, intrigante erudito, e D'Artagnan, vi ...(continue)

    Tutti conoscono i tre moschettieri e il guascone loro amico, ma soltanto chi legge il libro può capire davvero quell'uno per tutti, tutti per uno!
    Perché Athos, schivo e scrutatore, Porthos, fiero e gaio, Aramis, intrigante erudito, e D'Artagnan, vivace, intraprendente e entusiasta come solo un giovane alla ricerca del suo posto nel mondo sa essere, non potrebbero essere più diversi, e completarsi perciò meglio di così. I loro nomi simboleggiano più dell'amicizia, più della fratellanza, un unione sacra e duratura che resiste agli intrighi e alle battaglie.
    Una lettura scorrevole ma comunque molto impegnativa, conto di finirlo al più presto.

    Is this helpful?

    Mia said on Sep 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Novela de aventuras con elementos historiográficos, bastante superficial. Es ameno y el final es trepidante. En síntesis: es un mero pasatiempo.

    Is this helpful?

    Xabier said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Cattivi (cattivissimi) vs. buoni (un po' meschini, un po' mollaccioni) 5 a 1.
    Come sempre, d'altra parte...

    Is this helpful?

    Gaomi said on Aug 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    A dirla tutta il mio giudizio potrebbe essere un po' viziato da tutte le versioni cinematografiche e/o animate che nel cosro degli anni sono state prodotte, ma non mi aspettavo certo che i moschettieri, d'artagnan in testa, fossero una combriccola di ...(continue)

    A dirla tutta il mio giudizio potrebbe essere un po' viziato da tutte le versioni cinematografiche e/o animate che nel cosro degli anni sono state prodotte, ma non mi aspettavo certo che i moschettieri, d'artagnan in testa, fossero una combriccola di spacconi attaccabrighe, accattoni e seduttori (o meglio, mantenuti). Tutto sommato mi stanno più simpatici il cardinale (che tanto cattivo non è), rochefort (che più una nemesi è un galoppino) e milady (ok, questa sì che è il 'cattivo', ma la parte di romanzo dedicata a lei merita una stella in più).

    Ma, come si dice, erano altri tempi...

    Is this helpful?

    Barbagianni said on Aug 9, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book