Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il brutto anatroccolo

Di

Editore: Fabbri

4.2
(45)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 48 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8845114651 | Isbn-13: 9788845114656 | Data di pubblicazione: 

Illustratore o Matitista: Francesca Chessa

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Cartonato per bambini

Ti piace Il brutto anatroccolo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Libri della mia Gioventù - Fiabe - Libri illustrati - Il brutto anatroccolo

    C'era una volta,
    una mamma anatra che covava le sue sette uova. Ma da lì a poco si sarebbero schiuse. Guardando bene si rese conto che erano ben otto le uova, e quest'ultimo uovo era un pò più abbondante degli altri.
    Le illustrazioni del libro accanto alle parole del maestro delle fiabe, render ...continua

    C'era una volta, una mamma anatra che covava le sue sette uova. Ma da lì a poco si sarebbero schiuse. Guardando bene si rese conto che erano ben otto le uova, e quest'ultimo uovo era un pò più abbondante degli altri. Le illustrazioni del libro accanto alle parole del maestro delle fiabe, renderanno questo racconto un punto fermo, dove si tornerà con piacere molte volte. Le avventure del brutto anatroccolo, o l'ottavo uovo, non mancheranno di coinvolgere e di confortare tutti gli "anatroccoli" che si sentiranno brutti e scalognati.

    ha scritto il 

  • 5

    Sintesi del nostro tempo. Una rilettura interessante per ricordare la violenza delle discriminazioni, il razzismo, il riconoscimento del diverso. Per ricordare come spesso ci dimentichiamo che ogni uomo è unico e insostibuile, unico e mai più possibile. Ogni uomo è un evento. Ogni uomo è un mirac ...continua

    Sintesi del nostro tempo. Una rilettura interessante per ricordare la violenza delle discriminazioni, il razzismo, il riconoscimento del diverso. Per ricordare come spesso ci dimentichiamo che ogni uomo è unico e insostibuile, unico e mai più possibile. Ogni uomo è un evento. Ogni uomo è un miracolo.

    ha scritto il