Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il Dio nascosto

By Niccolò Cusano

(12)

| Others | 9788817128391

Like Il Dio nascosto ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Collocandosi tra medioevo ed età moderna, Niccolò Cusano consegnò al suo tempo - travagliato da gravi divisioni in seno alla Chiesa e assillato dal pericolo turco - un cristianesimo profondamente ripensato e attento alle nuove esigenze culturali. Ori Continue

Collocandosi tra medioevo ed età moderna, Niccolò Cusano consegnò al suo tempo - travagliato da gravi divisioni in seno alla Chiesa e assillato dal pericolo turco - un cristianesimo profondamente ripensato e attento alle nuove esigenze culturali. Originario di Cusa, nei pressi di Treviri, Niccolò partecipò al Concilio di Basilea, per poi diventare vescovo di Bressanone e successivamente vicario generale di Roma sotto Pio II. Abile diplomatico, fu soprattutto uomo brillante per curiosità intellettuale e profondità di spirito. Importanti tematiche giuridiche, politiche, filosofiche e teologiche convergono nel suo pensiero - in modo sorprendentemente attuale - alla costruzione armonica di un progetto di pace universale (tra culture e religioni diverse) al quale egli consacrò la vita e l'intera produzione letteraria. I tre opuscoli qui tradotti in italiano - offerti per la prima volta con testo latino a fronte - sono costruiti su tre parole bibliche di seducente bellezza: l'esclamazione del profeta Isaia: "Veramente tu sei un Dio nascosto!" ("De Deo abscondito"); la predica ateniese di Paolo a coloro che "a tentoni" cercano il "Dio ignoto" ("De quaerendo Deum"); e la constatazione, piena di stupore, dell'evangelista Giovanni: "A coloro che lo hanno accolto ha dato il potere di diventare figli di Dio", ("De filiatione Dei"). In un avvincente crescendo il commento del cardinale si inerpica per sentieri squisitamente speculativi. L'introduzione e le note consentono una lettura che inquadra i testi nelle loro coordinate storiche, aprendoli a successivi sviluppi del pensiero occidentale moderno da Cartesio a Hegel.

1 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Umile fiducia ed aiuto per il cammino

    Dalle pagine 97,99,101 di questo libro:

    39. Per quanto ci riguarda, è ormai chiaro che siamo attirati al Dio ignoto dal movimento del lume della grazia di colui che non può essere colto ad altra condizione che questa: che egli stesso si manifesti. E ...(continue)

    Dalle pagine 97,99,101 di questo libro:

    39. Per quanto ci riguarda, è ormai chiaro che siamo attirati al Dio ignoto dal movimento del lume della grazia di colui che non può essere colto ad altra condizione che questa: che egli stesso si manifesti. Ed egli vuole essere cercato. E a quelli che lo cercano vuole pure donare quel lume senza il quale è impossibile cercarlo. Vuole essere cercato e vuole pure essere afferrato, poiché vuole aprire a coloro che lo cercano e manifestare loro se stesso. Dunque lo si cerca col desiderio di afferrarlo e lo si cerca teoreticamente con quella corsa che conduce colui che corre alla quiete del movimento, quando lo si cerca col massimo desiderio. Perciò non c’è altro modo giusto di procedere per ottenere la sapienza, se non quello di cercarla col massimo desiderio. E quando la si cerca così, è cercata per la strada giusta, sulla quale si farà indubbiamente trovare manifestando se stessa. Né è stata data a noi altra strada all’infuori di questa né ce n’è stata lasciata un’altra in tutte le dottrine dei santi che pervennero alla sapienza.

    40. Ne viene che i superbi, i presuntuosi, coloro che sono sapienti ai propri occhi, che confidarono nel proprio ingegno, che – nella loro ascesa sprezzante – stimarono se stessi simili all’Altissimo, quelli che si innalzarono fino alla scienza degli dèi, tutti costoro errarono. Infatti questi tali si preclusero la via alla sapienza, proprio nello stimare che essa non potesse essere diversa da quella che misuravano con il loro intelletto; ed essi vennero meno nei loro vani pensieri: abbracciando l’albero della scienza, si lasciarono sfuggire quello della vita. Dunque il risultato finale dei filosofi che non onorano Dio non fu altro che uno smarrirsi nei propri vani pensieri.

    41. Ma coloro che videro che la sapienza e la vita intellettuale perenne non si possono attingere, a meno che non siano concesse in dono di grazia, e che la bontà di Dio onnipotente sarebbe stata così grande da esaudire quelli che invocano il suo nome, costoro furono anche salvati. Essi, pertanto, si umiliarono confessando la propria ignoranza e diedero alla loro vita – per così dire – la forma di un desiderio di eterna sapienza. E questa è la vita dei virtuosi che procedono nel desiderio dell’altra vita: un genere di vita che ci è raccomandato dai santi. Né i santi profeti né quelli che in vita hanno ottenuto la grazia del lume divino ci tramandano qualcosa di diverso da questo: chi vuole accedere alla vita intellettuale e alla divina sapienza immortale deve credere i primo luogo che Dio esiste e che è lui l’elargitore di tutte le cose ottime: nel suo timore bisogna vivere e nel suo amore procedere; a lui, in tutta umiltà, bisogna chiedere la vita immortale, abbracciando con somma religione e culto assolutamente sincero tutto ciò che è ordinato ad essa, al fine di conseguirla.

    Is this helpful?

    Theomertmalogos Eterokrilno said on Jul 1, 2012 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (12)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Others
  • ISBN-10: 8817128392
  • ISBN-13: 9788817128391
  • Publisher: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
  • Publish date: 2002-01-01
  • Also available as: Paperback
Improve_data of this book