Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il canto del drago

Orizzonti VIII.4

By Anne McCaffrey

(24)

| Paperback

Like Il canto del drago ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

2 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il canto del drago fa parte del ciclo dei dragonieri di Pern della Scrittrice Anne Maccaffrey.

    Nel genere fantascientifico e fantasy alcuni autori sono stati capaci di generare un universo immaginifico che, in un certo senso, si è imposto e ha ...(continue)

    Il canto del drago fa parte del ciclo dei dragonieri di Pern della Scrittrice Anne Maccaffrey.

    Nel genere fantascientifico e fantasy alcuni autori sono stati capaci di generare un universo immaginifico che, in un certo senso, si è imposto e ha fornito una cornice e una tela su cui autori minori hanno disegnato i loro personali episodi.

    Macaffre ha disegnato un mondo in cui, da una specie locale chiamate lucertole volanti, grazie all'ingegneria genetica, sono derivati deiveri e propri draghi. Esiste un rapporto simbiontico fra il drago e il suo cavaliere che si instaura grazie all'imprinting del dargli da mangiare nel momento in cui sguscia dall'uovo al ternine del periodo di cova.

    Questo libro e il successivo, "La ballata del drago", si discostano dal tema centrale dei draghi e si incentrano su una ragazza di sedici anni Menolly figlia di un proprietario di una tenuta marina. Menolly è colpevole di amare la musica, una attività considerata prettamente maschile, e il suo peccato è reso più grave dalla sua inata bravura e dalla creatività che la porta a comporre nuove canzoni o a modificare quelle tradizionali. Tale passione la rende sgradita e soggetta a punizioni. Inizia la storia della sua fuga e del suo rifugiarsi in una caverna nascosta in una scogliera. Fortunosamente le capita di dare l'imprinting a ben nove lucertole di fuoco e la sua vita si riempie dell'affetto di questi animaletti, le preoccupazioni per badare a loro le riempiono la giornata. Mentre lei fugge le sue composizioni giungono alla sede degli Arpisti e inizia una cerca. Il maestro degli arpisti vuole il giovane che ha composto quelle canzoni che il vecchio arpista dellla tenuta marina ha inviato prima di morire. Tutti cercano un maschio, a fuggire invece è una femmina. Alla fine, dopo molte peripezie, Menolly si ripromette di non suonare o cantare più e ha accettato una vita tranquilla in un weir di dragonieri che l'aveva soccorsa. In quel weir, in occasione della schiusa delle uova della regina Ramoth, incontra, per caso, il maestro degli Arpisti Robinton. Il maestro degli arpisti si comporta con lei gentilmente, lei è tentata di chiedergli delle sue canzoni, ma in cuor suo dubita sia che Petiron gliele abbia mandate, e se gliele ha mandate non crede che possano avere un qualche valore. Robinton nel rpoeseguio della serata scopre che l'apprendista che sta affannosamente cercando è quella giovane ragazza con cui aveva parlato. Robinton, d'accordo con gli altri, inganna la ragazza, per farla cantare eludendo il blocco psicologico che si era imposta e Robinton la reclama per la sede delle arti.

    Il libro è grazioso, commovente, il genere fantasy fa da sfondo a una vicenda umana di discriminazione verso una persona rea di avere una aspirazione che non si vuole che esprima.

    Nella dozzina di volumi che compongono questo ciclo ritorno, volentieri, su questi due volumetti, la vicenda umana narrata mi commuove e li rileggo trovando sempre un disegno gradevole e delicato.

    Is this helpful?

    Piero Mancuso said on Aug 30, 2009 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Leggendo questo romanzo, mi è risultata gradita l'attenzione della scrittrice nella creazione del suo mondo fantastico: vengono introdotte con coerenza diverse creature inventate, è curata la descrizione della vita (fantasy) quotidiana e la ricchezza ...(continue)

    Leggendo questo romanzo, mi è risultata gradita l'attenzione della scrittrice nella creazione del suo mondo fantastico: vengono introdotte con coerenza diverse creature inventate, è curata la descrizione della vita (fantasy) quotidiana e la ricchezza di dettagli contribuisce a renderla più credibile. I personaggi sono caratterizzati abbastanza bene e, nel complesso, risultano figure credibili, coi limiti propri del genere umano, ma anche con la capacità di superare situazioni decisamente problematiche. L'analisi psicologica avrebbe anche potuto essere più approfondita, ma la grande varietà di figure che compaiono può giustificare tale carenza. Come quasi sempre accade nei romanzi con descrizioni puntuali e accurate, il ritmo risulta piuttosto rallentato; tuttavia, il coinvolgimento che deriva dal vedersi delineare in dettaglio un mondo completamente nuovo compensa, a mio avviso, tale inconveniente... tranne che per chi ricerca narrazioni di avventure con frequenti colpi di scena.
    Il magico non è particolarmente diffuso: semplicemente, alcune creature possiedono capacità soprannaturali; tuttavia, l'uso che ne viene fatto nel corso della narrazione è convincente e non mancano idee fantasiose ed interessanti.
    Il mio giudizio è pertanto indubbiamente positivo.

    Is this helpful?

    Keyosgaxiburq said on Apr 22, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (24)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Paperback
  • ISBN-10: A000028530
  • Publisher: Fanucci - Orizzonti
  • Publish date: 1981-11-01
Improve_data of this book