Il Barone Rampante

Di

Editore: Giulio Einaudi Editore

4.1
(13578)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 254 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Galego , Spagnolo , Catalano , Portoghese , Polacco , Finlandese

Isbn-10: 8806027522 | Isbn-13: 9788806027520 | Data di pubblicazione:  | Edizione 17

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il Barone Rampante?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Ho riletto questo romanzo con mio figlio di undici anni. La bellezza delle pagine di questo libro rimane assolutamente inalterata. Il barone Cosimo è un precursore dei tempi, uno spirito libero, un ec ...continua

    Ho riletto questo romanzo con mio figlio di undici anni. La bellezza delle pagine di questo libro rimane assolutamente inalterata. Il barone Cosimo è un precursore dei tempi, uno spirito libero, un ecologista, un umanista e tanto altro ancora....

    Ma come hanno fatto a non dare il Nobel per la letteratura a Calvino?

    ha scritto il 

  • 5

    Belin che bravo, l'Italo Calvino. Quante opere geniali portano il suo nome. Se una notte d'inverno un viaggiatore, Le città invisibili, Le cosmicomiche... E se si dovesse andare avanti con l'elenco si ...continua

    Belin che bravo, l'Italo Calvino. Quante opere geniali portano il suo nome. Se una notte d'inverno un viaggiatore, Le città invisibili, Le cosmicomiche... E se si dovesse andare avanti con l'elenco si finirebbe a capodanno del 2116.
    Provate a negarlo, se avete il coraggio. Io non ce l'ho, o almeno non in questo frangente. Perché Il barone rampante mi ha fatto venire voglia di vuotare il sacco e confessare che sì, quelle opere sopracitate sono incredibili, ma non necessariamente le preferisco alle altre. Anzi: in un'ipotetica classifica io metto costantemente sui gradini più alti del podio opere come Gli amori difficili, Marcovaldo, e ora anche Il barone rampante. Molto diverse fra loro - e questa certo non è una novità per l'autore di cui stiamo parlando - ma con un punto in comune, che emerge ancora più nitido a paragone con le altre: l'umanità.
    Ho letto, ad esempio, Il castello dei destini incrociati: un impianto narrativo finissimo, impeccabile. Ma ormai non mi ricordo più i suoi personaggi. Difficile che ciò accada con Il barone rampante: la mia memoria dovrebbe essere molto provata se si dimenticasse di personaggi anche minori, ma ugualmente di impatto, come il brigante Gian dei Brughi, con la sua profondissima passione per la lettura, Viola, o la madre di Cosimo. Naturalmente sono andata in visibilio leggendo le complicate vicende di Se una notte... , eppure è qui che ho trovato i maggiori spunti di riflessione, quasi un bignami dei temi cari a Calvino. Qui non c'è - o forse sì, ma non abbiamo tempo per discuterne - una teoria da dimostrare: solo una storia da raccontare. E per me va già bene così.

    ha scritto il 

  • 5

    Obra maestra

    Una obra de arte dónde als haya. Qué alegoría, qué narración, una historia increíblemente fantástica como histórica, como sentimental, como humana.
    En esa edad de la rebeldía, en la que tomas decision ...continua

    Una obra de arte dónde als haya. Qué alegoría, qué narración, una historia increíblemente fantástica como histórica, como sentimental, como humana.
    En esa edad de la rebeldía, en la que tomas decisiones fieles a unos ideales y los llevas hasta el final...
    En fin, un joya para leer y releer.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello!!

    Quanti di noi sarebbero capaci di rinunciare a una vita tranquilla, ad agi e riconoscimenti, alla vicinanza degli affetti, a un percorso giá tracciato e sicuro per il gusto di affermare la propria ind ...continua

    Quanti di noi sarebbero capaci di rinunciare a una vita tranquilla, ad agi e riconoscimenti, alla vicinanza degli affetti, a un percorso giá tracciato e sicuro per il gusto di affermare la propria individualitá e diversitá di vedute? Al di lá dei normali impeti di ribellione giovanile, quanti avrebbero il coraggio di restare fedeli per sempre a un ideale, a una fede, a un modello di vita che sentono proprio, affrontando il rischio di deludere i propri cari, il rischio della solitudine, del senso del ridicolo, della fatica della sperimentazione e dell'ignoto? Cosimo di Rondó lo fa, questo é un romanzo sul coraggio!
    Da leggere!

    ha scritto il 

  • 5

    Io non penso di avere... parole per descrivere questo romanzo di Italo Calvino.
    Ci sarebbe così tanta roba da dire, che forse è meglio che taccia per un attimo. Forse, più in la', scriverò qualcosa.
    P ...continua

    Io non penso di avere... parole per descrivere questo romanzo di Italo Calvino.
    Ci sarebbe così tanta roba da dire, che forse è meglio che taccia per un attimo. Forse, più in la', scriverò qualcosa.
    Però voglio dirlo: spettacolare.

    ha scritto il 

  • 5

    Libro letto alle superiori e amato visceralmente. I personaggi, ma soprattutto le atmosfere, i luoghi e l'evoluzione del protagonista mi si sono stampati nella memoria e anche più in profondità. Da le ...continua

    Libro letto alle superiori e amato visceralmente. I personaggi, ma soprattutto le atmosfere, i luoghi e l'evoluzione del protagonista mi si sono stampati nella memoria e anche più in profondità. Da leggere da ragazzi e rileggere da adulti.

    ha scritto il 

  • 5

    "Ora che lui non c'è, mi pare che dovrei pensare a tante cose, la filosofia, la politica, la storia, seguo le gazzette, leggo i libri, mi ci rompo la testa, ma le cose che voleva dire lui non sono lì, ...continua

    "Ora che lui non c'è, mi pare che dovrei pensare a tante cose, la filosofia, la politica, la storia, seguo le gazzette, leggo i libri, mi ci rompo la testa, ma le cose che voleva dire lui non sono lì, è altro che lui intendeva, qualcosa che abbracciasse tutto, e non poteva dirla con parole ma solo vivendo come visse. Solo essendo così spietatamente se stesso come fu fino alla morte, poteva dare qualcosa a tutti gli uomini".

    Qualcosa che in molto pochi hanno capito...

    ha scritto il 

  • 5

    Pietra miliare dei cosiddetti "Romanzi di formazione", frutto della penna di uno dei più celebri autori italiani. Racconta la storia di un ragazzo, un Barone di una nobile famiglia momentaneamente de ...continua

    Pietra miliare dei cosiddetti "Romanzi di formazione", frutto della penna di uno dei più celebri autori italiani. Racconta la storia di un ragazzo, un Barone di una nobile famiglia momentaneamente deceduta. in seguito ad uno screzio con il padre, il giovane, si rifugia sugli alberi. Si, la sua intera esistenza, si svolgera ad alcuni metri da terra. Così, SOSPESO, come ogni adolescente si sente. Sospesi in una dimensione altra, superiore rispetto a quella degli educatori, dei genitori, della società che, ad ogni giovane, sembrano non capire le esigenze della propria generazione. Ma, spesso i giovani sono anche sospesi in voli pindarici seguendo sogni, desideri di avventure, di nuove esperienze, di infatuazioni amorose. Immediato è, dunque, per un giovane o un nostalgico ( "Quant'è bella giovinezza che si fugge tuttavia“ ) immedesimarsi in Cosimo, il protagonista del romanzo, alle prese con gli innamoramenti che costellano la sua vita, con le grandi avventure, i grandiosi progetti, le mirabolanti imprese di cui sarà protagonista, nel continuo peregrinare di albero in albero. Vari i personaggi che lo aiuteranno ad aprirsi al mondo, insieme alle numerose letture che lo formeranno e di cui si farà promotore. Vivamente consigliato per il clima di favola e viaggio che lo permea, si presta ad una lettura rilassante,seppur intensa, merito, senza dubbio, del talento dell'autore.
    Buona lettura.

    ha scritto il 

  • 5

    perfetto.
    riletto a cadenza e negli anni rimane stupendo.
    per imparare a scrivere, per l'arte del racconto, i giochi i contesti e la perfezione.
    per la gioia della lettura.
    per l'invenzione.
    da rilegg ...continua

    perfetto.
    riletto a cadenza e negli anni rimane stupendo.
    per imparare a scrivere, per l'arte del racconto, i giochi i contesti e la perfezione.
    per la gioia della lettura.
    per l'invenzione.
    da rileggere ogni 4 anni finchè morte.... non ci porga l'ancora..

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per