Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Identità mutanti

Dalla piega alla piaga: esseri delle contaminazioni contemporanee

Di

Editore: Mondadori Bruno

4.1
(53)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Altri

Isbn-10: 8842490431 | Isbn-13: 9788842490432 | Data di pubblicazione: 

Genere: Art, Architecture & Photography , Da consultazione

Ti piace Identità mutanti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Identità mutanti" è una rete di contaminazioni tra universi teorici dellamutazione: da Ballard a Cronenberg, da Artaud alla Body Art, e ancoraTsukamoto, Stelarc, i Survival Research Laboratories, macchine biologiche,Brazil, Crash, i Mutoid, Serrano, Orlan, Sterbak, Franco B., Aziz+Cucher, ealtro, in un percorso che intreccia tre modalità: la carne, la contaminazionecarne/tecnologia, le macchine. Lo spazio del nuovo nomadismo è lo spazioinvisibile di una umanità che sta inventando il proprio mondo. Nel libro iltracciato di un'arte che si dispiega fuori dalle costrizionidell'addestramento culturale, un'arte che già utilizza il prelievo, lospostamento, il campionamento, il missaggio, il riutilizzo.
Ordina per
  • 5

    Francesca Alfano Miglietti esplora l'universo delle performance contemporanee con un occhio a James Ballard, William Burroughs, David Cronenberg, parlandoci di artisti che fanno della parata e della mascherata un gioco serissimo, quello dell'identità, mai data una volta per sempre ma transitata, ...continua

    Francesca Alfano Miglietti esplora l'universo delle performance contemporanee con un occhio a James Ballard, William Burroughs, David Cronenberg, parlandoci di artisti che fanno della parata e della mascherata un gioco serissimo, quello dell'identità, mai data una volta per sempre ma transitata, attraversata allo scopo di scoprirne le pieghe utilizzando il proprio desiderio come bussola. Saggio fondamentale per comprendere una parte importante, spesso considerata 'scomoda' (lo è, il punto è che venga considerata ipocritamente 'fine a se stessa') del panorama artistico contemporaneo, gettando così luce su quello che è il vero scopo della creazione artistica: la ridefinizione identitaria.

    ha scritto il 

  • 3

    Viviamo in una società che sta dimenticando, lentamente ma inesorabilmente, il senso della sofferenza-una volta, l'ordalia fisica riconnetteva il senso della ricerca spirituale ed interiore alla dimensione contingente della fisicità, poi con l'avvento delle logiche capitalistiche è emersa, prepot ...continua

    Viviamo in una società che sta dimenticando, lentamente ma inesorabilmente, il senso della sofferenza-una volta, l'ordalia fisica riconnetteva il senso della ricerca spirituale ed interiore alla dimensione contingente della fisicità, poi con l'avvento delle logiche capitalistiche è emersa, prepotente, a rendere tutto oggetto di risibile freak show una metabolizzazione di accenti, sfumature e sangue.
    La Alfano Miglietti ripercorre la storia e la fenomenologia della body art radicale, progettualità rituali di Fakir Musafar, Orlan, Stelarc, il problema, grande come una casa, è la pretenziosità del linguaggio; Deleuze senza essere Deleuze. Troppa, troppa sovrastruttura intellettuale quasi a celare la verità; questi artisti si modificano, mutano, si tagliano e si trasformano perchè amano farlo!

    ha scritto il 

  • 4

    Un pò pretenzioso in alcune parti ma uno dei pochi libri che traccia una panoramica della 'mutazione' del corpo, sessuale, tecnologica in vari ambiti, dall'arte al cinema alla letteratura.

    ha scritto il