Il caso di Charles Dexter Ward

Di

Editore: Sugarco

4.1
(678)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 156 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Tedesco , Polacco , Francese , Svedese , Portoghese , Catalano

Isbn-10: A000026144 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il caso di Charles Dexter Ward?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Ho letto quasi tutto il ciclo di Chtulhu, ma non avevo mai neanche pensato di leggere questo romanzo, vittima di un'infinità di recensioni che lo giudicavano di una lentezza estenuante. Alla fine, per ...continua

    Ho letto quasi tutto il ciclo di Chtulhu, ma non avevo mai neanche pensato di leggere questo romanzo, vittima di un'infinità di recensioni che lo giudicavano di una lentezza estenuante. Alla fine, però, ho deciso di leggerlo comunque, almeno per completezza. E devo dire che... E' lento in una maniera allucinante. Per 60 pagine l'atmosfera coloniale di Providence è descritta alla perfezione, ma quando lo sfondo è più interessante della storia in sè ci si inizia a fare delle domande. la trama, sì, nella prima parte c'è, ma si sviluppa così a rilento che sembra non esserci affatto. Tra magia nera, misteriosi casi di vampirismo, strani misteri di stregoneria, questo Lovecraft mi ha deluso con una trama non brutta, ma scontata, e il Lovecraft che amo è tutt'altro che scontato.
    Improvviso boom sul finale, in cui si riconosce il Vero scrittore di Providence, con una descrizione meravigliosa (nettamente superiore a quella degli altri racconti, in cui è comunque invidiabile) del crescente stato di terrore e delirio di uno dei protagonisti.
    In conclusione, Lovecraft ha fatto molto di meglio, e in molte meno pagine.

    ha scritto il 

  • 3

    Una rilettura piuttosto insoddisfacente: non ricordavo che la storia iniziasse così lentamente, con tanto superfluo contorno d’ambiente e più di un pizzico di quella pedanteria storica che rende talor ...continua

    Una rilettura piuttosto insoddisfacente: non ricordavo che la storia iniziasse così lentamente, con tanto superfluo contorno d’ambiente e più di un pizzico di quella pedanteria storica che rende talora greve la prosa di HPL. Non ricordavo neppure che la forma fosse quella del resoconto – il che rende il ritmo del racconto piuttosto monotono. Rimane, certo, una vicenda stregonesca interessante e suggestiva, ma non quel capolavoro del brivido che credevo di ricordare. Tra le righe, rilevanti le pennellate xenofobiche riservate alla descrizione di malvagi meticci e stolidi portoghesi.

    ha scritto il 

  • 4

    Consigliato (ma non solo) agli amanti del genere

    Scritto sotto forma di resoconto scientifico , quindi completamente privo di dialoghi , è un romanzo breve che ripercorre il progressivo ed inarrestabile decadimento fisico e mentale di un giovane stu ...continua

    Scritto sotto forma di resoconto scientifico , quindi completamente privo di dialoghi , è un romanzo breve che ripercorre il progressivo ed inarrestabile decadimento fisico e mentale di un giovane studioso di cose antiche che viene portato ad occuparsi di occultismo dalla scoperta occasionale di essere discendente di un lontano avo accusato di aver praticato la stregoneria.
    Una lettura che può risultare a tratti ripetitiva ma che non mancherà di appassionare chi , come me , condivida un amore (nel caso mio antico e mai del tutto dimenticato...) per l' “horror ”da parte di un autore , considerato da sempre come uno dei migliori e dei più rappresentativi esponenti del genere , che sa regalare momenti di reale e vivissima tensione .

    ha scritto il 

  • 5

    "Se scruterai a lungo in un abisso, anche l'abisso scruterà dentro di te." (F.W. Nietzsche, Al di là del bene e del male)

    Il celebre aforisma del filosofo tedesco potrebbe essere la cornice alla lettu ...continua

    "Se scruterai a lungo in un abisso, anche l'abisso scruterà dentro di te." (F.W. Nietzsche, Al di là del bene e del male)

    Il celebre aforisma del filosofo tedesco potrebbe essere la cornice alla lettura di questo romanzo, nato dalla penna di uno dei maestri della letteratura fantastica e horror. Perché è proprio di una discesa nel seducente oscuro ignoto, a partire da un'irrefrenabile levatoia sete di conoscenza, che qui si tratta.

    Charles Ward è un ragazzo con la passione per l'antico, per civiltà scomparse, per dimenticati saperi. Nel corso delle sue ricerche si imbatte nei carteggi riguardanti un suo antenato, Joseph Curwen, temuto negromante ed esperto di occulto. La crescente curiosità per i risultati delle ricerche dell'oscuro mago condurrà lentamente per mano il giovane su una strada di lucida follia, di eventi terribili, descritti con una omissione di dettagli sempre più claustrofobica per il lettore, sui quali indagherà il dottor Willett, psichiatra e medico della famiglia Ward.

    Lovecraft ci consegna con questo libro l'inquietante spaccato di una innocente, seppur cupa, spinta all'erudizione di una mente la cui fragilità si rivelerà la porta per il ritorno di mostri. Dal passato, da sé stessi, da lontano, ogni lettore potrà decidere la corrispondenza con la propria fonte di dannazione.

    ha scritto il 

  • 4

    Romanzo breve e anche semplice nella trama, ma intenso. L'avidità di conoscenza e la passione per le antichità, sarà causa, per il protagonista, della sua discesa verso il baratro; e questo lento perc ...continua

    Romanzo breve e anche semplice nella trama, ma intenso. L'avidità di conoscenza e la passione per le antichità, sarà causa, per il protagonista, della sua discesa verso il baratro; e questo lento percorso si percepisce pagina dopo pagina.
    Stile horror con ambientazione storica che ben rende l'idea di esoterismo, negromanzia, che permeano il romanzo.
    Primo approccio con Lovecraft, per cui mancano termini di paragone con altri suoi scritti, l'inizio tuttavia è promettente.

    ha scritto il 

  • 3

    Abominevoli creature provenienti dall'orrore infinito di un abisso di un al di fuori non meglio precisato, empie parole pronunciate da uomini malvagi, mostruose violazioni, illeciti commerci, inspiega ...continua

    Abominevoli creature provenienti dall'orrore infinito di un abisso di un al di fuori non meglio precisato, empie parole pronunciate da uomini malvagi, mostruose violazioni, illeciti commerci, inspiegabili mutamenti... tutto condito da acri fetori, miasmi, catacombe, una strizzatina d'occhio al ritratto di Dorian Gray e una frustrante impossibilità per il lettore di mettere a fuoco fatti e personaggi narrati. La prosa di HPL come al solito è scorrevole, nonostante gli inciampi della traduzione, grande la sua capacità evocativa. Forse però alcuni racconti restano insuperabili nel creare inquietudine nel lettore. Sfiziosa l'introduzione di Valerio Evangelisti.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho sempre letto solamente i racconti di Lovecraft, così questa è la prima volta che leggo un suo romanzo e...beh, mi ha deluso.
    Molte pagine erano di una noia mortale: praticamente mi è sembrato di le ...continua

    Ho sempre letto solamente i racconti di Lovecraft, così questa è la prima volta che leggo un suo romanzo e...beh, mi ha deluso.
    Molte pagine erano di una noia mortale: praticamente mi è sembrato di leggere un racconto ma allungato a dismisura per poter essere un romanzo.
    La storia è molto bella e avvincente, però ci sono davvero tante parti noiose

    ha scritto il 

Ordina per