Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il cancello dell'anima

Di

Editore: Ass. Culturale Il Foglio

4.0
(2)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8876062505 | Isbn-13: 9788876062506 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Il cancello dell'anima?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Un "quasi noir" molto intenso

    Per non fare anticipazioni vi racconto qualche impressione. L'ho letto attento a individuare le tracce (o vestigia) del post noir.
    Il personaggio.
    Sofferente, travagliato, dalla doppia vita (diurna – notturna). Ma non è passivo, stimolato da un commissario, reagisce e scommette: decid ...continua

    Per non fare anticipazioni vi racconto qualche impressione. L'ho letto attento a individuare le tracce (o vestigia) del post noir.
    Il personaggio.
    Sofferente, travagliato, dalla doppia vita (diurna – notturna). Ma non è passivo, stimolato da un commissario, reagisce e scommette: decide di giocare una partita difficile e pericolosa. Un antieroe tipico del noir.
    Le metafore.
    Il post noir riscopre ed articola le metafore. Servono a meglio rappresentare la realtà.
    Testi traccia pennellate espressioniste, in bianco e nero.
    “Quel croissant sembrava infinito, continuava a girare nella sua bocca, con quel moto lento, ripetuto e stanco che hanno i panni sporchi in una lavatrice durante il risciacquo.”
    Oppure tipicamente hard boiled.
    “Il suono del campanello arrivò veloce, come una saetta, traversò l’orecchio e fulminò il cervello.”
    Il metrò il suo teletrasporto tra la vita sospesa e quella quotidiana.
    “… tutti in contatto con tutti, potenzialmente, dove però la componente relazionale tra tutti quei mondi diversi era semplicemente data da un mezzo comune …”
    Quando va incontro alla notte “ramenga”, con la sua tuta iperbarica (il mitico giaccone di velluto) col metrò si isola , quando ritorna a casa al mattino si riaggancia il mondo.
    Sarebbero tre stelle e mezzo: mezza in più è per gli intenti umanitari: i ricavi vanno a favore delle popolazioni del Saharawi

    ha scritto il