Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il bambino perduto

By Thomas Wolfe

(11)

| Paperback | 9788895402307

Like Il bambino perduto ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

2 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Thomas Wolfe crea dipendenza?

    Forse perché è stato "l'ultimo dei romantici", come lo definì uno scrittore suo concittadino? (e William Faulkner lo definì lo scrittore migliore della sua generazione, esagerando un po').

    Comunque sia, ieri cercando un libro sempre di Wolfe (sparit ...(continue)

    Forse perché è stato "l'ultimo dei romantici", come lo definì uno scrittore suo concittadino? (e William Faulkner lo definì lo scrittore migliore della sua generazione, esagerando un po').

    Comunque sia, ieri cercando un libro sempre di Wolfe (sparito tanto per cambiare) mi sono ritrovata fra le mani questo, intonso. Non ricordavo di averlo, né ricordo quando l'ho comprato. Probabilmente lo acquistai dopo aver letto Orgogliosa sorella morte, e molto prima che uscisse O lost.
    L'ho iniziato subito, anche confortata dal suo aspetto smilzo (ha solo 126 pagine), e me lo sono scolato.
    È un libro di racconti, tratti da due diverse raccolte, alcuni pubblicati postumi. I primi quattro sono legati fra loro e sono autobiografici. La storia raccontata è presente anche in O Lost, ma qui è narrata da più punti di vista, l'ultimo quello di Eugene (cioè lo stesso Thomas) molti anni dopo, quando ritorna in un luogo (St. Louis), legato alla sua prima infanzia, il luogo del "bambino perduto" alla ricerca del proprio tempo perduto.
    Questi quattro racconti sono molto belli. Degli altri tre mi è piaciuto soprattutto Buio nella foresta, strano come il tempo.
    In tutti si rintracciano i temi cari a Wolfe: la nostalgia, la solitudine, la disperata fame di vita che soggiace però alla schiavitù del Caso, la morte come "orgogliosa sorella" indifferente a tutti voi, perché so che altri vi sostituiranno quando ve ne sarete andati, e altri nasceranno quando morirete, e si leveranno a milioni quando sarete caduti… (da "Orgogliosa sorella morte")
    Nel libro ci sono anche due belle foto che non ho ritrovato in rete. In una si vede l'autore in tutta la sua imponente statura con un piede appoggiato sopra una grande cassa piena zeppa di manoscritti. Nell'altra c'è tutta la sua famiglia davanti alla casa di Asheville (Altamont nel romanzo) ricoperta di edera, esattamente com'è descritta in O lost. Ci sono i genitori e i fratelli, ma manca lui, Thomas, perché la foto fu scattata un anno prima che lui nascesse. Fra i suoi fratelli ci sono Ben, il mio preferito, e Grover, il protagonista dei primi quattro racconti, il bambino perduto.
    "Il bambino perduto restò nella piazza, vicinissimo alla veranda della bottega del padre. Ecco il Tempo, pensò Grover, ecco la Piazza, ecco la bottega di mio padre, ed eccomi qui. E la luce arrivò e se ne andò e ritornò ancora, ma adesso non era più come prima. Il bambino vedeva l'insieme delle forme conosciute sapeva che erano esattamente come erano sempre state. Ma qualcosa era uscito dal giorno, e qualcosa vi era tornato. Un po' dello splendore era svanito dallo sguardo di quegli occhi tranquilli e vi era entrato un colore più cupo…"

    Is this helpful?

    Daisy (in perpetuo volo) said on Aug 22, 2014 | 3 feedbacks

  • 2 people find this helpful

    "Beh, mio caro, bastava quello. Bastava dire a quel bambino che ti fidavi del suo buon senso e lui andava in capo al mondo per te e, fammelo dire, ci sarebbe anche riuscito!"

    "Tutto ritornò svanì e si perse di nuovo."
    "E fuori dal bosco incantato, quella selva della memoria umana, Eugene sapeva che l'occhio scuro e il viso calmo del suo fratello, povero bimbo, straniero alla vita e esiliato dalla vita, perduto come tutti ...(continue)

    "Tutto ritornò svanì e si perse di nuovo."
    "E fuori dal bosco incantato, quella selva della memoria umana, Eugene sapeva che l'occhio scuro e il viso calmo del suo fratello, povero bimbo, straniero alla vita e esiliato dalla vita, perduto come tutti noi, un essere di nessun conto in labirinti chiusi, tanto tempo fa, il bambino perduto era andato per sempre e non sarebbe più tornato."
    Un autore perduto nel pieno della sua produzione che come Grover è mancato. Una meteora che, seppur quasi scomparsa dalle librerie, rimane e rimarrà piena di fascino per qualsiasi lettore.
    Racconti carichi di immagini.

    Is this helpful?

    K. Jac. said on Jan 19, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (11)
    • 5 stars
    • 4 stars
  • Paperback 126 Pages
  • ISBN-10: 8895402308
  • ISBN-13: 9788895402307
  • Publisher: La Caravella (Le indie, 01)
  • Publish date: 2009-09-xx
Improve_data of this book