Il cavaliere d'inverno

Di

Editore: Sonzogno

4.4
(2500)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 700 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Ceco , Portoghese , Polacco , Tedesco

Isbn-10: A000046679 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Rosa

Ti piace Il cavaliere d'inverno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Leningrado, 1941. In una tranquilla sera d'estate Tatiana e Dasha, sorelle ma soprattutto grandi amiche, si stanno confidando i segreti del cuore, quando alla radio il generale Molotov annuncia che la Germania ha invaso la Russia. Uscita per fare scorta di cibo, Tatiana incontra Alexander, un giovane ufficiale dell'Armata Rossa che parla russo con un lieve accento. Tra loro scatta subito un'attrazione reciproca e irresistibile. Ma è un amore impossibile, che potrebbe distruggerli entrambi. Mentre un implacabile inverno e l'assedio nazista stringono la città in una morsa, riducendola allo stremo, Tatiana e Alexander trarranno la forza per affrontare mille avversità e sacrifici proprio dal legame segreto che li unisce.
Ordina per
  • 3

    Che. Delusione.

    Mossa da una curiosità infinita per le recensioni bellissime, mi sono decisa a prendere in mano il libro...il perchè mi faccio condizionare così, ancora me lo chiedo.
    Libro di per sè scritto bene; ott ...continua

    Mossa da una curiosità infinita per le recensioni bellissime, mi sono decisa a prendere in mano il libro...il perchè mi faccio condizionare così, ancora me lo chiedo.
    Libro di per sè scritto bene; ottime descrizioni e l'ambientazione un po' particolare (la Leningrado della seconda guerra mondiale) me lo hanno reso abbastanza scorrevole e altrettanto realistico. La Simons riesce a descrivere in modo eccellente le sofferenze e la sensazione di terrore e fame che provano i personaggi tanto che sembra davvero, durante la lettura, di sentire i morsi della fame e la paura della morte.
    Però.
    C'è un però.
    I personaggi non sono credibili: nella prima metà del libro Alexander appare come un povero inetto in balia degli eventi e della volubilità di una ragazzina di 17 anni -e sì che è un ufficiale dell'Armata Rossa...mica ciufoli!- mentre Tatiana sembra in preda ad un delirio bipolare da 'ti voglio-non ti voglio. Mi ami-non mi ami'. Non me li ha resi particolarmente simpatici.
    Nella seconda metà del libro le cose un po' migliorano soprattutto, forse, dato dall'aumento del ritmo della narrazione...che consiste nel semplice fatto di far succedere qualcosa.
    Nell'insieme lo salvicchio, ma nulla di speciale. Non quanto mi aspettassi.
    Mi sono buttata sulla lettura del seguito per sapere come, in effetti, la storia termina dato che questo primo libro non mette la parola fine alla storia di Tatiana e Alexander.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi ha attirato l'ambientazione nella Leningrado assediata dall'esercito tedesco durante la seconda guerra mondiale e devo dire che questo aspetto non mi ha deluso ma la storia d'amore di Alexander e ...continua

    Mi ha attirato l'ambientazione nella Leningrado assediata dall'esercito tedesco durante la seconda guerra mondiale e devo dire che questo aspetto non mi ha deluso ma la storia d'amore di Alexander e Tatiana, edificante e romantica, modello di amore assoluto risulta stucchevole. Alexander è un ufficiale dell'armata rossa senza macchia e senza paura, per di più bellissimo, ma che nasconde numerosi segreti; la dolce Tatiana, ancora alle soglie della giovinezza, è inconsapevole della propria bellezza e del disastro che si sta preparando per la sua città, la sua famiglia e la sua patria. Sarà lei la vera eroina, colei che quotidianamente lotterà per la sopravvivenza e per il suo amore. Lettura che appassiona come un romanzo rosa ma non decolla a livello letterario.

    ha scritto il 

  • 5

    Appassionante... non riuscivo a smettere di leggere. Descrizione della Russia di quel periodo molto realistica. Ho amato tantissimo questo libro. Scorrevole e avvincente. Consigliatissimo.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Bene, ma non benissimo per cinque stelle!

    Non avrei pensato che un romanzo ambientato durante la seconda guerra mondiale potesse piacermi, ma ne ho talmente tanto sentito parlare che alla fine ho ceduto anche io, nonostante le ben 697 pagine! ...continua

    Non avrei pensato che un romanzo ambientato durante la seconda guerra mondiale potesse piacermi, ma ne ho talmente tanto sentito parlare che alla fine ho ceduto anche io, nonostante le ben 697 pagine!
    Non amo leggere romanzi così prolissi, secondo me dopo un po' annoiano il lettore e si perdono in stupidaggini. Invece devo dire che è stato bello.
    Devo dire la verità, forse mi ha rapita più come veniva descritta la città, la guerra, le razioni di cibo, come dovevano vivere in quel periodo.. che la storia d'amore.
    Mi è piaciuta molto Tatiana nel suo ruolo e come si è evoluto nelle pagine man mano che leggevo. Da ragazzina indifesa nelle mani di una famiglia violenta, è passata ad essere una donna adulta e forte.
    L'unica cosa che non mi è piaciuta per niente, sono le scene di sesso continue e ripetute per più di 50 pagine. Per carità, capisco che siano due giovani che non riescono a vivere il loro amore come dovrebbero, ma che palle! Un linguaggio davvero non consono al resto del libro a volte, avrei preferito un semplice, ma d'effetto: " E facero l'amore". Non tutte queste descrizioni in primo piano :D
    Alexander dico solo: TOP!
    Dimitri, speravo facesse quella fine!
    Si legge abbastanza in fretta nonostante i numerosi dialoghi.
    Per ora mi fermo a questo primo volume, vedremo se più avanti, leggerò anche gli altri due.
    So che lui tornerà, ho letto le trame successive e varie recensioni, ma per chi decide di terminare la lettura al primo volume senza sapere degli altri due rimane decisamente appeso! :D

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    STUPENDO

    Non avrei mai pensato che un romanzo ambientato nel periodo della guerra potesse piacermi. Ho iniziato a leggerlo perchè sentivo tantissime persone che ne parlavano e me ne sono innamorata. Il libro s ...continua

    Non avrei mai pensato che un romanzo ambientato nel periodo della guerra potesse piacermi. Ho iniziato a leggerlo perchè sentivo tantissime persone che ne parlavano e me ne sono innamorata. Il libro scorre velocemente e mi teneva attaccata alle pagine, non annoia mai. Tatiana viene all'inizio descritta come un personaggio debole, succube della sua famiglia. Si dimostra invece una donna veramente forte, che riesce a scappare dalla situazione difficile della guerra, che riesce ad andare avanti nonostante la perdita di tutta la sua famiglia. La storia tra lei ed Alexander è veramente unica, con alti e bassi ma veramente bella. Una storia commovente che tratta argomenti difficili come quello della guerra. Non vedo l'ora di leggere i libri successivi!

    ha scritto il 

  • 5

    Perfezione, emozione, cuore

    Mi sono resa conto di non aver mai recensito questo libro...
    Ho aspettato l'ispirazione, ma ho capito che non esiste nessun modo per parlare di questo libro che sia sufficientemente esaustivo, che sap ...continua

    Mi sono resa conto di non aver mai recensito questo libro...
    Ho aspettato l'ispirazione, ma ho capito che non esiste nessun modo per parlare di questo libro che sia sufficientemente esaustivo, che sappia farvi comprendere quanto questo lettura mi abbia appassionato, emozionato, colpito.
    Questo è il LIBRO, è il romance storico per eccellenza.
    Questa lettura è la perfezione e la storia di Tatiana e Alexander è l'EMOZIONE!
    Bellissimo, una storia che non si dimentica, che rimane nel cuore, per sempre!

    ha scritto il 

  • 2

    il cavaliere d'inverno

    Romanzo rosa travestito da romanzo storico. Romanzo rosa perchè altro non è che la storia d'amore tra Alexander e Tatiana, ma storia d'amore supercombattuta! La ricostruzione storica è fatta piuttosto ...continua

    Romanzo rosa travestito da romanzo storico. Romanzo rosa perchè altro non è che la storia d'amore tra Alexander e Tatiana, ma storia d'amore supercombattuta! La ricostruzione storica è fatta piuttosto bene. La vincenda è ambientata a Leningrado durante la seconda guerra mondiale, durante l'assedio Hittleriano alla Russia comunista. La descrizione delle condizioni di vita dei russi è quantomai realistica, precisa e puntuale. Fa veramente vivere e sentire i morsi della fame, del gelo, la mancanza di ogni genere di prima necessità, l'angoscia delle persone che vedono morire i propri cari come mosche, con lo spettro dell'NKVD pronto ad arrestare chiunque e a farlo scomparire. Anche la descrizione della Russia comunista è fatta molto bene. La vita nelle comuni, la dittatura di Lenin, la polizia di stato.
    In questo contesto si dipana la storia d'amore di Tatiana e Alexander. Lei veramente infantile e bipolare! Ti amo, non è vero che ti amo; mi ami, non è vero che mi ami; non vedermi mai più, non è vero rimani con me; ignorami però sei un bastardo se mi ignori,; non far soffrire mia sorella e non farle capire che mi ami però perchè lo fai? Ma molla!!!!!! mamma mia, asfissiante davvero! La persona più incoerente del mondo! Poi, all'inizio debole e sfruttata da tutti, per poi improvvisamente diventare l'eroina senza macchia e senza paura!
    Lui po! Arrogante e antipatico come pochi, con la sua aria da saccentone e difensore dei deboli e degli oppressi!. Mi hanno messo il nervoso sin dall'inizio!
    Ho trovato il libro anche un po' prolisso, soprattutto nella parte dell'amore ritrovato, più di un centinaio di pagine di amore, sesso selvaggio e poi..boh! Bastava molto meno, considerando che si tratta di un romanzo di quasi 700 pagine!
    L'unica nota positiva è il finale: fatto bene, avvincente, che lascia con il fiato sospeso per cui, mio malgrado, sarò costretta a leggere anche il seguito!

    ha scritto il 

  • 1

    Per romanticoni pazienti, di sicuro, non per me.

    Che noia, questo libro, mamma mia. Credo che se uno non è Tolstoij non dovrebbe arrischiarsi a scrivere un romanzo sulla guerra in Russia, infarcendolo di storie da telenovela sudamericana.
    Tatiana e ...continua

    Che noia, questo libro, mamma mia. Credo che se uno non è Tolstoij non dovrebbe arrischiarsi a scrivere un romanzo sulla guerra in Russia, infarcendolo di storie da telenovela sudamericana.
    Tatiana e Alexander sono due personaggi così contorti… ti amo ma non posso averti, non ti amo, certo che ti amo ma non ti merito, ti amo ma tu non mi vuoi, no, io ti amo e tu non mi vuoi….. buuuuuuuuuuuuu
    Sveglia! C’è la guerra, i bombardamenti, avete fame, non avete soldi , legna, ci sono cadaveri in mezzo alle strade e voi state lì a farvi le pippe…
    E tutto questo per 762 pagine…. 762 pagineeeeee. Ma stiamo scherzando?
    Aaaaah dimenticavo… in mezzo ai morti, ai bombardamenti, alla fame, ecc ecc, la Simmons ci infila anche centinaia di pagine di sesso….
    Mah. Io davvero non capisco come questo possa essere giudicato un buon libro. Tra l’altro, scopro che è solo il primo di una trilogia… aiutoooooo!
    La Simmons scrive: “niente poteva sopravvivere all’inverno di Leningrado”…. Ecco, anche io ho rischiato proprio di soccombere!!!!!!!
    1 stella su 5

    ha scritto il 

Ordina per