Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il capolavoro sconosciuto, ­Pierre Grassou

Testo francese a fronte

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

4.2
(54)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 214 | Formato: Altri

Isbn-10: 8817129186 | Isbn-13: 9788817129183 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Il capolavoro sconosciuto, ­Pierre Grassou?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Il capolavoro sconosciuto" di Honoré de Balzac rappresenta un vero e proprio mito letterario, che ha tra l'altro suscitato riflessioni ed emozioni profonde nelle menti di numerosi protagonisti del Novecento. In effetti da Cézanne a Picasso, da Hofmannsthal a Rilke, da Henry James a Benedetto Croce, da Ernst Robert Curtius a Italo Calvino, molti sono gli interpreti che hanno meditato su questo testo, concentrandosi sul suo protagonista, il pittore Frenhofer, un genio quanto mai travagliato che sembra profetizzare l'astrattismo e l'informale. E se "Il capolavoro sconosciuto" può considerasi una sorta di tragedia della pittura contemporanea, il racconto "Pierre Grassou" che viene pubblicato qui di seguito, ne rappresenta l'amara commedia.
Ordina per
  • 5

    leggetelo se

    sublime per voi non è un aggettivo da mozzarella, se IL NUDO AL SOLE di Renoir non vi fa venire in mente una donna in putrefazione, se sapete che differenza c'è tra un morso e una morsura, se non confondete il bulino con la bolina, se vi siete mai chiesti quale scopo abbia l'arte, se le persone c ...continua

    sublime per voi non è un aggettivo da mozzarella, se IL NUDO AL SOLE di Renoir non vi fa venire in mente una donna in putrefazione, se sapete che differenza c'è tra un morso e una morsura, se non confondete il bulino con la bolina, se vi siete mai chiesti quale scopo abbia l'arte, se le persone che amate o avete amato odorano di acquaragia.
    Ma non vi arrabbiate troppo quando vi verrà citato, come esempio di fusione tra disegno e colore, Raffaello.

    ha scritto il 

  • 0

    Il mio primo Balzac

    Non male questo Balzac, mai sentito fino a ieri. Non male questi due gustosi sketch sulla pittura.
    Strano, 'sto tipo qua, Balzac (ma chi è? boh?) capisce di pittura più dei pittori, boh... nell' '800 già parla di scomposizione dell'immagine alla picasso, poi parla del louvre come manco mess ...continua

    Non male questo Balzac, mai sentito fino a ieri. Non male questi due gustosi sketch sulla pittura.
    Strano, 'sto tipo qua, Balzac (ma chi è? boh?) capisce di pittura più dei pittori, boh... nell' '800 già parla di scomposizione dell'immagine alla picasso, poi parla del louvre come manco messier Louvre in persona lui même...
    Mah, alla fine non male. Certo, Faletti: quello sì che è uno scrittore! Cazzo!

    ha scritto il 

  • 4

    Meglio essere genio tormentato o mediocre artista apprezzato?...A voi la scelta. Balzac riuscirà perfettamente a descrivervi i processi psicologici e a farvi immergere nelle atmosfere degli atelier dei pittori di metà '800, mettendo a confronto due personaggi così diversi. Consigliatissimo!!! ...continua

    Meglio essere genio tormentato o mediocre artista apprezzato?...A voi la scelta. Balzac riuscirà perfettamente a descrivervi i processi psicologici e a farvi immergere nelle atmosfere degli atelier dei pittori di metà '800, mettendo a confronto due personaggi così diversi. Consigliatissimo!!!

    ha scritto il 

  • 5

    "Il capolavoro sconosciuto" è un racconto breve che ci offre la possibilità di guardare e pensare all'Arte attraverso il mito (solo apparentemente antico, ma invece molto moderno) del personaggio di Frenhofer. Non solo una piacevole lettura, ma il punto di partenza per tanti spunti filosofici. ...continua

    "Il capolavoro sconosciuto" è un racconto breve che ci offre la possibilità di guardare e pensare all'Arte attraverso il mito (solo apparentemente antico, ma invece molto moderno) del personaggio di Frenhofer. Non solo una piacevole lettura, ma il punto di partenza per tanti spunti filosofici.

    ha scritto il