Il campo del vasaio

Voto medio di 3.192
| 376 contributi totali di cui 364 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Su un terreno nei dintorni di Vigàta, buono solo per ricavarne creta per i vasai, viene trovato il cadavere di un uomo. Sfigurato, squartato, chiuso in un sacco affiorato dopo una forte pioggia. Non si sa chi sia lo sconosciuto, ma nel frattempo ... Continua
Ha scritto il 13/10/17
Sempre il numero uno
Il campo del vasaio è un luogo in cui, secondo il Vangelo di Matteo, si impiccò Giuda per aver tradito Gesù. In un luogo di Vigata, un terreno chiamato “critaru”, la polizia trova il cadavere di un uomo ucciso e sezionato in trenta pezzi, ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 13/09/17
Leggere Montalbano partendo da zero è un' esperienza non del tutto semplice o leggera, ma che vale assolutamente la pena di tentare.L'ostacolo principale rimane l'uso quasi esclusivo del dialetto siciliano nella narrazione, a primo impatto ...Continua
Ha scritto il 29/08/17
30 denari
Camilleri al meglio. Metaletteratura, Vangelo, Mafia amore e morte. Ottimo come sempre. Davvero da non perdere
Ha scritto il 25/05/17
Camilleri si può permettere tutto, persino di scrivere dei “metagialli”, dei meta-libri, dei libri che parlano di libri. E riesce a giocare con i lettori, con il “suo commissario” e con la scrittura. Un giallo che può sembrare di facile ...Continua
  • 3 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 19/03/17
Un uomo viene ritrovato diviso in trenta parti dentro a un sacco,così il commissario Montalbano con pochi indizi cerca di ricostruire la scena del delitto considerando due strani particolari, ovvero il numero in cui è diviso il corpo del ...Continua

Ha scritto il Mar 16, 2017, 19:59
In una zona costiera nei pressi di Vigata viene ritrovato il cadavere di un uomo barbaramente ucciso e reso di proposito irriconoscibile un paio di mesi prima. Poco dopo una donna colombiana degna di essere notata si presenta in commissariato per ...Continua
Ha scritto il Dec 16, 2013, 11:08
«Che fu, dottore? Non ha pititto?». «Ho tanticchia di pinseri». «Mali, dottore. Il mangiari, comu la minchia, non voli pinseri».
Pag. 256
Ha scritto il Dec 05, 2013, 22:49
Ma come?! Di quel paisaggio non si era abbuttato? A Mascalippa non gli dava fastiddio macari l'aria che sapiva di paglia e d'erba? Tutto vero, tutto sacrosanto, e gli tornava a menti una frase di Brecht: «Perché dovrei amare il davanzale dal quale ...Continua
Pag. 203
Ha scritto il Nov 17, 2013, 20:04
E fu come se contemporaneamente avissi addrumato il mari che ora mannava una chiarìa splapita. squasi di fosforescenza, e la luminaria luntana e spersa delle stridde.Un omo da una varca invisibile gridò:«Giuvà! Giuvà!».Ma nisciuno gli ...Continua
Pag. 94
Ha scritto il Nov 17, 2013, 19:57
Doppo, dintra a quel silenzio del munno, forsi dell'universo, Montalbano sintì nasciri un sono breve, sgraziato e strammo, seguito da un altro eguali e da un altro ancora eguali. Che era?Ci mise un certo tempo a capire che quel sono nasciva da lui. ...Continua
Pag. 196

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi