Il Codice da Vinci

Edizione Speciale Illustrata

Di

Editore: Mondadori

3.7
(40567)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 455 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Catalano , Tedesco , Portoghese , Svedese , Norvegese , Galego , Olandese , Ceco , Greco , Polacco , Slovacco , Ungherese , Russo , Finlandese , Sloveno , Croato , Coreano , Turco , Rumeno

Isbn-10: 8804539585 | Isbn-13: 9788804539582 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Riccardo Valla

Disponibile anche come: Altri , Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il Codice da Vinci?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    最喜歡的書就是能一氣呵成的看完之後又覺得非常的舒服!
    我不是特別喜歡看厚重的書,因為很怕前期鋪梗鋪太久、中間人物太多要做筆記、最後收尾太簡單讓人不過癮,還有很怕自已看的慢被中斷很痛苦XD。這本跟《大騙局》一樣,完全不讓人失望,看完通體舒暢。

    ha scritto il 

  • 2

    Kazzenger, direbbe Crozza.
    All'innegabile fascino della teoria di base, che vuole Maria Maddalena donna di sangue reale, moglie di Gesù e madre della sua discendenza, si contrappongono una trama imp ...continua

    Kazzenger, direbbe Crozza.
    All'innegabile fascino della teoria di base, che vuole Maria Maddalena donna di sangue reale, moglie di Gesù e madre della sua discendenza, si contrappongono una trama improbabile, dialoghi imbarazzanti e personaggi che fanno acqua da tutte le parti: uno studioso di Leonardo che non riconosce la sua scrittura speculare; un esperto di simbolismo e di templari che non è mai stato nella Temple Church di Londra; una bibliotecaria coltissima che sparla di utenti assenti e civetta come un'adolescente, ecc... Per tacer della corrispondenza spazio-temporale che va a farsi benedire nelle lungaggini delle descrizioni, dei dialoghi o delle azioni da 007, che un po' stridono col carattere bonario e pacioccone del protagonista.
    Due stelle per premiare la ricerca d'archivio e di biblioteca da parte dell'autore ( o dei suoi consulenti), ma per il resto: capitolo chiuso.
    Nota di esemplare: comprato usato a 50 centesimi, ha sull'occhietto una bella dedica d'amore da parte di Simone a C., con tanto di cuore trafitto da una freccia. Sicuramente C. e Simone si sono lasciati, altrimenti lei non avrebbe rivenduto il libro, ma forse erano ancora troppo giovani per durare (la scrittura di Simone è piuttosto infantile, forse sui 15/16 anni?). :)

    ha scritto il 

  • 0

    Fascino innegabile

    Il fascino di questo testo è innegabile e lo si deve non soltanto alla capacità di Dan Brown di attrarre il lettore e accompagnarlo attraverso il tempo e la storia, ma anche ovviamente all'intreccio d ...continua

    Il fascino di questo testo è innegabile e lo si deve non soltanto alla capacità di Dan Brown di attrarre il lettore e accompagnarlo attraverso il tempo e la storia, ma anche ovviamente all'intreccio di arte, storia, leggenda, superstizione.. si deve all'autore invece tutto il merito di una trama incalzante e ricca di dettagli capaci quasi di stordire chi legge. Nonostante l'epilogo possa lasciar deluso il lettore, si tratta di un libro emozionante, che val la pena leggere.

    ha scritto il 

  • 3

    Finale da dimenticare

    Romanzo indubbiamente appassionante, sorretto al momento della pubblicazione da un battage pubblicitario davvero efficace.
    Si tratta di un giallo perché la vicenda parte da un assassinio al museo pari ...continua

    Romanzo indubbiamente appassionante, sorretto al momento della pubblicazione da un battage pubblicitario davvero efficace.
    Si tratta di un giallo perché la vicenda parte da un assassinio al museo parigino del Louvre, e l'indagine condotta dalla giovane nipote della vittima insieme ad un docente di storia delle religioni è davvero emozionante.
    I simbolismi storici ed artistici si sprecano, così come il mistero di alcuni personaggi che ruotano attorno all'indagine dei protagonisti.
    All'epoca della pubblicazione questo titolo suscitò parecchie polemiche che ne alimentarono la notorietà e con essa le vendite.
    In un capitolo che si risolve in un poderoso 'spiegone' Brown pesca il jolly di un'idea tanto brillante quanto sacrilega.
    Cambiare ciò che sarebbe rappresentato dalla reliquia del Santo Graal, pretendendo con questo addirittura di riscrivere niente meno che la storia della cristianità.
    La genialità dell'autore è tutta quì, ma è foriera di conseguenze davvero imprevedibili.
    Naturalmente anche il sottoscritto è stato attirato da questa esca che, pur essendo stata individuata come un espediente pubblicitario, si è comunque rivelata irresistibile.
    Aggiungete a questo una caccia alla coppia dei protagonisti senza esclusione di colpi.
    Ma, come spesso accade, alla costruzione di un simile castello di aspettative segue purtroppo un finale davvero deludente che costa almeno una stella alla valutazione.
    Si aggiunga che i colpi di scena, inizialmente funzionali ad accrescere l'attenzione del lettore, ad un certo punto si susseguono in modo forzato e poco credibile e la valutazione scende ulteriormente.
    Brown in ogni caso sforna un titolo che si legge davvero senza grandi intoppi e senza particolare impegno.
    Vorrei poter dire che non si tratta di un romanzo da ombrellone, ma un finale così, che comunque non raggiunge il livello infimo di quello cinematografico, si poteva certo evitare. Peccato.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Dan Brown è un genio. È riuscito a costruire una bellissima avventura giocando su elementi di arte, storia e religione (seppur con qualche errore). Fatto sta che quando è uscito il libro in tanti hann ...continua

    Dan Brown è un genio. È riuscito a costruire una bellissima avventura giocando su elementi di arte, storia e religione (seppur con qualche errore). Fatto sta che quando è uscito il libro in tanti hanno creduto che fosse tutto vero, compresa e sopreattutto la la relazione tra Gesù e Maria Maddalena

    ha scritto il 

  • 0

    Ero molto scettica quando l'ho acquistato ma alla fine mi sono fatta coinvolgere dalla storia e devo dire che ho apprezzato molto questo libro. Mi piace la scrittura di Dan Brown e il suo dividere la ...continua

    Ero molto scettica quando l'ho acquistato ma alla fine mi sono fatta coinvolgere dalla storia e devo dire che ho apprezzato molto questo libro. Mi piace la scrittura di Dan Brown e il suo dividere la narrazione in brevi capitoli.

    ha scritto il 

  • 4

    Adoro scivolare tra le righe scritte da Dan Brown, tra la suspance e le descrizioni architettoniche, soprattutto se la storia è ambientata in Italia!
    Mi è piaciuto un po' meno di Angeli e demoni, però ...continua

    Adoro scivolare tra le righe scritte da Dan Brown, tra la suspance e le descrizioni architettoniche, soprattutto se la storia è ambientata in Italia!
    Mi è piaciuto un po' meno di Angeli e demoni, però la storia è originale anche nell'interpretazione de "L'ultima cena"!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per