Il bambino indaco

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 442
| 112 contributi totali di cui 109 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Forse non è così vero che l'istinto materno non sbaglia mai. A volte scegliamo di non dare peso a una piccola crepa, un'incrinatura impercettibile, che a poco a poco scalfisce, fino a squarciare. Così succede a Carlo, che all'improvviso si ritrova in ...Continua
ardid79
Ha scritto il 01/09/18
romanzo estremamente inquietante . Breve , si legge come un giallo a ritroso . Da madre l’ho trovato molto doloroso da leggere . Una donna che dalla gravidanza inIzia ad essere ossessionata da inquinamento , vaccini , salute , a tal punto da denutri...Continua
Patrizia
Ha scritto il 21/07/18
Il romanzo di Franzoso comincia dalla fine. Carabinieri, ambulanze, vicini affacciati al balcone che piangono. Una donna morta, la moglie del protagonista, a terra su un tappeto e crivellata di colpi. Suo marito Carlo non sa com’è successo ma sa perc...Continua
filo d'erba
Ha scritto il 25/08/17
Bello ma non troppo per il tema. Sembra un giallo e la struttura narrativa parte come tale. Il tema relativo al cibo, al come può diventare un'ossessione per un genitore lo rendono pesante. Un libro letto per un gruppo di lettura. Tanti gli argomenti...Continua
TartarugaTabagista
Ha scritto il 14/08/17
Molto tempo fa vidi il film, incuriosita dall'argomento "bambini indaco". Il romanzo è scorrevole, facile immedesimarsi nel padre ma per certi versi anche nella madre. E' una storia in cui poi alla fin fine il vero protagonista è il papà, esaminato c...Continua
Crizzi
Ha scritto il 08/08/17
Romanzo breve, anzi brevissimo che si legge tutto di un fiato. Molto particolare, non saprei come classificarlo, non è un giallo, anche se in certi punti lo scrittore ti tiene con il fiato sospeso con una maestria degna dei migliori giallisti. Forse...Continua

eLeNa
Ha scritto il Jan 05, 2015, 17:08
La colpa primitiva, la maledizione del destino, il guasto impietoso che sceglie alcuni e li rende più fragili, più infelici, destinati a perdere nello sforzo disperato di tenere il controllo della propria vita.
Pag. 54
eLeNa
Ha scritto il Jan 05, 2015, 17:06
Eccolo il mondo delle cose definitive. Ecco che siamo diventati come loro, come mia madre, com'era mio padre, ecco che siamo passati dall'altra parte, dalla parte egli adulti, dei genitori, dalla parte delle cose più preziose e irreversibili.
Pag. 22

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Oct 07, 2016, 09:05
853.92 FRA 16851 Letteratura Italiana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi