Il buio oltre la siepe

Voto medio di 11896
| 1984 contributi totali di cui 1595 recensioni , 384 citazioni , 3 immagini , 2 note , 0 video
Ha scritto il 20/08/17
Grande libro: denuncia della segregazione razziale nel sud degli Stati Uniti, abolita solo nel 1960, scritto in modo superbo da una "bianca", Harper Lee. La storia è vista e raccontata da una bambina di 8 anni, figlia di un avvocato "illuminato" ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 11/08/17
Da leggere
Un libro scritto benissimo che tratta dal punto di vista di una bambina delle tematiche molto complesse sulla giustizia e sulla segregazione razziale negli stati del Sud. Il fascino sta forse proprio nel contrasto tra il racconto ingenuo della ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 02/08/17
Old fashion
La prima parte del libro annoia un po' perché, apparentemente, non segue un filo conduttore: Scout (la voce narrante) descrive le giornate tipo vissute da lei e suo fratello Jem (figli del noto avvocato Atticus Finch). Mano a mano che si sfogliano ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 28/07/17
Il libro è ben scritto, ma non ho trovato temi che mi interessino e l'ho abbandonato dopo una settantina di pagine.
  • Rispondi
Ha scritto il 18/07/17
He gave us our lives
Romanzo incantevole, una storia ricca di personaggi ed eventi che viene raccontata con l'innocenza e la schiettezza di una bambina. Impossibile non innamorarsi di Atticus: un uomo sempre coerente con se stesso che sa tranquillizzare, ma anche ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Jul 30, 2017, 15:02
"Tu pensaci", dice va miss Maudie. "Non è stato un caso, sai. Stavo seduta sotto il portico, ieri sera, ad aspettare. Aspettai e aspettai, sperando sempre di vedervi comparire alla curva, e intanto pensavo: Atticus Finch non vincerà, non può ... Continua...
Pag. 240
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 30, 2017, 14:59
Ero molto allegra. Erano accadute tante cose, e tanto in fretta, che mi ci sarebbero voluti anni per ripassarle tutte nella memoria e capirle bene, e ora ecco che Calpurnia ne diceva di cotte e di crude al suo preziosissimo Jem, e per la strada per ... Continua...
Pag. 231
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 30, 2017, 14:53
Zia Alexandra era una fanatica riguardo al mio abbigliamento. Come potevo sperare di diventare una vera signora se portavo i calzoni? Quando risposi che con un vestito addosso non riuscivo a far niente, ribatté che non era previsto che facessi ... Continua...
Pag. 92
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 04, 2017, 15:40
“Non sai che un gambo solo di quest’erba può rovinare un’intera zona? Guarda: quando viene l’autunno, questo stelo si secca e il vento ne sparge i semi su tutta la contea di Maycomb!” E, dalla faccia che faceva, pareva che parlasse di una ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 01, 2017, 22:21
Tutti devono imparare, nessuno nasce sapendo già le cose
Pag. 234
  • Rispondi

Ha scritto il Jan 23, 2017, 17:12
Un passo che mi é particolarmente piciuto
Un passo che mi é particolarmente piciuto
Pag 122
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 25, 2016, 10:19
Siamo nel cuore dell'America del sud, razzista e bigotta, dove tutti si conoscono solo attraverso le lenti del pregiudizio; dove le siepi non hanno un valore estetico ma sono muri insormontabili che dividono le persone e le lasciano in ombra.  Qui si intrecciano avvenimenti che insegneranno a tre giovani "non si conosce realmente un uomo se non ci si mette nei suoi panni e non ci si va a spasso . Un uomo, Tom, processato per una presunta violenza carnale,  viene condannato e ucciso solo perché nero;  un altro,  terrore e mistero di una comunità perché malato, salverà  la vita di due bambini. E poi loro, Atticus e Calpurnia, eroi quotidiani, che educano e lo fanno non dal pulpito di chi sa, ma con l'umiltà di chi é : il primo padre sui generis, uomo retto, asciutto, di poche parole e verità solide, capace di difenderle fino alla fine, che non cerca scorciatoie neppure quando gli vengono offerte su un  piatto d'argento, che, in qualità di avvocato,  difende Tom pur sapendo che gli costerà l'alienazione della simpatia dei suoi concittadini; Calpurnia, domestica di colore che accetta la condizione di "negra" con una dignità e una consapevolezza del proprio valore da  far impallidere qualsiasi bianco suo concittadino. Infine Schout e Jem, i veri protagonisti, che crescono in questo mondo, che esplorano attraverso il gioco, le sfide, le paure da superare, i tabù  da svelare, i limiti da spostare e che, con l'aiuto di un padre eccezionale quale Atticus, e una governante di grande spessore, si affacciano ad un mondo complicato, contraddittorio, a volte incomprensibile e imparano una  lezione enorme sul coraggio, il quale non é "rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa succeda. È raro vincere, in questi casi, ma qualche volta si vince.“Personaggi umani,  belli,  veri, vittime che finiranno con il riscattarsi, un riscatto che dura una notte, perché affinché  le cose possano cambiare veramente ci vorrà molto più tempo...e forse, nonostante tanta strada sia stata fatta, neppure oggi, è  ancora arrivato quel tempo!
Siamo nel cuore dell'America del sud, razzista e bigotta, dove tutti si conoscono solo attraverso le lenti del pregiudizio; dove le siepi non hanno un valore estetico ma sono muri insormontabili che dividono le persone e le lasciano in ombra. Qui si intrecciano avvenimenti che insegneranno a tre giovani "non si conosce realmente un uomo se non ci si mette nei suoi panni e non ci si va a spasso . Un uomo, Tom, processato per una presunta violenza carnale, viene condannato e ucciso solo perché nero; un altro, terrore e mistero di una comunità perché malato, salverà la vita di due bambini. E poi loro, Atticus e Calpurnia, eroi quotidiani, che educano e lo fanno non dal pulpito di chi sa, ma con l'umiltà di chi é : il primo padre sui generis, uomo retto, asciutto, di poche parole e verità solide, capace di difenderle fino alla fine, che non cerca scorciatoie neppure quando gli vengono offerte su un piatto d'argento, che, in qualità di avvocato, difende Tom pur sapendo che gli costerà l'alienazione della simpatia dei suoi concittadini; Calpurnia, domestica di colore che accetta la condizione di "negra" con una dignità e una consapevolezza del proprio valore da far impallidere qualsiasi bianco suo concittadino. Infine Schout e Jem, i veri protagonisti, che crescono in questo mondo, che esplorano attraverso il gioco, le sfide, le paure da superare, i tabù da svelare, i limiti da spostare e che, con l'aiuto di un padre eccezionale quale Atticus, e una governante di grande spessore, si affacciano ad un mondo complicato, contraddittorio, a volte incomprensibile e imparano una lezione enorme sul coraggio, il quale non é "rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa succeda. È raro vincere, in questi casi, ma qualche volta si vince.“Personaggi umani, belli, veri, vittime che finiranno con il riscattarsi, un riscatto che dura una notte, perché affinché le cose possano cambiare veramente ci vorrà molto più tempo...e forse, nonostante tanta strada sia stata fatta, neppure oggi, è ancora arrivato quel tempo!
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 28, 2015, 12:17
Il buio oltre la siepe
Il buio oltre la siepe
  • Rispondi

Ha scritto il Apr 19, 2016, 14:42
813.54
LEE 9521
Letteratura Americana
  • Rispondi
Ha scritto il Dec 10, 2015, 10:23
Collocazione : NR 266 (2 copie )
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi