Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il Giglio Nero

Di ,,

Editore: Longanesi (La gaja scienza)

3.5
(803)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 546 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8830409812 | Isbn-13: 9788830409811 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: S. Mosetti , E. Belfanti

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Travel

Ti piace Il Giglio Nero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo secoli di vita pacifica, il fiorente regno di Ruwenda è conquistato e messo a ferro e fuoco dai suoi sanguinari nemici, guidati dal crudele re Voltrik e dal malvagio ministro Orogastus. Al massacro della famiglia regale sfuggono soltanto - grazie all'aiuto dei loro fedeli amici non-umani, gli Oddling - le tre giovani principesse, gemelle ma assai diverse tra loro. Convocate dalla venerabile Binah, che da tempo immemorabile è custode del sacro Giglio Nero, un fiore dai grandi poteri, le fanciulle apprendono che il loro destino è segnato da un'oscura profezia... Braccate dagli uomini di Voltrike, spiate da Orogastus, le principesse si avviano per strade diverse e tutte ugualmente rischiose, riuscendo ben presto a capire che i veri nemici sono quelli che si annidano in fondo ai loro cuori. Orgoglio, ostinazione, impulsività, egoismo, indifferenza, paura, passività: questi i veri, peggiori ostacoli da superare per far rifiorire il Giglio Nero, simbolo e apportatore di pace e di armonia.
Ordina per
  • 4

    Spensierato

    Quattro stelline perche' e' un libro semplice e spensierato, con tutte le caratteristiche della fiaba/avventura classica con un pizzico di romanticismo. Astenersi chi cerca la fantasy impegnativa con la F maiuscola, non stiamo leggendo ne' Tolkien ne' Martin ma un libro piacevole che ci puo' tene ...continua

    Quattro stelline perche' e' un libro semplice e spensierato, con tutte le caratteristiche della fiaba/avventura classica con un pizzico di romanticismo. Astenersi chi cerca la fantasy impegnativa con la F maiuscola, non stiamo leggendo ne' Tolkien ne' Martin ma un libro piacevole che ci puo' tener compagnia sotto l'ombrellone.

    ha scritto il 

  • 4

    La regina Kalanthe, sposa del re Krain di Ruwenda, rischia di morire durante il parto; arriva in suo soccorso l'Arcimaga Binah, che aiuta la sovrana facendole bere una pozione e al momento della nascita delle tre gemelle dona loro un nome, rispettivamente Haramis, Kadiya e Anigel, e un amuleto di ...continua

    La regina Kalanthe, sposa del re Krain di Ruwenda, rischia di morire durante il parto; arriva in suo soccorso l'Arcimaga Binah, che aiuta la sovrana facendole bere una pozione e al momento della nascita delle tre gemelle dona loro un nome, rispettivamente Haramis, Kadiya e Anigel, e un amuleto di ambra in cui è incastonato un bocciolo del leggendario Giglio Nero. Annuncia ai sovrani che le figlie un giorno avranno un compito terribile da svolgere e senza lasciare il tempo di ulteriori domande se ne va. Col trascorrere degli anni la profezia dell'Arcimaga viene ridimensionata, assumendo un carattere leggendario e romanzesco.
    Crescendo, Haramis dimostra doti di studiosa ed è appassionata di musica, Kadiya adora le avventure e si ritiene una guerriera, mentre Anigel è molto femminile e dolce.
    Diciassette anni dopo la loro nascita, re Voltrik di Labornok chiede la mano di Haramis, ma Krain rifiuta la proposta perché ha già posto gli occhi sul principe secondogenito di Var. Re Voltrik, che già da tempo è interessato a estendere il proprio dominio, coglie l'occasione come pretesto per attaccare il Ruwenda aiutato dal suo consigliere, il perfido e potente mago Orogastus.
    Una volta che i sovrani vengono assassinati, le principesse riescono a fuggire grazie ai loro tre rispettivi amici non umani, gli Oddling; ma nella confusione generale le ragazze si separano e allontanano l'una dall'altra, trovandosi sole. Dovranno recarsi dall'arcimaga Binah e mettersi alla ricerca dei talismani che le aiuteranno a salvare la loro nazione.

    ha scritto il 

  • 4

    Un racconto fantasy e avventuroso al 100%, con incantesimi e creature, fughe e inseguimenti, scopi da raggiungere e un regno da salvare.
    Più fantasioso e spensierato della serie di Darkover, ma altrettanto godibile e piacevole da leggere.

    ha scritto il 

  • 0

    La storia prometteva benissimo, ho iniziato la lettura credendoci.. Ma non mi ha preso.. stile poco fresco, personaggi stereotipati ed un cattivo... poco credibile! Non sono riuscita a finirlo. Ci riproveró, lo giuro.

    ha scritto il 

  • 3

    In verità sarebbero due stelle e mezzo.

    Ringrazio Shainareth per avermi prestato il libro.


    Non è né avvincente né particolarmente brillante, e non avendo mai letto nulla della Marion Zimmer Bradley - e men che meno delle altre due autrici che hanno collaborato per scrivere questo libro - ci sarei potuta rimanere male, poiché la ...continua

    Ringrazio Shainareth per avermi prestato il libro.

    Non è né avvincente né particolarmente brillante, e non avendo mai letto nulla della Marion Zimmer Bradley - e men che meno delle altre due autrici che hanno collaborato per scrivere questo libro - ci sarei potuta rimanere male, poiché la sua fama non rende per nulla giustizia a quello che ho letto.
    Tre stelle - in verità due e mezzo, come da titolo - perché, nonostante tutto è stata una lettura piacevole. Non sempre, a dire il vero, ma tutto sommato posso dire di aver letto di peggio.
    Le tre protagoniste non brillano affatto per inventiva, anzi, sono tutte e tre stereotipate, così come gli eventi, tutti piuttosto prevedibili. Finale tutto rosa e fiori, come ogni buona favola che si rispetti...
    L'unico che ho apprezzato davvero è stato il principe Antar, coerente e vero nelle sue emozioni.
    Da leggere, forse, ma senza aspettarsi nulla. Difatti, per questo, farò finta di non aver mai letto nulla della Marion Zimmer Bradley, né delle altre due autrici, tanto per non screditare nessuno.

    ha scritto il 

  • 3

    Piacevole lettura per adolescenti

    Avevo iniziato questo romanzo tempo fa, fermandomi tuttavia al prologo per scarso interesse. Dopo più di dieci anni m'è venuta voglia di riprenderlo in mano, ovviamente ricominciando dalla prima pagina e, questa volta, portando a termine la lettura.
    Confesso che i primi capitoli mi hanno la ...continua

    Avevo iniziato questo romanzo tempo fa, fermandomi tuttavia al prologo per scarso interesse. Dopo più di dieci anni m'è venuta voglia di riprenderlo in mano, ovviamente ricominciando dalla prima pagina e, questa volta, portando a termine la lettura.
    Confesso che i primi capitoli mi hanno lasciato assai interdetta e mi sono più volte chiesta che ne fosse degli avvincenti romanzi di Marion Zimmer Bradley. Mi è persino sorto un dubbio atroce: quello che avevo fra le mani era uno dei peggiori da lei scritto, oppure sono io ad essere cambiata dai tempi in cui lessi i primi volumi del Ciclo di Avalon? (Che adesso, per forza di cose, dovrò leggere di nuovo, completo di tutti i tomi che sono stati pubblicati nel frattempo.)
    Andando avanti, comunque, sono riuscita a trovarlo interessante, benché Il Giglio Nero sia ben lontano da essere considerato un capolavoro o anche solamente un bel romanzo d'avventura fantasy, vista la prevedibilità di quasi tutti gli eventi. Piacevole è l'unica parola che mi sento di attribuirgli.
    Insomma, un buon passantempo per chi ha voglia di una lettura poco impegnativa.

    ha scritto il 

  • 4

    Un triplice storia davvero carina

    Questo libro in realtà sono tre storie intrecciate a formare un'unica corda narrativa che sa legarti a se e portarti in un mondo dove poter vivere tante avventure.
    Stupende le ambientazioni e le caratteristiche dei vari personaggi, stupenda la definizione di magia e stupendo il finale, anch ...continua

    Questo libro in realtà sono tre storie intrecciate a formare un'unica corda narrativa che sa legarti a se e portarti in un mondo dove poter vivere tante avventure.
    Stupende le ambientazioni e le caratteristiche dei vari personaggi, stupenda la definizione di magia e stupendo il finale, anche se un po' la visione d'insieme del mondo mi sta strettina, ma devo riconoscere che è davvero un bel libro :)

    ha scritto il