Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il cargo

Di

Editore: Arnoldo Mondadori Editore (I capolavori della Medusa)

3.9
(385)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 391 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese

Isbn-10: A000045086 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Giorgio Monicelli

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Travel

Ti piace Il cargo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    L'insostenibile pesantezza dell'essere

    Quattro stelle per Simenon che come al solito riesce a descrivere in maniera eccellente l'animo umano e i suoi caleidoscopici aspetti La storia in se mi ha angosciato Una sorta di insostenibile pesantezza dell'essere.. visto che vivere leggeri come Charlotte aiuta a sopravvivere

    ha scritto il 

  • 4

    L'ho divorato, come sempre succede coi libri di Simenon, questo in particolare per scoprire come andava a finire. Una storia tragica, che non da alcuna speranza. Uno dei romanzi più negativi di Simenon, ma lo stesso sublime.

    ha scritto il 

  • 4

    trama ed ambientazioni leggermente diverse dal solito Simenon non inficiano affatto sulla buona riuscita del romanzo. ho letto molte cose di questo autore eppure torno spesso a rileggerlo certa di fare sempre una buona lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    Tradotto in italiano con il titolo "Cargo" questo Simenon trasporta. Con ritmo. Sia nei personaggi e nella loro psicologia che in giro per il mondo. Mi ha colpito in particolare la cattiveria di Charlotte, protagonista con due uomini di una relazione distaccata ed ambigua. utilitaristica. Riesce ...continua

    Tradotto in italiano con il titolo "Cargo" questo Simenon trasporta. Con ritmo. Sia nei personaggi e nella loro psicologia che in giro per il mondo. Mi ha colpito in particolare la cattiveria di Charlotte, protagonista con due uomini di una relazione distaccata ed ambigua. utilitaristica. Riesce a farla odiare.

    ha scritto il 

  • 3

    Simenon è di nuovo a Panama (V. Il primogenito dei Ferchaux); il delitto anarchico, la fuga sul cargo, l'arrivo ai tropoci e, qui, l'azione rallenta, s'impantana, come nel fango denso e appiccicoso della miniera d'oro sui terrenialluvionali e malsani del fiume. Poi, il ritorno in città, la nascit ...continua

    Simenon è di nuovo a Panama (V. Il primogenito dei Ferchaux); il delitto anarchico, la fuga sul cargo, l'arrivo ai tropoci e, qui, l'azione rallenta, s'impantana, come nel fango denso e appiccicoso della miniera d'oro sui terrenialluvionali e malsani del fiume. Poi, il ritorno in città, la nascita del figlio, riappare il capitano Mopps, loro guida e legame con la realtà dalla quale sono fuggiti. La terza parte è uno scivolo inesorabile verso il destino: Thaiti, la TBC (là, in paradiso!), la pazzia, la gelosia.

    ha scritto il