Il bacio dell'Highlander

Di

Editore: Leggereditore

4.2
(103)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 400 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8865082658 | Isbn-13: 9788865082652 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Marilisa Pollastro

Genere: Rosa , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il bacio dell'Highlander?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
4° serie Highlander

Stregato da un potente incantesimo, Drustan MacKeltar ha dormito per quasi cinque secoli nascosto nelle profondità di una grotta, fin quando un improbabile salvatore lo ha svegliato: una ragazza seducente come nessun’altra.
Gwen Cassidy è venuta in Scozia per scuotere la sua vita monotona e forse incontrare un uomo. Come poteva sapere che cadere in un burrone l’avrebbe spedita tra le braccia dell’uomo più affascinante che avesse mai visto?
Nel futuro del mondo di Drustan restano solo rovine, e lui sa che deve tornare al passato se vuole salvare il suo popolo; ma per farlo ha bisogno di avere al suo fianco una donna unica. Legato a Drustan da una passione più forte del tempo, Gwen si ritrova nella Scozia del XVI secolo, dove un nemico infido complotta contro di loro, al fianco di un guerriero in grado di cambiare la storia e sfidare ogni istante del tempo per la donna che ama.
Può un amore essere immortale, oltre ogni luogo e ogni Era?
Ordina per
  • 4

    Mi è venuta una stranissima voglia di andare in Scozia...
    Scherzi a parte il libro è molto bello e devo ammettere che non avrei scommesso sul finale fino alla fine

    ha scritto il 

  • 5

    Come sempre questa stupenda autrice non delude mai!!!
    La storia d'amore che ci viene proposta e tra due persone molto simili ma così diverse dato che sono nate e cresciute in epoche diverse.
    L'amore ...continua

    Come sempre questa stupenda autrice non delude mai!!!
    La storia d'amore che ci viene proposta e tra due persone molto simili ma così diverse dato che sono nate e cresciute in epoche diverse.
    L'amore però si sa è capace di colmare le differenze in batter d'occhio....oppure in un batter di secoli ;)....ah ah ah
    Lei una fisica che incappa in un signore medievale "ibernato" per 500 secoli, lei una donna che non è mai uscita dall'ordinario decide di donare il "suo frutto" a questo potente e magnifico signore che riconosce il lei la sua anima gemella...
    Sebbene Gwen si ritenga una persona calma e posata e forse un'po dimessa è capace che grande tenacia nel momento in cui il suo amore è in pericolo ed è disposta a tutto per di far ricordare all'uomo che ama la loro breve ed intensa storia d'amore...come lo farà è tutto un programma fortuna vuole che avrà degli aiutanti che sapranno darle ciò di cui ha bisogno...

    ha scritto il 

  • 4

    Alla fine mi affeziono! Anche qui, come in tutta la serie, i protagonisti sono assolutamente stereotipati (e extradotati!!) ma almento questa volta non si preoccupano di fare solo pargoli!!Spero che i ...continua

    Alla fine mi affeziono! Anche qui, come in tutta la serie, i protagonisti sono assolutamente stereotipati (e extradotati!!) ma almento questa volta non si preoccupano di fare solo pargoli!!Spero che il prossimo sul fratello oscuro, sia più interessante!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Stranamente io e i libri della Moning solitamente non andiamo troppo d'accordo, infatti fino ad ora i suoi libri mi erano sempre sembrati poco approfonditi e diciamoci la verità soprattutto quando si ...continua

    Stranamente io e i libri della Moning solitamente non andiamo troppo d'accordo, infatti fino ad ora i suoi libri mi erano sempre sembrati poco approfonditi e diciamoci la verità soprattutto quando si parla di viaggi nel tempo , le spiegazioni lasciano quasi sempre a desiderare, eppure tutto sommato questo libro l'ho letto con molto piacere , e per me è stata una cosa che proprio non mi aspettavo visto i precedenti con i suoi libri.
    Questo libro è il 4° di questa serie dedicata agli Highlander , ma vi posso assicurare che anche se non avete letto i precedenti non sarà un problema leggerlo, io per esempio ho saltato il terzo libro (il precedente di questo) e non ho avuto nessun problema a capire la storia, perché ogni libro non ha molto in comune a parte il fatto che i protagonisti maschili sono dei bei maschioni scozzesi , e le protagoniste femminile si ritrovano catapultate nel passato .

    Ma veniamo alla storia ...
    Gwen è un personaggio femminile che mi è stata subito simpatico, è una donna intelligente e indipendente eppure nella sua vita sente che manca qualcosa di fondamentale, forse l'amore e un uomo che la ami, ma a causa della sua infanzia con due genitori poco affettuosi crede che lei stessa non sia capace di amare .
    Decide per varie ragioni (una forse più che stupidella , ma lascio decidere a voi) di fare un viaggio in Scozia , solo che si ritrova a dover fare un viaggio con una banda di pensionati che seppur simpatici non hanno molto a che spartire con una 25enne .
    Mentre fà una passeggiata nei pressi del lago Loch Ness , cade in un crepa, e si ritrova addosso ad un uomo che a primo impatto sembra vivo ma dormiente.
    Ora mi fermo qui perché vi ho già detto abbastanza, e comunque il libro si può dire che inizia veramente da qui in poi visto che questo sarà il primo incontro fra Drustan e Gwen .
    Ve lo immaginate un Highlander del XVI secolo mentre viaggia su un'automobile ? O che indossa un paio di jeans attillati che non sa nemmeno come infilarsi abituato com'è a portare il kilt con sotto niente addosso ?
    Insomma questa strana vicinanza fra Gwen e Drustan crea un'atmosfera ironica sotto un punto di vista , ma anche profonda fra i due visto che condividono un'esperienza unica tutti e due.
    Drustan però non può rimanere nel presente , deve ritornare nel passato obbligatoriamente per salvare il suo clan , e decide di portare con sé Gwen che ignara di tutto si ritrova sola e catapultata nel passato visto che le cose non vanno come sperava il bell' Highlander.
    Stavolta sarà Gwen a doversi abituare ad una realtà diversa da quella in cui è cresciuta , e dovrà anche far in modo di salvare il clan dei MacKeltar, e farsì che il suo guerriero scozzese ritrovi la memoria visto che Drustan sembra non aver memoria di lei.
    Mi fermo qui perché vi ho già svelato parecchio, e non voglio dirvi oltre.
    La storia è carina, mi è piaciuta e soprattutto il finale non è come me lo aspettavo, nel senso che questo libro lascia un pesante indizio per la storia successiva che credo riguardi il fratello di Drustan, che abbiamo già conosciuto in questo stesso libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Non sono un'amante dei libri time-travel ma questo vale decisamente la pena di essere letto. Notevolmente accattivante la storia e estremamente ben tratteggiati i due personaggi principali ed anche qu ...continua

    Non sono un'amante dei libri time-travel ma questo vale decisamente la pena di essere letto. Notevolmente accattivante la storia e estremamente ben tratteggiati i due personaggi principali ed anche quelli secondari.
    Un libro da leggere tutto d'un fiato.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Viaggio prenotato nelle Highlands scozzesi! *_*

    Tutte le volte che leggo questi libri il mio desiderio di partire e di andare in Scozia diventa enorme e irrefrenabile. Sarà perchè Karen è brava a descrivere i miti e le leggende del luogo, sarà perc ...continua

    Tutte le volte che leggo questi libri il mio desiderio di partire e di andare in Scozia diventa enorme e irrefrenabile. Sarà perchè Karen è brava a descrivere i miti e le leggende del luogo, sarà perchè le sue storie d'amore finiscono sempre talmente bene da scaldare il cuore... Non so. Ma ho già deciso dove andrò quest'estate in vacanza *_*
    Ora però veniamo a noi. Tra tutti e quattro i libri degli Highlander finora usciti questo è certamente il più divertente e ironico. Si ride dall'inizio alla fine con le vicende dei due protagonisti e con le loro gaffes continue. Forse però, e proprio per questo, è anche il libro dove c'è meno "sostanza". Mi è piaciuto per carità ma come sempre l'amore tra i due è fulmineo, istantaneo, secco e deciso. Ciò mi fa domandare perchè cose simili non capitino anche a me una buona volta nella vita. XD
    In sostanza non succede nulla di che se non le scaramucce di Gwen e Drustan, il loro inseguirsi e sfuggirsi finchè la memoria benedetta non torna. Insomma la minaccia che si profilava all'inizio viene risolta in una trafiletto in uno dei capitoli finali ed era anche piuttosto prevedibile.
    Nonostante tutto, Karen ha scritto una storia d'amore fatta di gioie e di colpi di scena fino alla fine. Ed è la cosa più bella di questo libro, sognare di poter trovare un Highlander prima o poi che ci aspetti addormentato per cinquecento anni (con villa e lascito danaroso in eredità!)
    Ora la curiosità principale è per la storia di Dageus! Sarà davvero diventato cattivo?? °_°

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo!!!!

    Volevo davvero aspettare la versione cartacea di questo libro x' ci tenevo a leggerlo, come il precedente, in maniera tradizionale diciamo...ma non sono riuscita a trovarlo in libreria e così ho cedut ...continua

    Volevo davvero aspettare la versione cartacea di questo libro x' ci tenevo a leggerlo, come il precedente, in maniera tradizionale diciamo...ma non sono riuscita a trovarlo in libreria e così ho ceduto all'e-book, ero troppo curiosa! Io adoro la Moning e questo libro non mi ha certo delusa anzi, è diventato subito il mio preferito della serie! Adoro gli highlanders (ma và? :P ) dal cuore tenero e poi parliamoci chiaro Drustan è davvero da urlo! Ma a parte questo mi sono piaciuti davvero entrambi i protagonisti, mi è piaciuta la piccola storia collaterale all'interno della famiglia di lui, mi è piaciuto il finale tra loro, assolutamente inaspettato e ancora una volta mi sono stupita di come la Moning riesca a gestire i salti nel tempo con assoluta nonchalance, nonostante l'argomento non sia x niente facile. Peccato solo una cosa...con quel finale lì...come farò ad aspettare il prossimo???????????????? Sono troppo curiosa!!! Bello, bello, bello non sarà storicamente "impegnato" come i mattonazzi della Gabaldon (che personalmente ho abbandonato senza troppi rimpianti a metà del terzo libro) ma è spiritoso, divertente, a tratti anche comico, romantico, dolce e assolutamente scorrevole, io l'ho letto in 3 ore due sere fa e già sono in crisi d'astinenza! :)

    ha scritto il