Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il buio oltre la siepe

Di

Editore: Feltrinelli

4.4
(9976)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 410 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Tedesco , Spagnolo , Francese , Portoghese , Olandese , Catalano , Svedese , Coreano , Polacco , Indonesiano

Isbn-10: A000008769 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Altri , CD audio , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , History , Social Science

Ti piace Il buio oltre la siepe?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Libro interessante. Mi sono incuriosita per questo racconto tramite la saga di Beautiful creatures, era il libro che Ethan e Lena amavano molto. Infatti nella saga possiamo trovare un Link che è il mi ...continua

    Libro interessante. Mi sono incuriosita per questo racconto tramite la saga di Beautiful creatures, era il libro che Ethan e Lena amavano molto. Infatti nella saga possiamo trovare un Link che è il miglior amico di Ethan & Boo Raddley il cane dello zio di Lena. La storia in se di questo libro è interessante, anche se secondo me è impostata male, nel senso a me da l'idea che la storia del Afro-Americano sia stata piazzata così, senza capo ne coda. Visto cosa era successo fino a poco prima. Secondo me sarebbe dovuta almeno iniziare un po' prima e non a metà libro.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    RIPRESI DALLO SCAFFALE: IL BUIO OLTRE LA SIEPE di Harper Lee

    Premio Pulitzer nel 1960, il romanzo di Harper Lee merita di essere senz'altro rispolverato e a distanza di oltre cinquant'anni mantiene intatto tutto il suo fascino. Harper Lee è una strana scrittric ...continua

    Premio Pulitzer nel 1960, il romanzo di Harper Lee merita di essere senz'altro rispolverato e a distanza di oltre cinquant'anni mantiene intatto tutto il suo fascino. Harper Lee è una strana scrittrice, amica di Truman Capote, fu spinta proprio da quest'ultimo a mettere sulla carta i racconti della sua infanzia che andava facendo al grande scrittore. Così lasciò il suo lavoro e nacque TO KILL A MOCKINGBIRD(Uccidere un usignolo) tradotto in italiano nel bellissimo IL BUIO OLTRE LA SIEPE, una volta tanto affascinante quanto l'originale.

    Perché se da un lato uccidere un usignolo è un peccato davvero grave poiché parliamo di un animale innocuo che anzi ci allieta col suo canto, dall'altro, il titolo italiano fa riferimento a tutto ciò che ci è vicino ma che nonostante tutto non conosciamo e anzi ci fa paura. La storia è risaputa, tutto il libro è narrato in prima persona da una bambina: Scout, ambientato negli anni trenta nell'Alabama del sud dove il problema razziale era particolarmente sentito. Atticus, il padre di Scout, come avvocato si troverà a difendere da una grave accusa un uomo di colore e ...non sveliamo altro perché la storia è davvero appassionante e per, chi non l'ha ancora letta, merita di essere goduta appieno. Il buio oltre la siepe presenta inoltre più livelli di lettura. La spensieratezza dell'infanzia che prima o poi finisce col dover fare i conti con la scoperta della durezza della vita, il rapporto padre-figlio, il problema razziale, l'assurdità di certi pregiudizi: nel libro trovate un po' tutto questo e molto ancora. Dopo quel 1960, si sarebbe compiuta la stagione dei Martin Luther King e dei Kennedy. Sosteneva un critico: vale mille volte di più il libro di Harper Lee che tanti discorsi sull'intolleranza e il razzismo. Come non essere d'accordo?

    ha scritto il 

  • 4

    Ci sono uomini che si preoccupano tanto dell'altro mondo da non imparare mai a vivere in questo

    La voce narrante di Scout, piccola protagonista di questo romanzo, percorre le tappe della propria infanzia nell'immaginario villaggio di Maycomb, in Alabama. Lo scorcio di un'esistenza segnato da avv ...continua

    La voce narrante di Scout, piccola protagonista di questo romanzo, percorre le tappe della propria infanzia nell'immaginario villaggio di Maycomb, in Alabama. Lo scorcio di un'esistenza segnato da avventure di vita quotidiana in compagnia del fratello maggiore Jem, da spensieratezze e giochi all'aria aperta. Nel ricordare i tempi migliori della sua tenera età, Scout ci presenta la figura di suo padre Atticus Finch, un avvocato dal temperamento esemplare coinvolto in un caso giudiziario per difendere Thomas Robinson, un nero accusato ingiustamente di violenza carnale ai danni di una ragazza. Un episodio che, dopo una serie di eventi dallo stile di un Tom Sawyer in gonnella, rappresenta un racconto dove i temi affrontati e gli episodi vissuti acquistano, strada facendo, ulteriore importanza e densità contenutistica. L'integrazione, la discriminazione razziale tra neri e bianchi nell'America degli anni '30, ed il concetto della diversità, sono narrati con una scrittura solida e concreta, osservati e considerati dalla coscienza di due bambini che saggiamente cercano di trovare risposte alle verità della vita che si palesano davanti ai loro occhi. Un libro che grazie ad una premura descrittiva non lascia indietro nemmeno personaggi apparentemente secondari come Calpurnia, la domestica di colore che aiuta Atticus nell'accudire la casa e i figli, una donna poco indulgente in fatto di osservanza delle regole ma dal cuore immenso; poi Miss Maudie Atkinson, una straordinaria vicina di casa che si rivela unica amica adulta dei due fratelli Finch e con i quali trascorre il tempo in conversazioni che hanno dell'importante. Un libro segnato da colpi di scena, da piccoli e grandi drammi ai quali ci pare di assistere, a distanza ravvicinata, grazie allo stile espressivo di Harper Lee.

    ha scritto il 

  • 4

    Semplice, breve, profondo

    È sempre difficile giudicare un libro che viene considerato un capolavoro indiscusso della narrativa moderna, un classico moderno. Non ci provo neanche. Voglio solo cercare di riassumere in poche paro ...continua

    È sempre difficile giudicare un libro che viene considerato un capolavoro indiscusso della narrativa moderna, un classico moderno. Non ci provo neanche. Voglio solo cercare di riassumere in poche parole ciò che questo libro mi ha lasciato.
    Stupisce che un libro di cinquantacinque anni fa “suoni” così moderno durante la lettura, tanto più se i fatti narrati vengono fatti risalire a decenni prima. È un romanzo abbastanza breve e per niente complicato che si può leggere e apprezzare a qualsiasi età.
    La voce narrante è quella di una bambina che, mentre ci racconta i banali fatti della sua vita quotidiana, si ritrova ad assistere a eventi più grandi di lei, che però affronta con la saggezza semplice e innocente che solo un bambino può avere. E così un episodio di razzismo degli anni trenta, un razzismo che era ancora una triste realtà al tempo della stesura del romanzo e che purtroppo in parte lo è ancora al giorno d’oggi, diventa l’occasione per ritrarre uno spaccato del sud degli Stati Uniti, in cui le cose avvengono come tutti si aspettano che debbano avvenire e in cui la piccola luce di un gesto quasi eroico sul finire del romanzo illumina un po’ una realtà rassegnata e disillusa.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    La differenza di trattamento tra bianchi e neri nell’America degli anni Trenta. E’ di questo che tratta questo libro, potrebbe sembrare un argomento trito e ritrito, ma qui è raccontato tutto dal pun ...continua

    La differenza di trattamento tra bianchi e neri nell’America degli anni Trenta. E’ di questo che tratta questo libro, potrebbe sembrare un argomento trito e ritrito, ma qui è raccontato tutto dal punto di vista di Scout, una bambina molto sveglia per la sua età che insieme al fratello Jem vivrà un processo in cui il padre avvocato deve difendere un nero da un’accusa ingiusta. Ho trovato un bel libro, una bella scrittura, non mi sono mai annoiata, ho trovato tutto giusto al momento giusto. Belli anche i personaggi secondari, Calpurnia e Boo Radley in primis.

    La scena in cui Scout accompagna Boo a casa dopo che lui aveva salvato lei e il fratello è davvero commovente.

    ha scritto il 

  • 5

    Storco sempre un po' il naso quando si parla di libri che bisogna leggere e in genere evito di parlare in questo modo dei libri che ho letto.
    Premesso questo, fatico a trovare dei difetti a To Kill a ...continua

    Storco sempre un po' il naso quando si parla di libri che bisogna leggere e in genere evito di parlare in questo modo dei libri che ho letto.
    Premesso questo, fatico a trovare dei difetti a To Kill a Mockingbird. Ho amato lo stile, la storia, la struttura, i personaggi, la tematica e il messaggio — non solo la tematica e il messaggio in sé, ma il modo affatto scontato in cui l'autrice li presenta e trasmette al lettore. Non mi capacito di come un'esordiente possa aver scritto qualcosa di simile. Per dirla all'inglese, at the end of the day mi restano nel cuore Atticus, che è stato per me in questo periodo quello che Albus Silente poteva essere dieci anni fa, e il significato del titolo, che chiude il libro in un bellissimo cerchio.
    Liberi di storcere il naso, ma lo dirò lo stesso: To Kill a Mockingbird è un libro che bisogna leggere.

    ha scritto il 

  • 5

    一本出版超過50年的作品,今年七月作者第二部作品要出版,藉著這樣的消息提醒我去找到這本書來看。50多年來這一直是個傳奇,不只是作品本身,作者本身也是受囑目,第一本書就紅了,卻再也沒出過書,直到今年才聽說有一本書要出版。

    1960年出版的作品,即使到50多年後的今天,人權問題還是存在的,也許我們已經學會尊重各種人群,但歧視問題還是時有所聞,更何況50多年前在美國南方的小鎮呢!芬鵸先生答應幫一位黑人辯 ...continua

    一本出版超過50年的作品,今年七月作者第二部作品要出版,藉著這樣的消息提醒我去找到這本書來看。50多年來這一直是個傳奇,不只是作品本身,作者本身也是受囑目,第一本書就紅了,卻再也沒出過書,直到今年才聽說有一本書要出版。

    1960年出版的作品,即使到50多年後的今天,人權問題還是存在的,也許我們已經學會尊重各種人群,但歧視問題還是時有所聞,更何況50多年前在美國南方的小鎮呢!芬鵸先生答應幫一位黑人辯護,雖然這公然跟全鎮上的人為敵,兩個小孩也成為鎮上人家的攻擊對象,但他堅持他的所有作為得可以面對小孩,仍然堅持之。在那樣的社會氛圍下,所謂善良而堅信上帝的好人,明知道被告湯姆並沒有強暴白人女孩,卻仍然決定判他有罪……

    另外我真愛死他對那兩個小孩的教育態度。不僅隨時要求自己可以給小孩子做典範,他也認真聽他們說話。而且我好愛他跟兩個小孩的對話,充滿了愛與知識的傳遞,又沒有那樣八股。

    而整個故事藉由六歲小女孩的眼睛,來看形形色色的人性、隱私與哀樂,全書充滿特殊的美國南方風情,慵懶、純真而樂觀,對於人性的不完美與種族歧視雖有著銳利的省思,卻又寬厚包容。1960年出版之後,旋即獲得普立茲文學獎,其影響力至今未曾衰退:它暢銷全世界二十六個國家,光美國一地就銷售三千多萬本。同時它也是美國圖書館重複借閱率最高的書、2001年芝加哥第一屆市民共讀之書、英國青少年最愛的小說之一,更是20世紀最有影響力的「世紀之書」

    而看完書我好喜歡『思葛』,竟然讓我想去找DVD來看當年是誰演這個小女孩了,超越我對偶像葛雷哥萊畢克的角色呢!

    ha scritto il 

  • 5

    Questo libro è entrato subito a far parte dei miei libri preferiti! Non per nulla, esso è considerato un caposaldo della letteratura americana. Il narratore è interno alla storia, si tratta di Scout l ...continua

    Questo libro è entrato subito a far parte dei miei libri preferiti! Non per nulla, esso è considerato un caposaldo della letteratura americana. Il narratore è interno alla storia, si tratta di Scout la giovane protagonista di soli 9 anni che narra la vicenda attraverso i suoi occhi (e quelli degli altri due protagonisti, Jem e Dill) privi di pregiudizi; il loro sguardo al mondo ci fa capire quanto i ragazzini possiedano una mentalità più aperta degli adulti. Il libro può essere diviso in tre parti: la prima parte procede come una narrazione per ragazzini in cui i due protagonisti insieme al compagno di avventure estive fantasticano sulla vita di un loro vicino; questa a mio parere è anche la parte meno interessante e che procede lentamente. La seconda parte tratta della segregazione razziale degli anni Trenta, periodo in cui è ambientato il romanzo. E’ proprio in questa parte centrale che conosciamo meglio “il protagonista adulto”, Atticus Finch, padre dei bambini, un personaggio davvero straordinario che vi entrerà nel cuore per il suo modo di educare i propri figli. Atticus, infatti, è tra coloro che sono contro la segregazione razziale. La terza parte, quella che mi è piaciuta di più, affrontata “la paura del diverso” e del pregiudizio, anche se questi ultimi riguardano un po’ tutto il romanzo in generale. L’autrice affronta tutti questi temi forti con una particolare delicatezza, forse proprio per questo affida la narrazione ad una ragazzina e non ad un narratore onnisciente.

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo. Viviamo per 400 pagine tre anni di vita di una bimba bianca, privilegiata che guarda alle incongruenze di una piccola cittadina segregazionista e tradizionalista dell'Alabama. Il fantastic ...continua

    Bellissimo. Viviamo per 400 pagine tre anni di vita di una bimba bianca, privilegiata che guarda alle incongruenze di una piccola cittadina segregazionista e tradizionalista dell'Alabama. Il fantastico personaggio di Harper Lee, Scout, con gli occhi puri dei bambini, si scontra con il razzismo dei "suoi", con questo sentimento costante, inculcato dalla tradizione e pregiudizio sudista, di diffidenza verso il diverso, per razza, religione o semplicemente stile di vita e con il maschilismo dell'epoca. Un capolavoro che ci lascia tantissimi misteri irrisolti (perchè i due bimbi chiamano il padre per nome? chi era la madre di Scout e come è morta? perchè il titolo originale, "To Kill a Mockingbird", prende solo una parte della citazione del libro "To Kill a Mockingbird is a sin"?), come tutte le storie raccontate dai bambini che si valgano.

    ha scritto il 

Ordina per