Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il castello magico di Howl

Castle series, volume 1

Di

Editore: Kappa Edizioni

4.2
(2743)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo

Isbn-10: 8887497915 | Isbn-13: 9788887497915 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: D. Ventura

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace Il castello magico di Howl?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Partiamo da due presupposti: chi compra questo libro per cercare di capire più a fondo i significati della versione cinematografica di Miyazaki sbaglia di grosso: la storia narrata nel romanzo è del t ...continua

    Partiamo da due presupposti: chi compra questo libro per cercare di capire più a fondo i significati della versione cinematografica di Miyazaki sbaglia di grosso: la storia narrata nel romanzo è del tutto diversa da quella della pellicola. Il secondo presupposto è che, se ci si dimenticata del fatto che il romanzo non è ben scritto, può risultare gradevole e grazioso. La storia è originale, a tratti divertente, e non annoia: è uno di quei libri che si leggono tutto d'un fiato, in cui si vuole scoprire la sorte dei protagonisti anche se questo significa ritrovarsi con le occhiaie causate da lunghe letture notturne. Il difetto, come ho detto, l'ho trovato nella scrittura stessa, non mi è piaciuta. Le descrizioni sono carenti e non dettagliate, gli stati d'animo dei personaggi poco indagati: nel momento della trasformazione in una vecchia di novant'anni Sophie sembra accettare il tutto con un'alzata di spalle e con il desiderio di trovare il suo destino: una reazione quantomeno improbabile anche per un fantasy. Altra nota stonata sono i refusi: tantissimi e irritanti. L'edizione avrebbe avuto bisogno di una cura maggiore.

    ha scritto il 

  • 5

    Bello Bello Bello

    Sono stato praticamente stregato della versione cinematografica di Miyazaki (del quale sono un grande fan ed adoro tutti i suoi film) quindi mi sono subito comprato il libro e adesso che ho un blog tu ...continua

    Sono stato praticamente stregato della versione cinematografica di Miyazaki (del quale sono un grande fan ed adoro tutti i suoi film) quindi mi sono subito comprato il libro e adesso che ho un blog tutto mio, vi faccio partecipi con una mia breve recensione.
    I was practically haunted the film version of Miyazaki (of which I am a big fan and I love all of his movies), so I immediately bought the book and now that I have a blog of my own, I'll participate with a brief review.
    "Il castello errante di Howl" è una sorta di rifacimento di un fantasy in stile favola dove i protagonisti abitano un mondo in cui esiste la magia.
    Il libro racconta tutte le avventure della bella e dolce Sophie, primogenita di tre figlie, che è destinata a lavorare e a creare cappelli nella bottega di famiglia, mentre le sue sorelle vivono una vita allegra e spregiudicata, aspirando ai grandi amori.
    Un giorno tutto cambiò: la Strega delle Terre Desolate arriva nella bottega e, senza nessun motivo apparente, maledice Sophie trasformandola in una anziana donna molto anziana. Per paura del giudizio dei suoi familiari fugge via finché non incontra il Mago Howl, noto divoratore di cuori di fanciulle, per il quale inizia a lavorare come donna tutto fare.
    In generale la trama del romanzo è in buona parte diversa da quella del film, più lunga e intricata, dove mancano alcuni dettagli. Per esempio non c'è alcun riferimento,nel film, al luogo di origine del Mago.
    Diana Wynne Jones si riconferma un'autrice fantastica, scrive benissimo e con uno lo stile scorrevole. Si legge tutto d’un fiato, con voglia e col sorriso sulle labbra. La tua mente viene totalmente trasportata dentro le pagine, coinvolgendola nella storia con dettagli curatissimi e facendola diventare essa stessa una protagonista.
    Grazie alle mille avventure Sophie possiamo conoscere la sua crescita interiore e la sua presa di coscienza verso un sentimento di amore vero.

    La mia recensione la puoi trovare anche qui: http://danieledonisi.blogspot.it/2014/09/review-howls-moving-castle-il-castello.html

    ha scritto il 

  • 5

    Ho scoperto dell'esistenza di questo romanzo dopo aver visto il film d'animazione di Studio Ghibli, che ho amato moltissimo, e ho deciso subito di leggerlo.
    In questo modo ho riscoperto da una diversa ...continua

    Ho scoperto dell'esistenza di questo romanzo dopo aver visto il film d'animazione di Studio Ghibli, che ho amato moltissimo, e ho deciso subito di leggerlo.
    In questo modo ho riscoperto da una diversa prospettiva l'avventura di Howl, di Calcifer e della mitica Sophie, che mi ha fatto amare ancora di più questa fantastica storia.
    La storia è scorrevole; molto importante è lo sviluppo caratteriale dei personaggi, e la loro descrizione attraverso il punto di vista di Sophie dalla prima all'ultima pagina. (Non è scritto in prima persona)
    Consigliato agli amanti delle fiabe e delle avventure; oppure per quelli che hanno voglia di ritornare nel mondo del Mago Howl dopo il capolavoro di Hayao Miyazaki.
    Buona lettura!

    ha scritto il 

  • 4

    got to know this book through the Miyazaki movie, and what a chance! the book, as always, is a 1000 times better,... the story makes much more sense, the characters are more real and I just couldn't p ...continua

    got to know this book through the Miyazaki movie, and what a chance! the book, as always, is a 1000 times better,... the story makes much more sense, the characters are more real and I just couldn't put it down. A truly enjoyable read!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    ATTENZIONE: SPOILERS PESANTISSIMI

    anche qui, la mia opinione è in parte dovuta alla visione del film di Hayuccio caro, che poi è uno dei miei film preferiti in generale, forse IL preferito tra quelli ...continua

    ATTENZIONE: SPOILERS PESANTISSIMI

    anche qui, la mia opinione è in parte dovuta alla visione del film di Hayuccio caro, che poi è uno dei miei film preferiti in generale, forse IL preferito tra quelli di animazione.
    Ho aspettato moltissimo per leggere questo libro (e ho fatto male) perché molti dicevano "rovinasse" la figura di Howl, che non c'entrava nulla con il film e altre cose simili, quindi avevo paura di dover fare un confronto.
    Invece è stato un estremo conforto vedere che erano tutte bugie!
    Come le Austeniane (?) hanno una cotta generale per Mr. Darcy, io ho una cotta per Howl. E' più forte di me. Non posso essere imparziale, mi spiace.

    Questo è uno di quei libri che spero di avere sugli scaffali quando avrò dei figli, in modo che loro possano leggerli. Purtroppo l'ho preso in biblioteca e ora è fuori commercio, e su ebay si vende a prezzi esagerati. Ma lo troverò ad un prezzo umano e lo prenderò. E generalmente non sento il bisogno del POSSESSO di un libro, non li rileggo normalmente. Ma so che presto lo vorrò rileggere.

    Tornando al libro in sé: è molto diverso dal film per alcune tematiche (non compare la guerra, se non aleggiata. Forse in futuro ci sarà, ma non è il tema centrale della storia in questo caso) ma non per i personaggi e nemmeno per l'atmosfera. E' un libro...oserei definirlo tenero (da leggere l'ultimo termine in corsivo). E' tenero per i personaggi, per la vecchiaia precoce di Sophie, delle gentilezze di Howl, per Calcifer che tanto borbotta ma tanto poi ritorna, anche se con tutto un altro valore (da demone libero, e non più legato). E' tenero per Howl gallese, per le lagne di Howl quando è malato, come fanno i bambini, per l'Howl che si innamora di Sophie nonostante il suo aspetto dimesso da topolino grigio. Ma è anche potente, come l'amore che ti isola da amici e parenti che cercano le tue attenzioni, e tu riesci solo a guardare gli occhi dell'altro.
    Forse il personaggio della Strega delle terre desolate è poco tratteggiato, e sarebbe stato simpatico vedere di più, ma gli altri sono così prepotenti e meritevoli di ascolto che la questione passa in secondo piano.
    E' una fiaba, una ricchissima, variopinta, profumata fiaba. Se lo trovate, leggetelo.

    ha scritto il 

Ordina per