Il catalogo delle amiche

Di

Editore: Euroclub

2.8
(180)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 166 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000129397 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Il catalogo delle amiche?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Dieci brevi ritratti di donne, ognuna con i suoi pregi, ma soprattutto difetti, imperfezioni e manie (perché è su questi che si concentra l'autrice), tutte accomunate dal desiderio di soddisfare gli a ...continua

    Dieci brevi ritratti di donne, ognuna con i suoi pregi, ma soprattutto difetti, imperfezioni e manie (perché è su questi che si concentra l'autrice), tutte accomunate dal desiderio di soddisfare gli altri senza badare o ancora peggio conoscere minimamente quelli che sono i propri desideri e le proprie aspirazioni. Ma la cosa che emerge in modo prepotente da tutti questi racconti è una grande solitudine a cui ognuna di loro cerca di sfuggire in modo del tutto personale, purtroppo senza mai riuscirci veramente.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    10 storie di donne, 10 tendenze femminili.

    Perfezionismo sfrenato volto ad "accalappiare" l'uomo, sforzi al limite del rocambolesco per tenersi il tanto agognato uomo, come se si potesse tenere qn che non vuole restare. C'è l'infermiera, la se ...continua

    Perfezionismo sfrenato volto ad "accalappiare" l'uomo, sforzi al limite del rocambolesco per tenersi il tanto agognato uomo, come se si potesse tenere qn che non vuole restare. C'è l'infermiera, la serva a tutti i costi, la donna che non riesce a fare pace con il proprio aspetto se non ricorrendo alla bottiglia, la donna prigioniera delle grinfie di sua madre, la tipa fissata con le riviste femminili da cui sugge devotamente ogni parola, immagine, consiglio , fino a trasformarsi in un mostro uscito dalle voglie perverse dei media, la sedicenne complessata per la sua presunta eccessiva altezza e chi più ne ha più ne metta. Dulcis in fundo, ciliegina sulla torta, colei che fa da raccordo a tutti i profili: l'invidiosa cronica che si presenta sotto le mentite spoglie della simpaticissima e gioviale amica di tutte e...tutti: si ritiene la "mejo", carina , sexy, ammiccante, desiderata, fa e disfa inciuci di ogni tipo, sa fare tutto, ciononostante tra un adescamento di marito altrui e l'atro, si ritrova sempre sola perché tutti questi mariti, rigorosamente delle proprie amiche, tornano sistematicamente al sicuro del loro ovile, lasciandola a spremersi le meningi chiedendosi che cosa abbiano quelle insulse donnicciole più di lei per meritare la grazia di un marito stabile, o amanti o cose che lei ritiene di non avere: è solo insicura e ha bisogno di confrontarsi con amiche e conoscenti che sono poi bersaglio delle sue ire da ,appunto, insicura. Quello che non riesce a capire è che queste donne se le immagina lei migliori di sé troppo presa da se stessa com'è per capire che anche dietro le sue amiche c'è dolore, insicurezza, disagio ed il loro valore in quanto persone. L'autrice si è mossa in maniera magistrale su un territorio spinoso, è riuscita a tessere la sua tela stando sull'orlo del baratro del luogo comune senza caderci dentro. 5 stelle (secondo me) se le merita tutte!

    ha scritto il 

  • 2

    L'idea di partenza, cioé descrivere 10 amiche e quindi 10 caratteri femminili diversi tra loro ma legati da un sentimento comune, mi piaceva. Invece è una lista di cattiverie delle une sulle altre, tr ...continua

    L'idea di partenza, cioé descrivere 10 amiche e quindi 10 caratteri femminili diversi tra loro ma legati da un sentimento comune, mi piaceva. Invece è una lista di cattiverie delle une sulle altre, tra l'altro infarcite di banalità e luoghi e comuni... non ha avuto il coraggio di essere cattiva fino in fondo!

    ha scritto il 

  • 3

    Scegli la tua nevrosi dal catalogo...
    Un insieme di piccoli racconti personali di donne assai problematiche e complessate.
    Interessante, ma senza capo nè coda, giusto un momento per riflettere sui nos ...continua

    Scegli la tua nevrosi dal catalogo...
    Un insieme di piccoli racconti personali di donne assai problematiche e complessate.
    Interessante, ma senza capo nè coda, giusto un momento per riflettere sui nostri problemi e quelli degli altri.

    ha scritto il 

  • 3

    un ventaglio di...

    ...personalità. Un racconto di più racconti. Diverse donne diversi modi, atteggiamenti, diverse vite.
    Mi è piaciuto ma non mi ha colpito in fondo.
    A mio avviso è quasi banalizzata la complessità delle ...continua

    ...personalità. Un racconto di più racconti. Diverse donne diversi modi, atteggiamenti, diverse vite.
    Mi è piaciuto ma non mi ha colpito in fondo.
    A mio avviso è quasi banalizzata la complessità delle donne.
    Ma forse il mio lato femminile non è abbastanza pronunciato.
    Buona lettura.
    BUONAVITA!

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro racconta la vita di dieci donne che hanno fra loro rapporti d'amicizia, alcune sono sincere, qualcuna è invidiosa e le odia tutte, altre sono troppo prese dalle loro tragedie personali ch ...continua

    Questo libro racconta la vita di dieci donne che hanno fra loro rapporti d'amicizia, alcune sono sincere, qualcuna è invidiosa e le odia tutte, altre sono troppo prese dalle loro tragedie personali che non si rendono nemmeno conto di avere intorno a se altre persone.
    Ognuna di loro ha un problema più o meno grave, e nella maggior parte dei casi nasce solo dalla loro testa,ed è risolvibile solo con un pò di coraggio.
    Tutte hanno in comune la paura di cambiare, ognuna di loro soffre, ma sembra non volerne uscire fuori. In questo libro, in modo molto ironico, sono presenti tutte le fissazioni femminili.

    ha scritto il 

  • 3

    Il catalogo delle solitudini...

    "Un tempo le invidiava solo fugacemente, di tanto in tanto, ma con il passare degli anni e il ripetersi sempre uguale delle sconfitte, le invidia con crescente furore. Non sa tuttavia rassegnarsi a qu ...continua

    "Un tempo le invidiava solo fugacemente, di tanto in tanto, ma con il passare degli anni e il ripetersi sempre uguale delle sconfitte, le invidia con crescente furore. Non sa tuttavia rassegnarsi a questo sentimento e cerca di camuffarlo il più possibile, annche con se stessa.
    Ridono le amiche ai commenti di Emilia perchè non sanno che non scherza. Non immaginano che le attenzioni, le gentilezze, le premure le servono soprattutto per portarsi avanti, acquistare qualche metro o chilometro di meriti nei confronti dell'una o dell'altra, per potersi poi, da quella distanza, a pieno diritto, girare indietro e ragionare sull'abisso che separa lei da loro, egoiste e pigre, lamentose e senza idee, incapaci della minima generosità. E neppure sanno che, con ciascuna di loro, Emilia ha già litigato, in segreto, riesumando ogni minima incomprensione accumulata negli anni, ogni invvartito, fuggevole sgarbo accuratamente conservato nella memoria..."

    ha scritto il