Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il Vangelo di Maria Maddalena

Di

Editore: Piemme (Narrativa)

4.0
(530)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 466 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8838476292 | Isbn-13: 9788838476297 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Roberta Maresca

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback , Altri

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Il Vangelo di Maria Maddalena?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando Maureen Paschal, giovane giornalista nota per le sue ricerche sulla figura di Maria Maddalena, riceve una lettera da Bérenger Sinclair, un nobile scozzese che la invita nel suo castello in Francia il giorno del solstizio d'estate per rivelarle un segreto che la riguarda, non sa che si sta lanciando in un'avventura densa di misteri e di morte. Guardando una fotografia di Maureen, Sinclair ha riconosciuto l'anello che la donna ha al dito, donatole da un antiquario di Gerusalemme. Secondo la leggenda, solo l'eletta può portarlo, colei a cui è dato di scoprire i papiri segreti che Maria Maddalena ha portato con sé fuggendo dalla Galilea, e che sono nascosti in Linguadoca. Sono testi rivoluzionari, che molti hanno cercato invano di recuperare nel corso dei secoli e che raccontano del legame tra la Maddalena e Gesù, e dei figli nati dal loro matrimonio. Ma Sinclair non è l'unico a interessarsi ai preziosi papiri. Anche una setta segreta, la temibile Corporazione dei Giusti, è disposta a tutto, persino all'omicidio, pur di impadronirsene.
Ordina per
  • 4

    il vangelo di Maria Maddalena

    Mi e' piaciuto molto...infatti l'ho finito prestissimo.
    Lo si valuta sulla scia dei romanzi di dan brown...certamente meno thriller, ma si difende bene...l'autrice nella postfazione afferma che non e' tutta fiction...chissa'...
    Attendo di leggere i due successivi romanzi...trattasi di ...continua

    Mi e' piaciuto molto...infatti l'ho finito prestissimo.
    Lo si valuta sulla scia dei romanzi di dan brown...certamente meno thriller, ma si difende bene...l'autrice nella postfazione afferma che non e' tutta fiction...chissa'...
    Attendo di leggere i due successivi romanzi...trattasi di trilogia...
    e.

    ha scritto il 

  • 4

    Io amo Maria Maddalena

    Ho terminato questo libro da un po' e solo ora trovo il tempo per recensirlo.
    Manca ancora il terzo capitolo della saga, quindi non mi sono fatta un'idea bene precisa. Posso solo dire che il libro mi è piaciuto molto. Io sono una cultrice di Maria Maddalena, un'autentica appassionata e ho ...continua

    Ho terminato questo libro da un po' e solo ora trovo il tempo per recensirlo.
    Manca ancora il terzo capitolo della saga, quindi non mi sono fatta un'idea bene precisa. Posso solo dire che il libro mi è piaciuto molto. Io sono una cultrice di Maria Maddalena, un'autentica appassionata e ho amato la minuziosità con la quale l'autrice la descrive. Sono andata a ricercare ogni quadro, ogni luogo descritto nel libro.
    Ho apprezzato la trama, sempre incentrata su Maureen Paschal, una scrittrice femminista, decisa a riabilitare la memoria di grandi donne del passato. Attraverso i suoi studi la protagonista si imbatte in sconcertanti verità di cui è depositaria inconsciamente.
    Non mi soffermo sulla parte AGNOSTICA della storia, sta al lettore interpretarla come meglio crede. Personalmente sono scettica ma allo stesso tempo non ci troverei nulla di sconcertante.
    Buona lettura a voi ;)

    ha scritto il 

  • 4

    4 STELLINE CON RISERVA - Non sarà troppo femminista questo libro?

    La storia di Gesù, quella della chiesa intendo, fa acqua da tutte le parti. Il Vangelo della Maddalena, lo accetto, mi sembra credibile. Secondo me, però, la scrittrice ha è troppo calcato la mano sul fatto che le donne siano state TUTTE fraintese o denigrate. Sono sicura per la Maddalena (dentro ...continua

    La storia di Gesù, quella della chiesa intendo, fa acqua da tutte le parti. Il Vangelo della Maddalena, lo accetto, mi sembra credibile. Secondo me, però, la scrittrice ha è troppo calcato la mano sul fatto che le donne siano state TUTTE fraintese o denigrate. Sono sicura per la Maddalena (dentro di me dico...), ma Maria Antonietta, Salomé e Lucrezia Borgia? Dopo 2000 anni di totale maschilismo non stiamo esagerando con il femminismo? Metà a metà? Accettare che nella storia ci siano donne e uomini giusti e donne e uomini altrettanto ingiusti? In questo senso la scrittrice non mi è sembrata obiettiva e solo per questo avevo dato 3 stelline, prima di leggere gli altri due però...

    ha scritto il 

  • 3

    Il finale mi ha un po' delusa..... far vedere la chiesa come buona e aperta a nuove rivelazioni è stata proprio una cosa ridicola e banale....d'altronde quando le edizioni sono Piemme.....

    ha scritto il 

  • 1

    al di là del contenuto romanzato a sfondo pseudo-religioso, sembra la brutta copia del Codice da Vinci. Purtroppo non possiede la piacevole scorrevolezza della lettura. O meglio, la lettura non è difficile, ma sa tanto da minestra riscaldata

    ha scritto il 

  • 4

    LA riabilitazione della Maddalena è un tema interessante. La McGowan dice di aver studiato a lungo, arrivando a romanzare pezzi di vita della Maddalena. La protagonista Maureen vive una vicenda che la collega direttamente con la moglie di Gesù, e questa è la cosa più interessante, anche se dobbia ...continua

    LA riabilitazione della Maddalena è un tema interessante. La McGowan dice di aver studiato a lungo, arrivando a romanzare pezzi di vita della Maddalena. La protagonista Maureen vive una vicenda che la collega direttamente con la moglie di Gesù, e questa è la cosa più interessante, anche se dobbiamo dire che la trama, se non consideriamo i misteri svelati, perde un po'. Una lettura piacevole.

    ha scritto il 

  • 0

    Mi stupisce un po’ e anche un po' intristisce, leggere dello stupore di alcuni lettori/lettrici di fronte alle scoperte “incredibili” che l'autrice rivela in questo libro. Non trovo sia giusto dare tale merito a questa scrittrice; ci sono studi e studi che hanno indagato la storia delle religion ...continua

    Mi stupisce un po’ e anche un po' intristisce, leggere dello stupore di alcuni lettori/lettrici di fronte alle scoperte “incredibili” che l'autrice rivela in questo libro. Non trovo sia giusto dare tale merito a questa scrittrice; ci sono studi e studi che hanno indagato la storia delle religioni (e delle società) sotto una luce diversa da quella imposta dai grandi monoteismi maschili. Ricerche che hanno esplorato quali siano stati i rapporti storici aldilà della retorica dei “vincitori” di turno. Questi libri sono ormai in buon numero, rigorosi e puntuali. Parlo di saggi storici, non di sedicenti teorie complottistiche. Possibile si debba sempre (o quasi) attendere che sia un prodotto commerciale e sensazionalistico, ad accendere la miccia dell'interesse e della voglia di vedere oltre? comunque, posto che a volte il “la” può esser dato da un libro che tratta un tema serissimo in modo commerciale, va bene, in fondo niente di male…ma dopo la scintilla, bisogna andare avanti e non pensare che questo libro sia frutto di chissà quale genio o illuminato/a. Si è presa anni di studi altrui e li ha resi in forma digeribile e cinematografica. Ripeto, va bene…ma non si pensi che sia farina del suo sacco.
    Anzi per me risulta anche dannoso nei confronti della divulgazione di certi concetti. L’effetto è quello di far relegare certe teorie (che sono solo ancora “teorie” solo perché la dottrina, ancora troppo imbevuta di servilismo nei confronti dei vari istituti di potere ecclesistico, non vuole accoglierle), nel mare delle speculazioni strampalate di visionari che vogliono solo trovare complotti ovunque.
    E scrive pure maluccio

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Io voglio credere???

    Devo ammettere che questo libro mi ha alquanto de stabilizzato.
    All'inizio pensavo che leggendolo mi sarei ritrovata di fronte l'ennesimo volume di fantasia con suspance, colpi di scena e bla bla bla..... ma mentre andavo avanti con la lettura mi sono resa conto che qualcosa non andava. Le ...continua

    Devo ammettere che questo libro mi ha alquanto de stabilizzato.
    All'inizio pensavo che leggendolo mi sarei ritrovata di fronte l'ennesimo volume di fantasia con suspance, colpi di scena e bla bla bla..... ma mentre andavo avanti con la lettura mi sono resa conto che qualcosa non andava. Le situazioni, i personaggi e i luoghi erano cosi' ben descritti e delineati che i dubbi hanno cominciato a frullarmi nella testa. E se cio' che l'autrice ha scritto su Gesu' e Maddalena fosse vero? Se effettivamente ci avessero fatto credere cio' che la Chiesa voleva farci credere?
    All'inizio dicevo ma si e' solo un racconto! Pero' il dubbio mi e' restato anche perche' mi e' risultato cosi' semplice credere in questo Gesu' piuttosto che a quello che ti insegnano al catechismo. Qui e' un essere umano vivo reale con le sue pene d'amore e le sue gioie che si faceva cose straordinarie ma era sempre un uomo semplice che giocava con i suoi figli!
    Arrivata alla fine del libro ero molto confusa e per cercare chiarimenti su cio' che pensavo ho letto la postfazione dell'autrice e cosa leggo..... e' tutto vero!!!!!
    L'autrice ha cercato queste informazioni ed e' stata iniziata ai misteri di Maria Maddalena. Ora non so se credere o meno ma, mi prenderete per blasfema, mi piace credere di piu' a questa versione che a quella "ufficiale" perche' nel corso dei secoli la Chiesa ha rimaneggiato talmente tanto le informazioni che la verita' si e' persa per sempre.

    ha scritto il 

Ordina per