Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il Vangelo secondo Biff

Amico d'infanzia di Gesù

Di

Editore: LIT - Libri in tasca

4.1
(2226)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 574 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese , Polacco , Portoghese , Spagnolo

Isbn-10: 8865830018 | Isbn-13: 9788865830017 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Chiara Brovelli

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Humor , Religion & Spirituality

Ti piace Il Vangelo secondo Biff?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Tutti sanno come è nato e come è morto Gesù. La stella cometa, la mangiatoia, i Re Magi; e poi la passione, la crocifissione. Ma che cosa ha combinato dall'infanzia ai trent'anni? Su richiesta del Messia, a duemila anni dalla sua morte, un angelo fa resuscitare il suo migliore amico, Levi detto Biff, a cui spetta il compito di scrivere un nuovo Vangelo che racconti finalmente la vera storia di Gesù di Nazaret. E quella di Biff è un'epopea ricca di miracoli, viaggi, scoperte, per non parlare di demoni, morti viventi, kung fu, folli monaci tibetani e pupe da sballo. Forse nemmeno l'astuzia e la devozione del migliore amico riusciranno a risparmiare al Salvatore il suo tragico destino, ma Biff non permetterà che si sacrifichi e ascenda al cielo senza aver lottato per impedirlo!
Ordina per
  • 4

    In questo libro si ride. Tutto è scritto con grande ironia, e la lingua tagliente di Biff, unita con la stupidità tipicamente umana sua e di molti dei personaggi che incontreranno, ci strapperanno fio ...continua

    In questo libro si ride. Tutto è scritto con grande ironia, e la lingua tagliente di Biff, unita con la stupidità tipicamente umana sua e di molti dei personaggi che incontreranno, ci strapperanno fior di sorrisi quando non aperte risate. Si ride, ma anche si pensa, grazie a spunti filosofici notevoli. Non sembra così improbabile che la formazione di Gesù sia stata davvero simile a quella raccontata qui. E non è neppure minimamente blasfemo, almeno non sembra.

    ha scritto il 

  • 3

    Lamb mi è sempre stato presentato come il capolavoro di Christopher Moore. Ho amato Bloodsucking Fiends e seguiti, ma sapevo che mi stavo tenendo da parte il meglio, che quello che trovavo di suo già ...continua

    Lamb mi è sempre stato presentato come il capolavoro di Christopher Moore. Ho amato Bloodsucking Fiends e seguiti, ma sapevo che mi stavo tenendo da parte il meglio, che quello che trovavo di suo già grandioso non era che la punta dell'iceberg.
    Sapevo già che avrei amato Lamb. Mi sbagliavo.

    Per quanto trovi Moore sempre molto divertente, questa versione della storia di Gesù non è riuscita a conquistarmi. Le ragioni sono diverse:
    - A volte lo stacco tra l'umorismo e i momenti drammatici è troppo netto, specie perché in certi punti si sfiora il demenziale — di conseguenza non si sa mai bene come reagire quando le cose si fanno serie;
    - La formazione di Gesù, procedendo a tappe, è episodica, e quello che viene imparato non ha necessariamente un riscontro pratico alla fine;
    - Se da una parte si può percepire una crescita in Gesù, se non altro nel capire appieno il suo compito, nel trovare un messaggio da comunicare e nell'imparare a usare il sarcasmo, lo stesso non si può dire di Biff, che rimane identico spiccicato dall'inizio alla fine, senza mai per esempio dubitare di Gesù o anche solo desiderare ogni tanto di essere qualcosa di più della spalla del figlio di dio;
    - Ero convinto che la parte con Raziel avesse una funzione maggiore di quella di cornice (fa da prologo ed epilogo), pretesto (Biff viene riportato in vita nel ventunesimo secolo per scrivere la sua versione del vangelo) e siparietto (alcuni capitoli sono introdotti da momenti dal ventunesimo secolo), e invece no.

    Ho preferito l'inizio e la fine alla parte centrale. In generale non posso dirmi poi così deluso: è un libro carino, con belle gag e qualche colpo di genio. A giudicare dalla stragrande maggioranza delle recensioni, però, avrebbe potuto toccarmi molto di più.

    ha scritto il 

  • 2

    La noia mi ha travolta

    A parte qualche battuta divertente e l'originalità nel trattare l'argomento, la verità è che dopo un buon inizio mi sono annoiata a morte. Non l'ho finito, lo ammetto, mancava poco ma non ce l'ho fatt ...continua

    A parte qualche battuta divertente e l'originalità nel trattare l'argomento, la verità è che dopo un buon inizio mi sono annoiata a morte. Non l'ho finito, lo ammetto, mancava poco ma non ce l'ho fatta. Andavo avanti per inerzia e ho quindi deciso di desistere. Alla prossima, Moore.

    ha scritto il 

  • 2

    Ironico ma estenuante vangelo alternativo

    Provare ad immaginare la vita di Gesù negli anni non coperti dai vangeli ufficiali e farla raccontare dal suo ipotetico migliore amico: questo è il succo del lungo romanzo di Christopher Moore.
    Il rac ...continua

    Provare ad immaginare la vita di Gesù negli anni non coperti dai vangeli ufficiali e farla raccontare dal suo ipotetico migliore amico: questo è il succo del lungo romanzo di Christopher Moore.
    Il racconto parte, quindi, dagli anni dell'infanzia, sviluppandosi tra trovate divertenti, domande profane e libere rivisitazioni degli episodi più noti, per arrivare fino al noto epilogo (anch'esso arricchito con qualche licenza di fantasia).
    Ma se all'inizio lo stile moderno e ironico (che sfiora il limite dell'irriverenza, senza mai superarlo veramente) sembra la chiave giusta per un'interpretazione che oscilla tra satira e sostanziale rispetto, tra parodia e deferenza, la mole dell'opera stempera il piacere della lettura, che si rivela troppo presto un po' noiosa ed, in fin dei conti, faticosa.

    ha scritto il 

  • 1

    A un certo punto, dopo scontri con mostri, allenamenti di kung fu e judo, incontro con lo yeti (cioè, signori, il noto abominevole uomo delle nevi), battute da film hollywoodiani non proprio d'autore, ...continua

    A un certo punto, dopo scontri con mostri, allenamenti di kung fu e judo, incontro con lo yeti (cioè, signori, il noto abominevole uomo delle nevi), battute da film hollywoodiani non proprio d'autore, m'aspettavo quanto meno l'avvistamento di un ufo ... ma ci si deve accontentare.
    Per il film suggerirei Norris o, visto il livello della sceneggiatura, Seagal.

    Si salva poco, quasi nulla, mezza pagina forse.

    ha scritto il 

  • 5

    Felice, anzi felicissima, di averlo incontrato per caso al BookPride di Milano. Un ottimo libro, scritto benissimo e divertente. Capace, nonostante la spiccata ironia, di portare a profonde riflession ...continua

    Felice, anzi felicissima, di averlo incontrato per caso al BookPride di Milano. Un ottimo libro, scritto benissimo e divertente. Capace, nonostante la spiccata ironia, di portare a profonde riflessioni.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    F AAAAAAAAA NNNNNNNNN TAAAAAAAAAA STICO

    Appena iniziato,
    mi fa molto ridere

    l'angelo che vuole chiedere a Dio di farlo diventare come spiderman
    Biff che vuole farsi la Madonna

    la logica lavorativa ...... no alberi solo sassi ... meglio lo s ...continua

    Appena iniziato,
    mi fa molto ridere

    l'angelo che vuole chiedere a Dio di farlo diventare come spiderman
    Biff che vuole farsi la Madonna

    la logica lavorativa ...... no alberi solo sassi ... meglio lo scalpellino

    da cappottarsi ....

    per ora entra tra i miei preferiti di sempre, speriamo duri fino alla fine

    --------------------------
    altre 100 pagine ... UN MITO DI LIBRO

    biff che dice a gesù di tenere fermo l'angelo per picchiarlo!!!!!!!!!!!!

    biff che dice a gesù:
    se dio è ovunque perchè tu sei solo?

    e l'angelo che non vuole dire a gesù se può fare sesso o no!

    cos'è il sesso .... è bagnato.

    davvero spassoso

    -----------------------------

    ospitata da Baldassarre ... questa parte non molto divertente, e l'enigma della porta non mi prende un gran chè

    -------------------------------

    Gesù è andato a fare un cazziatone a Dio ...

    ========================

    la migliore battuta del libro letta fino ad ora

    "dio ha detto di mandare gli uomini a farsi fottere" ....

    =======

    un po' forzata la storia della sacra sindone e dei sanniti

    divertente il kama sutra e la moltiplicazione del riso

    e il mitico giovanni battista che battezza chiunque gli passi tra le mani!!!!!!!!!!

    quasi finito, ancora una 50 di pagine

    ===============

    e gli apostoli divennero 15 ... uno invisibile

    ============

    ai poveri viene promesso il paradiso

    ai beati?
    un cesto di frutta

    (ho riso per mezz'ora) ..............

    ha scritto il 

  • 4

    "Quindi è questo che stai pensando di fare? Vuoi portare Dio a tutti?". "Sì. Ma dopo aver schiacciato un pisolino".

    Solo l'idea per me vale le quattro stelle e se questo non bastasse il libro è cosparso di brani letteralmente esilaranti. A mio avviso la parte migliore è la visita a Baldassarre!

    ha scritto il 

Ordina per