Il bacio della notte

Di

Editore: Fanucci

4.0
(310)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 326 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8834717805 | Isbn-13: 9788834717806 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alberto Cassani

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il bacio della notte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Dark Hunters Series 5

Wulf Tryggvasen è un antico guerriero vichingo che possiede un vantaggioso, ma estremamente irritante, potere amnesico. A causa di questa sua singolarità, nessuno tra quelli che lo incontrano può ricordarsi di lui dopo soli cinque minuti. E questo, se da un lato gli facilita i piacevoli incontri notturni, dall’altro gli rende quasi impossibile costruire una relazione significativa; e senza un vero amore, come ogni Cacciatore della notte sa bene, non potrà mai rientrare in possesso della sua anima, a meno che non conoscerà di nuovo la forza della passione...
Ordina per
  • 4

    Bello come al solito

    M piace rimanere un pò sulle spine, ma è impossibile leggerli a troppa distanza l'uno dall'altro, diventa un tale casino ricordarsi tutto. Serve una tabella o un riassuntino da qualche parte!!!!!!
    App ...continua

    M piace rimanere un pò sulle spine, ma è impossibile leggerli a troppa distanza l'uno dall'altro, diventa un tale casino ricordarsi tutto. Serve una tabella o un riassuntino da qualche parte!!!!!!
    Apparte questo dettaglio è bello leggere questa serie, e son stra contenta di non essere alla pari con le uscite sarei impazzita. Dovrei riprenderli ogni volta che ne esce uno!

    ha scritto il 

  • 4

    E' tanto che non leggevo la Kenyon, è stato un bene perché mi stava annoiando.
    Ho trovato questo libro carino ma non eccezionale, una lettura di svago che mi ha fatto trascorrere delle piacevoli ore d ...continua

    E' tanto che non leggevo la Kenyon, è stato un bene perché mi stava annoiando.
    Ho trovato questo libro carino ma non eccezionale, una lettura di svago che mi ha fatto trascorrere delle piacevoli ore di rilassamento!!!!
    Trovo il personaggio di Wulf affascinante ma purtroppo diventa troppo smieloso troppo presto....il personaggio di Cassandra è diverso dal solito e questo è un bene perché rende la storia molto più interessante...l'unica cosa che non ho capito è cosa è successo dopo lo scambio di sangue tra i 2...ho capito che lei non muore(per fortuna) ma è sempre immortale? non importa c'è comunque un lieto fine e questo è quello che serve!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Riprendere la lettura della Kenyon a mesi se non un anno buono di distanza e più devo dire che ha fatto bene.
    La scrittura è scorrevole ma l'impatto narrativo, a mente così lucida e vuota dal bum edit ...continua

    Riprendere la lettura della Kenyon a mesi se non un anno buono di distanza e più devo dire che ha fatto bene.
    La scrittura è scorrevole ma l'impatto narrativo, a mente così lucida e vuota dal bum editoriale, lo fa apparire così simile a tanti di quelle altre trame che ne hanno dato la presenza nel panorama urban fantasy italiano.

    Alcune parti continuano a non avere molto senso, ma nel complesso il libro non è male. Se si è amati il genere e lo si ama ancora se ne apprezza la sua totalità. A mano a mano che passano i libri migliora anche lo stile della scrittrice e la storia si infittisce ma si rischiara in alcune parti allo stesso tempo.

    E' come se fosse tutto un grande intreccio legato al Pantheon greco e alla figura di Acheron sempre avvolta nel mistero.

    Carino, non eccezionale ma una buona lettura che merita la sufficienza. Via col prossimo capitolo!

    ha scritto il 

  • 4

    Bello ma non perfetto. La storia di Wulf e Cassandra e bella, tipicamente nello stile della Kenyon e alla fine il lettore si affeziona anche a questi personaggi.
    La storia di questo volume avviene in ...continua

    Bello ma non perfetto. La storia di Wulf e Cassandra e bella, tipicamente nello stile della Kenyon e alla fine il lettore si affeziona anche a questi personaggi.
    La storia di questo volume avviene in contemporanea a quello di Talon e Sunshine dato che Wulf e il succitato Talon sono grandi amici.
    La cosa più interessante del personaggio Wulf è la sua maledizione: nessuno può ricordarsi di lui cinque minuti dopo che si è allontanato, eccettuati gli altri cacciatori oscuri e i cacciatori mannari e gli Apollinei.
    L'unica che non riesco a inquadrare bene è il personaggio di Kat, non so se mi è piaciuta oppure no.

    ha scritto il 

  • 3

    Il libro di Wulf Tryggvasen. Mi spiace dirlo, ma questo quinto capitolo della serie mi è piaciuto veramente poco. Veramente troppo miele, per i miei gusti. Mi sono fatta due risate solamente con Chris ...continua

    Il libro di Wulf Tryggvasen. Mi spiace dirlo, ma questo quinto capitolo della serie mi è piaciuto veramente poco. Veramente troppo miele, per i miei gusti. Mi sono fatta due risate solamente con Chris e con la telefonata a Talon e Ash. Wulf non mi ha intrigata neanche un po' - troppo tenero. E' stato per questo che l'ho letto molto velocemente, perché non mi entusiasmava nemmeno un pochino. Tutto però si è risolto verso la fine, quando fanno il loro ingresso sul campo Julian, Kyrian, Talon, Zarek e Acheron :woot: Momento epico e troppo esilarante! E la telefonata di Amanda a Kyrian? :lol: Oh, Signore! Stavo per morire dal ridere! E poi Ash e Artemide nel finale :wub: Insomma, grazie a queste ultime pagine, la mia valutazione è salita di un bel po' ^_^

    ha scritto il 

  • 4

    Apollinea

    Questo libro è strutturato come gli altri dei dark hunters: lui guerriero, lei da salvare ma dal carattere forte, cattivi in agguato ecc. Mentre lo leggevo mi rassicuravo dicendo che sarebbe finito be ...continua

    Questo libro è strutturato come gli altri dei dark hunters: lui guerriero, lei da salvare ma dal carattere forte, cattivi in agguato ecc. Mentre lo leggevo mi rassicuravo dicendo che sarebbe finito bene, non poteva essere altrimenti, ma ho penato. Ho trovato differenze soprattutto per quanto riguarda il personaggio femminile. Cassandra è molto più protagonista di quanto sia Wulf, forse perchè in questo libro si affronta l'argomento spinoso della scelta che devono fare gli apollinei al 27° commpleanno, o forse percè Wulf nonostante sia un vichingo è molto dolce. Comunque è stata una lettura molto molto piacevole, scorrevole, dolce e avventurosa al punto giusto. Consigliatissimo ovviamente di seguito nella serie

    ha scritto il 

  • 5

    Finito!!
    Devo dire che la Kenyon è davvero una grande scrittrice, è capace di mettere all'interno di un romanzo amore, odio, lotta, passione, rabbia e misteri senza mai far stancare chi legge.
    Il linb ...continua

    Finito!!
    Devo dire che la Kenyon è davvero una grande scrittrice, è capace di mettere all'interno di un romanzo amore, odio, lotta, passione, rabbia e misteri senza mai far stancare chi legge.
    Il linbro di Wulf mi ha emozionata per la dolcezza del carattere del protagonista e per la determinazione di Cassandra. Forse nonb è bello quanto quelli di Kyrian e Zarek ma mi ha davvero colpita.
    Il mio preferito per, è Ash. Quest'uomo o Dio o quello che capperi è, è davvero fantastico. Nonostante io odi la dea vacca, adoro il loro rapporto conflittuale e non vedo l'ora di scoprire qualcosa di più sul nostro atrantideo.
    Una storia complicata che si risolve nel migliore dei modi e che lascia aperta la strada alle altre, stendendo le basi per storie future non meno belle di questa!

    ha scritto il 

  • 3

    E che dire? mi sa che stacco un po' con i dark hunters perchè ormai è come se stessi leggendo lo stesso libro da mesi e non me li godo nemmeno più. Devo ammettere che la storia tra Wulf e Cassandra ha ...continua

    E che dire? mi sa che stacco un po' con i dark hunters perchè ormai è come se stessi leggendo lo stesso libro da mesi e non me li godo nemmeno più. Devo ammettere che la storia tra Wulf e Cassandra ha qualcosa di diverso rispetto alle altre ma alla fine è sempre la solita solfa e ho notato che, a parte Zarek, questi dark hunters sono tutti perfettamente identici! Almeno fino a ora. Non trovo diversa caratterizzazione tra i personaggi maschili che si sono susseguiti fino a ora. "Fantasy lover" rimane il mio preferito e il migliore della saga.

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo una lunga astinenza da questa saga, finalmente sono riuscita a riprenderla.
    Tra i cacciatori oscuri, il mio preferito è Kyrian, ma Zarek(danza con il diavolo) e Wulf, il protagonista di questa st ...continua

    Dopo una lunga astinenza da questa saga, finalmente sono riuscita a riprenderla.
    Tra i cacciatori oscuri, il mio preferito è Kyrian, ma Zarek(danza con il diavolo) e Wulf, il protagonista di questa storia, si avvicinano di molto.
    Ma ora parliamo del libro.
    Wulf è un vichingo, diventato un Cacciatore oscuro con l'inganno, e sulla sua testa grava una maledizione, nessuno può ricordarsi di lui, tranne la sua famiglia, i suoi compagni Cacciatori, e gli Apollinei destinati a morire, o diventare demoni a 27 anni, quindi un bersaglio per i Dark Hunter.
    Una sera in discoteca Wulf incontra e salva Cassandra, non riuscendo a frenare l'attrazione per la bella ragazza, le da un bacio, pensa che lei non si ricordi di lui, ma si sbaglia Cassandra si ricorda. E' una Appolinea, l'ultima erede viva del dio Apollo, se lei muore senza un figlio, il mondo finisce con lei. Un demone estremamente potente guidato dalla vendetta della madre, vuole uccidere per distruggere la stirpe di Apollo.
    Ma Acheron ci mette lo zampino, e chiede a Wulf di proteggerla.
    In questo libro vediamo più il lato emotivo, che quello pratico, si gli scontri non mancano, ma la storia non gira solo intorno a quello.
    Vediamo la solitudine di Wulf, un uomo che senza Chris, la sua unica famiglia, sarebbe distrutto. Infatti l'incoraggiamento per trovare una donna, da cosi avere dei figli, e la assoluta protezione che rivolge a Chris, dimostrano in pieno il vuoto che opprime il guerriero. Un uomo invisibile per tutti.
    Non è facile incontrare ogni giorno la stessa persona, e presentarsi ogni volta. E' un uomo che vuole essere ricordato. Poi non è stato molto fortunato, ha incontrato una donna, che sta per morire. Ho provato una terribile tristezza per Wulf.
    Il personaggio di Cassandra mi ha colpito molto, forte e fragile allo stesso momento. Forte perchè non vuole morire cosi giovane, vuole avere una vita normale, vuole combattere per suo figlio, per Wulf.
    Quello che la rende fragile, è sapere che per suo figlio, non sarà altro che un'estranea e un fantasma. E per questo cerca di raccogliere tanti ricordi di se stessa, da consegnare al figlio.
    In certi momenti mi ha fatto emozionare, perchè sa che morirà, sa che non potrà mai vedere crescere suo figlio. Il dolore di una mamma, che sa di non avere abbastanza tempo.
    Questo libro, ci da un assaggio di Acheron, non vedo l'ora di leggere la sua stria, voglio sapere chi è Acheron.
    Una saga da leggere assolutamente,e un libro indimenticabile e imperdibile, che vi farà provare mille emozioni diverse.
    Consigliatissimo!!!

    ha scritto il