Il Signore degli Anelli

Di

Editore: Rusconi

4.6
(21332)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 1366 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Spagnolo , Tedesco , Francese , Catalano , Polacco , Svedese , Finlandese , Olandese , Portoghese , Russo , Ungherese , Sloveno , Norvegese , Greco , Danese

Isbn-10: 8818123696 | Isbn-13: 9788818123692 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Vicky Alliata di Villafranca ; Curatore: Quirino Principe ; Contributi: Elémire Zolla ; Illustrazione di copertina: Piero Crida

Disponibile anche come: Cofanetto , Copertina rigida , Rilegato in pelle , Altri , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Viaggi

Ti piace Il Signore degli Anelli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Il Signore degli Anelli" è un romanzo di avventure in luoghi remoti e terribili, di episodi d'inesauribile allegria, di segreti paurosi che si svelano a poco a poco, di draghi crudeli e alberi che camminano, di città d'argento e di diamante poco lontane da necropoli tenebrose in cui dimorano esseri che spaventano al solo nominarli, di eserciti luminosi e oscuri. Tutto questo in un mondo immaginario ma ricostruito con cura meticolosa, e in effetti assolutamente verosimile, perché dietro i suoi simboli si nasconde una realtà che dura oltre e malgrado la storia: la lotta, senza tregua, fra il bene e il male.
Ordina per
  • 5

    PASSIONE TOTALE

    L'ho letto tanti anni or sono, in una stagione molto lontana della mia vita e purtroppo il tempo ha calato ineluttabilmente le nebbie dell'oblio sulle suggestioni e sulle vibrazioni di quel sortilegio ...continua

    L'ho letto tanti anni or sono, in una stagione molto lontana della mia vita e purtroppo il tempo ha calato ineluttabilmente le nebbie dell'oblio sulle suggestioni e sulle vibrazioni di quel sortilegio. Tuttavia rimango ancor oggi persuasa che sia stato il libro più appassionante e perfetto che abbia mai letto. Ricordo emozioni fortissime quando lo aprivo e ci entravo, come attraverso una porta mi proiettavo in un mondo incantato, totalmente immersa, anima, mente, cuore. Durante la sua lettura mi sono tramutata in un essere asociale e insonne. Quando, dopo vari anni, ho saputo della trasposizione cinematografica, ho provato un senso di tradimento e di gelosia, come se mi si stesse per derubare di un tesoro intimo per deturparlo con un'interpretazione sicuramente imperfetta, per gettarlo alla mercè del mondo intero, per commercializzarlo...Sigh!  Allo stesso tempo trepidavo nell'attesa che uscisse al cinema...che masochista! In fondo il film è stato ben realizzato, anche se è inevitabile per un lettore trovare delle distorsioni rispetto alla sua personalissima interpretazione e cogliere ogni taglio nella traduzione da scritto a visivo.

    ha scritto il 

  • 5

    Scrivere una recensione sul Signore degli Anelli senza andare a sbattere in mille luoghi comuni e in cose trite e ritrite è praticamente impossibile. Che dire, Tolkien ha creato un mondo tutto suo che ...continua

    Scrivere una recensione sul Signore degli Anelli senza andare a sbattere in mille luoghi comuni e in cose trite e ritrite è praticamente impossibile. Che dire, Tolkien ha creato un mondo tutto suo che va oltre questo libro ed è tutto da scoprire! Secondo me va oltre anche rispetto al classico fantasy, è proprio una cosa a parte! Molti dicono che l'autore è un po' prolisso nelle descrizioni ma io penso che questo sia una delle cose fantastiche di questo libro e che ha permesso anche la riuscita di una trilogia di film da urlo. Certo, deve piacere come genere se no non arrivate nemmeno a Tom Bombadil e vi perdere in mezzo ai personaggi luoghi e intrecci di storia che vi faranno perdere ogni interesse.

    ha scritto il 

  • 5

    [DISCLAIMER] Questo commento nasce da un'esigenza ironica e non vuole screditare né il libro né l'autore né gli altri lettori [/DISCLAIMER]

    Quando scegli come protagonista un hobbit e non un allevator ...continua

    [DISCLAIMER] Questo commento nasce da un'esigenza ironica e non vuole screditare né il libro né l'autore né gli altri lettori [/DISCLAIMER]

    Quando scegli come protagonista un hobbit e non un allevatore di piccioni-viaggiatori, il risultato sono tre libri da 500 pagine circa l'uno.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per