I tre usi del coltello

Saggi e lezioni sul cinema

di | Editore: Minimum Fax
Voto medio di 72
| 9 contributi totali di cui 9 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Francesco Stefanacci
Ha scritto il 20/03/16
Per riflettere sulla scrittura, la recitazione, l'arte, l'artigianato.
Un libro davvero interessante. Non conoscevo il Mamet-pensiero, e devo dire che inizialmente non lo avevo capito. Certe frasi iconoclastiche e apparentemente provocatorie all'inizio del primo saggio ("I tre usi del coltello" che dà il titolo al libro...Continua
Barlafuzzy
Ha scritto il 02/12/11

La differenza sta qui: nel film brutto, il protagonista dice: «Ciao Jack, stasera passo da te perché ho bisogno di riprendermi quei soldi che ti ho prestato». Nel film bello, dice: «Dove cazzo stavi ieri?».

Acetico Glaciale
Ha scritto il 31/08/11
maestro manovale
il personaggio non esiste, come ci ha detto Aristotle 2000 anni fa, esistono solo delle azioni che vengono ripetute più volte. Il personaggio è solo una serie di azioni abituali colloqui con allievi del corso di cinema sminuzza miti perché conosce i...Continua
Elia Gonella
Ha scritto il 13/02/11
Il volume raccoglie saggi sulla sceneggiatura, la regia e la recitazione. Le idee di Mamet sono allo stesso tempo classiche e radicali. È un uomo che siederebbe su una vecchia sedia di legno, costruita a mano senza colla e senza chiodi, piuttosto che...Continua
Gio
Ha scritto il 07/07/10
il dramma a tesi

ne parlo qui http://energio.wordpress.com/2007/04/27/il-dramma-a-tesi/


- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi