Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il bacio della vedova

By André Héléna

(45)

| Paperback | 9788861040564

Like Il bacio della vedova ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Maxence sta per baciare la Vedova, sta per
essere ghigliottinato.
A poche ore dall’esecuzione ripercorre nella
mente gli avvenimenti che lo hanno condotto
fino a quel punto. La sua condanna
è già scritta, il suo destino corre inesorabilmente
verso la Continue

Maxence sta per baciare la Vedova, sta per
essere ghigliottinato.
A poche ore dall’esecuzione ripercorre nella
mente gli avvenimenti che lo hanno condotto
fino a quel punto. La sua condanna
è già scritta, il suo destino corre inesorabilmente
verso la fine, ma il racconto trascina
il lettore in un complicato intreccio di
vicende alla scoperta del vero motivo della
sua condanna, fino alla rivelazione finale.

9 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 26 people find this helpful

    “Il dado era tratto. Aveva perso”

    Maxence sta per ricevere “il bacio della Vedova”, cioè sta per essere ghigliottinato. Non conosciamo nulla di lui, se non la gamma dei sentimenti che prova durante il breve percorso che lo conduce verso la Vedova.
    Dopo il racconto della tragica fine ...(continue)

    Maxence sta per ricevere “il bacio della Vedova”, cioè sta per essere ghigliottinato. Non conosciamo nulla di lui, se non la gamma dei sentimenti che prova durante il breve percorso che lo conduce verso la Vedova.
    Dopo il racconto della tragica fine di Maxence, la narrazione diventa rapida e cruda, trascinandoci dentro l'azione e la psicologia dei protagonisti, sviluppando gli avvenimenti e le ragioni che hanno condotto Maxence a meritarsi la condanna a morte, e per farlo ci porta nei bassifondi di una Parigi notturna e piovosa, tra bistrot, poliziotti duri, ragazze all'apparenza ingenue, e ci racconta una storia di squallore, grettezza e miseria.
    Ma protagonista di questa storia è anche l'ineluttabilità del proprio destino. Forse è per questo motivo che il romanzo incomincia rivelandoci l’epilogo della vicenda: questo toglie suspense al racconto, ma lascia intatta la curiosità di scoprire perché Maxence fa quella fine. Così, pagina dopo pagina, in un crescendo di partecipazione, ci troviamo a sperare che Maxence non riconosca quella persona che vede passare, oppure che non imbocchi proprio quella via ma la successiva, che non entri proprio in quel bar... E proseguendo nella lettura ci scopriamo a combattere tra la coscienza di quello che è già accaduto e la speranza che, a dispetto di tutto, non smette di sperare.
    Davvero una bella scoperta André Héléna, un autore che consiglio e di cui approfondirò la conoscenza.

    Maxence era rimasto seduto sul letto, a testa bassa. Non riusciva ancora a stabilire una frontiera tra il sogno e la realtà. Era stato strappato troppo velocemente a quel sogno ottimista.
    Perciò non voleva crederci. Non era possibile, andiamo, non gli avrebbero tagliato la testa! C’era ancora speranza, si poteva ancora fare qualcosa! Un miracolo, Dio mio, un miracolo! Potevano succedere cose straordinarie, una guerra, una rivoluzione, la prigione presa d’assalto, un rimorso del Presidente, un ammutinamento dei detenuti! Ma non questo, Signore, non questo; voleva vivere!
    Ma più sperava in un cataclisma che lo salvasse, più si rendeva conto che non c’era nulla da fare. Il dado era tratto. Aveva perso.

    Dopo tanta angoscia per il povero Maxence dovevo tornare a respirare, e l’ho fatto con una delle più belle canzoni francesi di sempre.

    http://youtu.be/fd_nopTFuZA

    Is this helpful?

    Dolores said on Mar 13, 2013 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Decisamente non lo metterei fra i miei romanzi preferiti di Héléna, comunque è sempre un noir più che dignitoso e dal ritmo pressante come è abitudine dell'autore francese. Baciare la vedova, nel gergo della mala, significa mettere il collo sulla ghi ...(continue)

    Decisamente non lo metterei fra i miei romanzi preferiti di Héléna, comunque è sempre un noir più che dignitoso e dal ritmo pressante come è abitudine dell'autore francese. Baciare la vedova, nel gergo della mala, significa mettere il collo sulla ghigliottina e la parte più suggestiva del libro è proprio la descrizione iniziale dei preliminari dell'esecuzione: il libro comincia dall'epilogo (della vicenda: l'esecuzione di Maxence, il protagonista) che è in realtà il prologo del romanzo (la storia di come Maxence finisce per incontrare la "vedova"). Il fato ineluttabile, una serie di circostanze imprevedibili, una catena di azioni e reazioni, come sempre in Héléna, spinge i personaggi verso il compimento del loro destino: e tutti i passi del povero Maxence, uno dopo l'altro, lo conducono senza via di scampo al bacio della vedova.

    Is this helpful?

    Kahibit said on Jun 24, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Per un attimo aveva creduto che il passato non insegue un individuo, che non lo segna per sempre e che la vita è qualcosa che si può ricominciare, non è una partita di baccarà. Se uno volta la carta sbagliata, lo fa davvero, e per sempre."
    Altro rom ...(continue)

    "Per un attimo aveva creduto che il passato non insegue un individuo, che non lo segna per sempre e che la vita è qualcosa che si può ricominciare, non è una partita di baccarà. Se uno volta la carta sbagliata, lo fa davvero, e per sempre."
    Altro romanzo molto intenso di André Héléna, scrittore noir dalle molteplici sfaccettature, che ci propone, senza filtri e senza pietà, l'uccisione di un uomo, proprio al principio del romanzo. (..)
    http://contornidinoir.blogspot.it/2012/04/andre-helena-…

    Is this helpful?

    Cecilia (www.contornidinoir.it) said on Jun 11, 2012 | 1 feedback

  • 3 people find this helpful

    L'affascinante figura femminile della copertina, il titolo intrigante che mescola un po'le carte per disorientare meglio il lettore... Siamo a Parigi, il protagonista di questa storia, Maxence, sta per baciare la Vedova, sta per essere ghigliottinato ...(continue)

    L'affascinante figura femminile della copertina, il titolo intrigante che mescola un po'le carte per disorientare meglio il lettore... Siamo a Parigi, il protagonista di questa storia, Maxence, sta per baciare la Vedova, sta per essere ghigliottinato. Così inizia questo romanzo di Héléna, con un'esecuzione imminente e i ricordi che affollano la mente del condannato. Tutta colpa della sorte avversa, e delle donne, quelle trappole umane che servono solo a mettere gli uomini nei guai. Sì, perché anche quando si fa di tutto per loro, queste alla fine ti mollano. E allora il bacio dell'amata si rivela tanto letale quanto quello della Ghigliottina... che inevitabilmente porterà Maxence a perdere la testa.
    Anche in questo romanzo, le ambientazioni parigine sono a dir poco meravigliose, quasi si trattasse di un quadro impressionista...

    Is this helpful?

    Paola C said on Sep 26, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Ma quanto è bravo questo scrittore!!??!!

    Is this helpful?

    PIER BO said on Aug 29, 2011 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (45)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Paperback 176 Pages
  • ISBN-10: 886104056X
  • ISBN-13: 9788861040564
  • Publisher: Aìsara
  • Publish date: 2011-06-16
Improve_data of this book