Questo libro, inedito in italiano, fu scritto da Lem all'epoca dei suoi maggiori successi come autore di letteratura fantastica. È un autoritratto dello scrittore nel periodo della sua infanzia, una ricerca approfondita e minuziosa sulla sua storia ... Continua
Ha scritto il 07/04/17
"Eravamo, ora si sa, come formiche che si affaccendavano vivacemente ed energicamente attorno a un formicaio su cui si era già sollevata la suola della scarpa. Alcuni ne intravedevano l’ombra, a quanto pare, ma tutti e anche loro, fino agli ...Continua
  • 5 mi piace
Ha scritto il 21/03/10
Più che un autobiografia, una riflessione sulla memoria. E, anche, una riflessione su come un bambino vede il mondo intorno a sé. Con alcuni spunti geniali e altre parti un po' più noiose.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 29/10/09
chi l'avrebbe detto che da piccino lem era peggio di giamburrasca?
ma non così artefatto e leziosetto, e con belle considerazioni su memoria e scrittura.... mi trovo nell’ingrata situazione di una persona che non può semplicemente ricorrere a una riserva di fatti accaduti, magari anche mescolati in maniera ...Continua
Ha scritto il 18/10/09
Non male la prima parte e le consideranzioni sulla storia e la scrittura. Noioso quando elenca le sue nevrosi infantili. Interessanti le pagine centrali sulla scuola e sul la memoria
Ha scritto il 23/01/09
SPOILER ALERT
Questo breve racconto autobiografico del Lem bambino è molto bello. È bella la parte iniziale in cui l'autore ricorda la prima infanzia nella Polonia degli anni '20, il suo vedere il mondo ad altezza ginocchia (degli adulti). Un bambino non ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi