Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il cavaliere nero

Di

Editore: Longanesi & C.

3.9
(472)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 484 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8830420840 | Isbn-13: 9788830420847 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Donatella Cerutti Pini

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , History , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il cavaliere nero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Thomas di Hookton, valoroso arciere inglese, sopravvissuto alla battaglia di Crécy, intraprende per il suo re la ricerca del Santo Graal, che forse in passato è stato custodito dal padre di Thomas.
Le tracce di questo ambìto segreto lo portano prima nell'Inghilterra del nord, devastata dal conflitto con gli scozzesi, e poi nel suo villaggio natale, tra le rovine della casa in cui è cresciuto.
Ma quando il velo di mistero che avvolge la reliquia comincia a sollevarsi, Thomas si ritrova in gravissimo pericolo, perché nella sua ricerca incontra degli spietati rivali pronti a uccidere e torturare.

Il libro è il seguito de "L'arciere del re".
Ordina per
  • 5

    La lettura mi ha coinvolto più del primo episodio, che avevo comunque apprezzato. Come al solito ottima la descrizione delle battaglie e la capacità dell'autore di far vivere l'epoca in cui si svolge la vicenda.

    ha scritto il 

  • 3

    Buono quanto il primo, forse di più.

    A me è piaciuto forse ancor più del primo, che ovviamente era anche in parte di "preparazione".
    Anche se in questa saga Cornwell resta qualitativamente piuttosto lontano da una grande serie come quella dei Re Sassoni o da una ottima serie come quella di Sharpe, pure questi si leggono molto ...continua

    A me è piaciuto forse ancor più del primo, che ovviamente era anche in parte di "preparazione".
    Anche se in questa saga Cornwell resta qualitativamente piuttosto lontano da una grande serie come quella dei Re Sassoni o da una ottima serie come quella di Sharpe, pure questi si leggono molto volentieri.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho trovato questo Il cavaliere nero comunque gradevole, nonostante una trama più confusa e meno credibile rispetto a L'arciere del re. Cornwell scrive bene e riesce a trasmettere senza annoiare tutta la sua conoscenza storica, peccato che ai suoi personaggi manchi qualcosa in termi ...continua

    Ho trovato questo Il cavaliere nero comunque gradevole, nonostante una trama più confusa e meno credibile rispetto a L'arciere del re. Cornwell scrive bene e riesce a trasmettere senza annoiare tutta la sua conoscenza storica, peccato che ai suoi personaggi manchi qualcosa in termini di approfondimento psicologico e credibilità di comportamento. Lettura veloce e adatta agli amanti dei romanzoni d'avventura.

    ha scritto il 

  • 3

    Il Santo Graal, secondo un mito che affonda le radici in epoca lontanissima e che si è poi consolidato nel Medioevo, sarebbe la coppa che Gesù avrebbe usato nell'ultima cena e nella quale avrebbe trasformato il proprio sangue in vino. Questo romanzo storico è il racconto delle mille peripezie e d ...continua

    Il Santo Graal, secondo un mito che affonda le radici in epoca lontanissima e che si è poi consolidato nel Medioevo, sarebbe la coppa che Gesù avrebbe usato nell'ultima cena e nella quale avrebbe trasformato il proprio sangue in vino. Questo romanzo storico è il racconto delle mille peripezie e degli innumerevoli pericoli che il protagonista, Thomas di Hookton, un impareggiabile arciere inglese, deve affrontare e superare per giungere ad impossessarsi di un trofeo tanto agognato e ambito per i poteri magici che gli vengono attribuiti. La sapente ricostruzione degli episodi, della vita e del contesto ambientale, la minuziosa descrizione delle battaglie, delle crudeltà e delle torture dimostrano una notevole padronanza e una grande conoscenza della temperie storica medievale ma la lungaggine di molti passaggi ne fanno un romanzo irrimediabilmente lungo e di pesante lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    BUONO

    Davvero avvincente anche questo secondo capitolo della trilogia dedicata al graal. p.s. ma perchè i traduttori italiani non si fanno i fatti loro e non lasciano i titoli originali???

    ha scritto il 

  • 5

    Molto bello anche il secondo libro, anche se il primo mi è piaciuto di più. Anche in quà sono una costante le guerre tra Francia e Inghilterra. Molto belle le descrizioni delle battaglie e delle strategie. Thomas come personaggio mi piace sempre di più e anche lo scozzese che si aggiunge è un gra ...continua

    Molto bello anche il secondo libro, anche se il primo mi è piaciuto di più. Anche in quà sono una costante le guerre tra Francia e Inghilterra. Molto belle le descrizioni delle battaglie e delle strategie. Thomas come personaggio mi piace sempre di più e anche lo scozzese che si aggiunge è un grande. Il ritorno di William Skeat dopo la battaglia finale del primo libro è molto bello e anche il suo ruolo sino alla fine del libro.

    ha scritto il 

  • 3

    Deludente

    La seconda puntata del super arciere scende di livello rispetto all'esordio: manca oramai anche la sorpresa. La ricerca del sacro graal prosegue accanto a Thomas di Hookton ora troviamo uno scozzese prigioniero di guerra, il padre (francese) della compagna, un medico ebreo, roberto giacobbo e ... ...continua

    La seconda puntata del super arciere scende di livello rispetto all'esordio: manca oramai anche la sorpresa. La ricerca del sacro graal prosegue accanto a Thomas di Hookton ora troviamo uno scozzese prigioniero di guerra, il padre (francese) della compagna, un medico ebreo, roberto giacobbo e ... a no giacobbo non c'é.
    Insomma tutto già letto e quello che non trovate su voyager lo potete trovare nella prima puntata della saga.

    ha scritto il 

  • 3

    Bhè...l'attesa per questo secondo capitolo della saga dell'arciere Thomas era tanta, peccato che la lettura di questo secondo episodio non mi abbia entusiasmato come desideravo. Se ero rimasto affascinato dall'ambientazione storica e dalla narrazione de "L'arciere del re" non posso dire altrettan ...continua

    Bhè...l'attesa per questo secondo capitolo della saga dell'arciere Thomas era tanta, peccato che la lettura di questo secondo episodio non mi abbia entusiasmato come desideravo. Se ero rimasto affascinato dall'ambientazione storica e dalla narrazione de "L'arciere del re" non posso dire altrettanto per questo "Il cavaliere nero". Cosa non ha funzionato? la ripetitività della storia e della narrazione, la monotonia delle battaglie (100 pagine per una battaglia mi sembrano eccessive), le poche novità introdotte rispetto al primo romanzo. Noioso insomma o meglio già letto...credo che a questo punto non affronterò il terzo e conclusivo atto della saga "Alla ricerca del Santo Graal"...non mi interessa più sapere come va a finire...

    ha scritto il