Il caso Eddy Bellegueule

Voto medio di 189
| 46 contributi totali di cui 44 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
“Mi sono allontanato di corsa, subito. Giusto il tempo di sentire mia madre che diceva Cosa fa quel diavolo? Non volevo restare con loro, rifiutavo di condividere quel momento.Ero già lontano, non appartenevo più a quel mondo ormai, la lettera ...Continua
Ha scritto il 07/08/17
Una triste storia (vera) e tanta miseria materiale e morale non fanno un buon libro; al più una testimonianza che merita rispetto. Il tempo dirà se l'autore è destinato ad essere scrittore, anche se non ne apprezzo lo stile compositivo
Ha scritto il 01/06/17
IL CASO EDDY BELLEGUELE
“Il caso Eddy Belleguele”(pubblicato in Italia da Bompiani nel 2014) è la storia dell’infanzia e dell’adolescenza del suo autore, ora noto come Edouard Louis (1992), che nel 2013 ha chiesto e ottenuto di poter cambiare nome in modo da ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 09/08/16
Vuoto a perdere
Recensione #6Esordisco dicendo che questo romanzo non mi è piaciuto. Nemmeno un po'. E non solo perchè si tratta della classica "meteora editoriale", che alla stessa velocità con cui brilla si spegne nel nulla, ma anche perché si tratta di ...Continua
Ha scritto il 05/03/16
Frammentario, incompleto, in alcuni punti francamente inverosimile, contiene però dei buoni spunti e alcune acute riflessioni. Considerata la giovanissima età dell'autore, confido in un miglioramento. Comunque consigliato.
Ha scritto il 31/01/16
Un romanzo che è come un pugno allo stomaco
Un romanzo pugno . Il caso Bellegueule è un libro inquietante , ma così forte e ben scritto che non lascia indifferenti . Farà parte dei libri che ricorderò a lungo.Racconta l'infanzia dura e violenta di Edward Louis , in un piccolo villaggio ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Jan 21, 2017, 00:25
.Della mia infanzia non ho alcun ricordo lieto. Non voglio dire che , in quegli anni, io non abbia mai provato dei sentimenti di felicità o di gioia . Semplicemente, la sofferenza è totalitaria : ciò che non rientra nel suo sistema, lo fa scomparire
Ha scritto il Aug 18, 2014, 12:26
Dovevo fuggire. Ma prima di tutto, uno non pensa spontaneamente alla fuga perchè ignora l'esistenza di un altrove. Nnon sa che la fuga è una possibilità. In un primo tempo tenta di essere come gli altri, e io ho tentato di essere come tutti.
Pag. 128

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi