Il bosco degli urogalli

Voto medio di 445
| 47 contributi totali di cui 43 recensioni , 2 citazioni , 1 immagine , 1 nota , 0 video
Il libro raccoglie storie di cacciatori, di animali selvatici, di cani, dimontagne, dove si respira un senso di spazi aperti, di paesaggi impervi esoprattutto della presenza umana. Rigoni sa rendere la limpida immediatezza diciò che ci circond ...Continua
Marco Fantoni
Ha scritto il 04/11/17
Non mi rassegno facilmente alle delusioni, per cui dopo quella del "Sergente nella neve" (riassunto: la guerra è una cosa brutta), visitando un centro parco ho salutato con gioia l'occasione di provare quest'altro libro di Rigoni Stern. Si tratta di...Continua
zombie49
Ha scritto il 05/08/17
Racconti minimi di montanari
Il volumetto raccoglie dodici racconti minimi di montanari, scritti fra il 1958 e il 1962, quando ancora per Mario Rigoni Stern erano freschi i ricordi della guerra e della sua giovinezza sull’altopiano di Asiago. Alcuni di essi sono autobiografici,...Continua
  • 1 mi piace
Fappo di Ninno
Ha scritto il 15/12/15
E lui più padrone di tutti i padroni del mondo messi assieme; ché nessuno comandava e neanche lui, ma ogni cosa era più sua di ogni altro perché la terra, l'aria, l'acqua non hanno padroni ma sono di tutti gli uomini o meglio di chi sa farsi terra, a...Continua
Valeriatonella88
Ha scritto il 05/10/15
Un tutt'uno con il bosco
Non ho dato 5 stelline solo perché non sono un'appassionata di caccia. Ma di boschi e montagne sì, e Stern resta il magico Stern. Che ti fa desiderare di essere lì tra i pini mughi a fumarti una sigaretta mentre il sole si alza e il tuo segugio annus...Continua
  • 2 mi piace
Ginseng666
Ha scritto il 20/01/15
Tempi difficili, paesaggi d'incanto...
Ho letto questo libro perchè ce l'ho in biblioteca... L'ho trovato piacevole e nello stile rude ed essenziale, ha un suo valore... Molto bella e suggestiva la descrizione dei paesaggi alpini, la vegetazione dei boschi, la fauna preda di cacciatori ch...Continua
  • 2 mi piace

Angelo - anch'io...
Ha scritto il Nov 08, 2014, 11:29
Dopo tutto vale sempre la pena di vivere anche se forgiare l'esistenza è difficile. E poi l'avvenire può serbare tante sorprese.
Pag. 25
  • 1 commento
creel
Ha scritto il Apr 16, 2014, 15:09
Arrivarono così in piazza e cercavano con gli occhi la fontana dove un tempo abbeveravano i muli e la roggia che correva davanti alla chiesa. No. Non c'era proprio niente di quel tempo. Assolutamente niente.
Pag. 70

Bdgmarco
Ha scritto il Oct 06, 2016, 12:01
Il bosco degli urogalli
Il bosco degli urogalli
copertina

Biblioteca...
Ha scritto il Dec 04, 2015, 12:28
Collocazione: NR 197 (10 copie)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi