Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il Ciclope

Di

Editore: Einaudi (Collezione di poesia, 7)

3.7
(24)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 59 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806024027 | Isbn-13: 9788806024024 | Data di pubblicazione:  | Edizione 3

Traduttore: Camillo Sbarbaro

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Humor

Ti piace Il Ciclope?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Impagabile.Obbligatorio per tutti i classicisti(o meglio,per tutte le "vittime" del liceo classico)essendo l'unico esempio pervenutoci di dramma satiresco,e necessario per capire che nemmeno i Greci p ...continua

    Impagabile.Obbligatorio per tutti i classicisti(o meglio,per tutte le "vittime" del liceo classico)essendo l'unico esempio pervenutoci di dramma satiresco,e necessario per capire che nemmeno i Greci potevano sopportare di deprimersi fino all'eccesso con le tragedie stile Edipo Re.Euripide scrive una parodia dell'episodio omerico di Odisseo e il Ciclope,facendo passare l'eroe un po' per fesso e aggiungendo le figure comiche dei satiri,al servizio di un civilizzatissimo(a modo suo)Ciclope.Il sogno di chi ha sempre trovato Ulisse un po' spocchiosetto ed è capace di apprezzare un grande tragediografo che prende in giro una vera e propria "auctoritas" del mondo antico e moderno.

    ha scritto il 

  • 4

    Omaggio a Euripide

    Per quanto ogni traduzione, tantopiù da una lingua antica, sia una riscrittura, questo dramma satirico di Euripide (traduzione di Camillo Sbarbaro) merita di essere letto per come l'autore riesca a di ...continua

    Per quanto ogni traduzione, tantopiù da una lingua antica, sia una riscrittura, questo dramma satirico di Euripide (traduzione di Camillo Sbarbaro) merita di essere letto per come l'autore riesca a diluire la tragicità delle sue opere maggiori con questa satirica opera che richiama le commedie di Aristofane (ma questa è in versi).

    ha scritto il