Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il bibliotecario

Di

Editore: Giunti

2.7
(25)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 374 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8809059972 | Isbn-13: 9788809059979 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Giorgio Bizzi

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Il bibliotecario?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
David Goldberg, bibliotecario di un college nei pressi di Washington DC, per arrotondare lo stipendio accetta l'incarico di riordinare la grande biblioteca di un vecchio uomo d'affari, Alan Carston Stowe. Quello che Goldberg sa è che Stowe è straordinariamente ricco ed è uno dei grandi elettori del Partito Repubblicano, capace di muovere migliaia di voti e determinare fortune e sfortune di un candidato alla presidenza. Quello che Goldberg non sa è che fra le carte di Stowe è nascosto qualcosa di estremamente compromettente per tutto lo staff presidenziale; qualcosa che può cambiare le elezioni; qualcosa per cui qualcuno è disposto a uccidere
Ordina per
  • 4

    Il custode della fiamma

    Effettivamente il ruolo del bibliotecario può risultare un po' forzato: amante della cultura e del piacere di consentirne la diffusione a vantaggio dell'umanità intera, studioso, estatico e serafico, si trasforma suo malgrado in una specie di agente segreto, iperattivo e senza indecisioni, micidi ...continua

    Effettivamente il ruolo del bibliotecario può risultare un po' forzato: amante della cultura e del piacere di consentirne la diffusione a vantaggio dell'umanità intera, studioso, estatico e serafico, si trasforma suo malgrado in una specie di agente segreto, iperattivo e senza indecisioni, micidiale per chi cerca di fermarlo sottovalutandone la forza.
    Ma il thriller vola via veloce, piacevolmente privo di vuoti d'aria e quindi insospettabilmente credibile, per cui la sensazione di una simile forzatura la si percepisce solo al termine della lettura, in verità.
    E, tutto sommato, di un finale soddisfacente si può anche fare a meno qualche volta... Non è questo un motivo per sconsigliare una lettura gradevole.

    ha scritto il 

  • 2

    Non mi è piaciuto. E' un legal thriller ambientato nella politica americana, quindi gronda riferimenti a loro fatti politici ( avvicendamento dei governi, scandali, ecc.) noti per lo più ad un pubblico americano (e ne parla dal piedistallo di un americano, ossia con l'arrogante convinzione che tu ...continua

    Non mi è piaciuto. E' un legal thriller ambientato nella politica americana, quindi gronda riferimenti a loro fatti politici ( avvicendamento dei governi, scandali, ecc.) noti per lo più ad un pubblico americano (e ne parla dal piedistallo di un americano, ossia con l'arrogante convinzione che tutto il mondo dovrebbe conoscere questi fatti!).
    La trama è trita e ritrita: un gruppo di megalomani vuole governare il mondo attraverso un presidente-fantoccio, ma arrivano i buoni e lo sconfiggono.
    Noioso che più noioso non si può, crudo nel modo di scrivere e niente affatto piacevole.

    ha scritto il 

  • 3

    Dalla copertina o dalle prime 2/3 righe si può decidere di acquistare un libro o meno.
    Solo dopo averlo però letto ci si rende conto se ne è valsa la pena.
    Io che credo nell'amore a prima vista mi sono fatto convincere da questo thriller normalissimo dove i colpi di scena non esistono. ...continua

    Dalla copertina o dalle prime 2/3 righe si può decidere di acquistare un libro o meno.
    Solo dopo averlo però letto ci si rende conto se ne è valsa la pena.
    Io che credo nell'amore a prima vista mi sono fatto convincere da questo thriller normalissimo dove i colpi di scena non esistono. Dimenticatevi la suspence e destinate le 14 euro di spesa in qualunque altra attività.

    ha scritto il