Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il cavaliere dei Rossomori. La vita di Emilio Lussu

Di

4.4
(61)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 512 | Formato: Altri

Isbn-10: 8864290249 | Isbn-13: 9788864290249 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Biography , History , Non-fiction

Ti piace Il cavaliere dei Rossomori. La vita di Emilio Lussu?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    E' stato tanto tempo sul comodino affianco al letto. Non riuscivi ad iniziarlo. Credo serva in questi casi lo stato d'animo giusto. Ed è quello che è successo in questo fine settimana. iniziato e finito, letto in un solo fiato, incantato da una abilità narrativa che ha pochi uguali.
    Chi con ...continua

    E' stato tanto tempo sul comodino affianco al letto. Non riuscivi ad iniziarlo. Credo serva in questi casi lo stato d'animo giusto. Ed è quello che è successo in questo fine settimana. iniziato e finito, letto in un solo fiato, incantato da una abilità narrativa che ha pochi uguali.
    Chi conosce Emilio Lussu deve assolutamente leggerlo. Chi non lo conosce, pure!

    ha scritto il 

  • 5

    LUSSU 5 STELLE

    Cinque stelle al personaggio storico; avercene!!!!!...in questo desolato presente...
    Comunque è anche una biografia ben fatta; zeppa di note e citazioni ma scorrevole.

    ha scritto il 

  • 5

    Giuseppe Fiori è stato un ottimo biografo oltre che un buon giornalista.
    Questa è la biografia di Emilio Lussu, " uno degli uomini di cui l'Italia avrebbe più disperatamente bisogno" (Galante Garrone).
    Veramente interessante!

    ha scritto il 

  • 4

    Una biografia scritta con molto coinvolgimento e con uno stile piacevole. Una lettura che ruba il fiato come quella di un romanzo, tanto fu particolare e avventurosa la vita di Emilio Lussu, uscito vivo dalla guerra sul Carso e da diversi attentati fascisti. Evaso dal confino fascista e uno dei p ...continua

    Una biografia scritta con molto coinvolgimento e con uno stile piacevole. Una lettura che ruba il fiato come quella di un romanzo, tanto fu particolare e avventurosa la vita di Emilio Lussu, uscito vivo dalla guerra sul Carso e da diversi attentati fascisti. Evaso dal confino fascista e uno dei padri traditi della Repubblica, Lussu, sardo e federalista molto prima dei leghisti, ammoniva in tempi lontani che "il nazionalismo in piccolo è una farsa,in grande è una tragedia"
    E' un peccato che oggi i più non sappiano chi sia stato.

    ha scritto il 

  • 5

    In realtà le stelline dovrebbero essere cinque.
    E' un libro molto bello, scritto egregiamente.
    Narra della vita di Emilio Lussu fondatore del Partito Sardo d'Azione ( ribattezzato in epoca fascista"partito dei rossomori").
    Non è la semplice biografia di una vita alquanto rocamboles ...continua

    In realtà le stelline dovrebbero essere cinque.
    E' un libro molto bello, scritto egregiamente.
    Narra della vita di Emilio Lussu fondatore del Partito Sardo d'Azione ( ribattezzato in epoca fascista"partito dei rossomori").
    Non è la semplice biografia di una vita alquanto rocambolesca ( mai nel libro si colgono accenti romanzeschi o eccessi romantici ) ma è la ricostruzione attenta, puntuale, documentata di un lungo periodo storico che va dalla Grande Guerra e arriva fino alla morte di Lussu avvenuta nel 1975 a Roma.
    Il libro affronta con grande equilibrio e con lucida analisi, attraverso le vicende personali di Lussu il periodo fascista, lo squadrismo , il carcere , il confino, l'attività svolta a Parigi con Rosselli e Salvemini, la fondazione del movimento antifascista "Giustizia e libertà". L'incontro con la sua compagna di vita la partigiana Joyce. Il ritorno in Italia nel 1943 e la partecipazione attiva e passionale alla vita politica italiana negli anni successivi fino alla morte.
    In questi tempi bui di rimozione del passato ,di addormentamento delle coscienze, di trionfo del "non pensiero"è un libro rinfrancante , consolante, prezioso.
    Prezioso perchè aiuta a ricordare (prendo in prestito le illuminati parole di Zagrebelsky) che "La democrazia non è un regime consolidato, assestato, sicuro di sè . Dove c'è consolidamento, assestamento, sicurezza del sistema di potere, lì c'è in realtà oligarchia, anche se eventualmente, sotto mentite spoglie democratiche. Democrazia è invece sempre conflitto perenne PER la democrazia e CONTRO le oligarchie sempre rinascenti al suo interno.
    La democrazia non è soltanto un abito esteriore di regole,ma è anche un atteggiamento interiore che dà corpo alle istituzioni ; non c'è democrazia senza un Ethos conforme e diffuso;
    La più democratica delle costituzioni è destinata a morire se non è animata dall'energia che è compito dei cittadini trasmetterle."

    ha scritto il