Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il cavedio

By Patrizia Rinaldi,Francesca Bonafini,Mascia Di Marco,Nadia Terranova

(29)

| Softcover | 9788895865478

Like Il cavedio ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il cavedio è un romanzo in cui quattro autrici si confrontano dando voce a quattro distinti personaggi che vanno a comporre un’unica storia fatta d’amore, tradimenti, ricchezze e miserie. Patrizio Zefi, ultrasettantenne napoletano, muore nella sua ab Continue

Il cavedio è un romanzo in cui quattro autrici si confrontano dando voce a quattro distinti personaggi che vanno a comporre un’unica storia fatta d’amore, tradimenti, ricchezze e miserie. Patrizio Zefi, ultrasettantenne napoletano, muore nella sua abitazione il giorno delle sue nozze d’oro. La moglie, la siciliana Floriana Terrasanta, seduta accanto al cadavere ripercorre la loro vita coniugale. Floriana è una persona determinata che ha usato il marito per uscire dalla povertà e dal marchio di pazzia che l’aveva segnata fin dalla nascita. Ma non è l’unica donna di Patrizio. Nel giorno della sua morte fanno i conti con lui anche Marta Benvenuti, colta e fragile poetessa ormai anziana che ricorda la breve vampata di una passione giovanile, e la giovane Elisa Franzin, ex attrice veneta cui Patrizio, ormai nonno, ha devastato la vita lasciandola distrutta d’amore.
Si compone così, nella cornice della storia d’Italia dal dopoguerra ai giorni nostri, il mosaico di un uomo furbo e senza scrupoli in perenne fuga dal dolore, guidato da un cieco desiderio di riscatto sociale e da una soffocata brama d’amore che si risolve in un’irresistibile sensualità grottesca e animalesca.

8 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Quattro donne raccontano tre donne e un uomo

    Quattro donne raccontano la storia di un uomo affascinante quanto egocentrico, amato quanto irrecuperabilmente egoista. Un uomo in grado di trovare mille giustificazioni per il proprio bisogno di prendere, ma cieco e sordo di fronte all'impossibilità ...(continue)

    Quattro donne raccontano la storia di un uomo affascinante quanto egocentrico, amato quanto irrecuperabilmente egoista. Un uomo in grado di trovare mille giustificazioni per il proprio bisogno di prendere, ma cieco e sordo di fronte all'impossibilità di dare.
    Intorno a questo personaggio ruotano le storie delle donne che lo hanno amato o che gli sono state compagne. Donne complesse, forti e caratterizzate da una qualità umana e morale a lui superiore.

    Le quattro autrici si sono occupate ognuna di una parte diversa. Ognuna ha raccontato la storia dal punto di vista di un personaggio. Il risultato è eccellente: equilibrato e perfettamente armonico.
    Le penne si distinguono tra loro ma non litigano e non si sovrastano. Si passano il testimone con gesti precisi. Dividono il palcoscenico senza mai pestarsi i piedi. Danno vita ad un coro che vale assolutamente la pena ascoltare.
    O meglio, leggere.

    Is this helpful?

    Janecole said on Jan 16, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Alti e bassi. Buona tecnica delle quattro, con la Terranova due spanne sopra a tutte, progetto un po' debolino.

    Is this helpful?

    Neuromancer said on Oct 19, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Breve ma intenso.
    L'occhio di bue del cavedio puntato su un uomo la cui esistenza è stata tutta un palcoscenico, la verità nascosta tra fondali sovrapposti e ombre. E le donne, le donne. Protagoniste e antagoniste di tutta una vita. Una storia ben co ...(continue)

    Breve ma intenso.
    L'occhio di bue del cavedio puntato su un uomo la cui esistenza è stata tutta un palcoscenico, la verità nascosta tra fondali sovrapposti e ombre. E le donne, le donne. Protagoniste e antagoniste di tutta una vita. Una storia ben costruita, uno stile interessante, l'approccio in 2° persona fresco e coinvolgente.
    Unico neo, la scarsa differenza di "colore locale" nello stile e nella voce delle tre donne, quando invece la parte di Patrizio è così ben delineata, anche nella sintassi e nella lingua.

    Is this helpful?

    Zisa said on Aug 28, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Acquistato con la curiosità di leggere un libro scritto a quattro "voci"...pensavo di trovare o meglio di intuire più anime e più linguaggi.
    L'idea non male (ma non nuova) è quella di far scrivere una sorta di memoriale alle donne che Patrizio, moren ...(continue)

    Acquistato con la curiosità di leggere un libro scritto a quattro "voci"...pensavo di trovare o meglio di intuire più anime e più linguaggi.
    L'idea non male (ma non nuova) è quella di far scrivere una sorta di memoriale alle donne che Patrizio, morendo, lascia.
    Peccato il tono un po' piatto

    Is this helpful?

    Bucaneve said on Aug 3, 2011 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Quanta femminilità in questo libro! Che leggi d'un fiato fino alla fine e ti accorgi di essere un po' Floriana, un po' Marta, un po' Elisa... Ma perché noi donne amiamo così tanto i mascalzoni?

    Is this helpful?

    Rosaria said on Aug 1, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Quattro voci in un cavedio

    Tre donne, tre storie, tre passioni, tre stili e tre linguaggi. E un uomo. Morto, che le ha lasciate tutte in qualche modo vedove. Di fatto. Di sentimenti. Di ricordi.

    Quattro autrici (Nadia Terranova, Francesca Bonafini, Mascia Di Marco e Patrizia ...(continue)

    Tre donne, tre storie, tre passioni, tre stili e tre linguaggi. E un uomo. Morto, che le ha lasciate tutte in qualche modo vedove. Di fatto. Di sentimenti. Di ricordi.

    Quattro autrici (Nadia Terranova, Francesca Bonafini, Mascia Di Marco e Patrizia Rinaldi; l’idea del romanzo è proprio di Patrizia) si misurano ognuna con un monologo in cui confessano all’uomo che hanno amato e che in qualche modo le ha tradite tutte con cinismo e altezzosità, nell’amore e nei principi, il loro punto di vista su di lui e sulla vita che forse lui stesso non ha avuto mai l’umiltà di ascoltare.

    Se vi state chiedendo cosa sia un cavedio, guardate bene la foto della copertina del libro e immaginate uno di quei punti luce, piccoli cortili entro cui rimbombano i rumori, le parole, a volte i pensieri dei palazzi.
    E questo romanzo è una voce unica che rimbomba in questo cavedio, creando assonanze e distorsioni, nelle storie, nei punti di vista.

    Nella vita di Patrizio Zefi – che nel romanzo ha la voce di Patrizia Rinaldi – ci sono state ben più delle tre donne “narranti”: Delle femmine ho avuto quello che ho voluto, quello che mi serviva e pure il lusso del soverchio che non guasta. Sciupafemmine cinico e opportunista, che fa del suo piacere l’unica ragione di vita, nonostante tutto non rimane solo sul letto di morte e viene idealmente circondato da Floriana Terrasanta (moglie siciliana che ha scelto perché era la più sfigata del paese, all’apparenza), Marta Benvenuti, scrittrice e sposata ed Elisa Franzin, giovane attrice da sfoggiare. Il canto a quattro voci risulta melodico e ben articolato e garantisce al romanzo uno andamento scorrevole, punteggiato da passaggi intensi e stilisticamente importanti. Ogni donna rappresenta un tipo di amore, di passione – non solo verso l’oggetto del desiderio – e un linguaggio diverso, che per il lettore è un piacere scoprire, centellinarsi, scandagliare e rileggere, dopo aver ascoltato, sul finale, il punto di vista del maschio.
    Diverse nel rapporto con lui e nello stile di vita, rappresentano tre romanzi nel romanzo.
    Floriana Terrasanta si deve fare conca, per lasciare spazio ai ricordi, uno chiama l’altro come i grani del rosario; con lei scorre la vita accanto a un uomo che l’ha sposata per calcolo (Mi prendevo una femmina da poco, me la mettevo dentro casa, le facevo fare una carrettata di figli e lei, a coda vascia, mi avrebbe custodito dallo schifo…); scorrono gli anni di piombo, la guerra, un periodo buio per l’Italia. I ricordi si susseguono come un fiume in piena, come la litania ipnotica di un rosario; come se Floriana, remissiva e sottomessa, sfogasse tutta la sua personalità adesso che il marito è morto. Donna forte, che prima di uscire di scena, accetta meno volentieri il tradimento di un ideale che d’amore. È l’amore tenero, fino alla fine e nonostante tutto (Oggi fanno cinquant’anni precisi. Va bene, mi metto vicino, come mi hai chiesto tutte le sere della mia vita… E allora vieni qua che voglio darti un bacio).

    Marta è l’amore da ostentare, è la poetella nennella da tenere stretta ai fianchi mentre si cammina per strada, per dichiararne il possesso; lei, sposata a un uomo che valorizza la sua passione per i libri e coltiva la sua predisposizione per la scrittura – e chiude un occhio davanti ai miei diversivi amorosi – e innamorata di un poco di buono a cui scrive dopo cinquant’anni confessando la sua debolezza, spogliando la sua anima ferita di fronte a lui, adesso che non c’è più e non può approfittarne prendendosi gioco di lei.

    Elisa è la giovane donna di cui vantarsi con gli amici, l’attrice da ostentare. Lei che recita sul palco, nasconde la sua identità, ed è costretta a nascondersi nella stanza spersa in mezzo alla campagna dove eri solito nascondermi agli occhi di tua moglie. La ragazza che ha grandi sogni, che racconta la sua passione per il teatro e appare follemente innamorata delle scene e di contro soffre un amore corrisposto ma proibito. Recita anche con se stessa, vorrebbe raschiarsi via dalla testa quel bacio, ma non ci riesce; si sforza di non cercarlo e soffre.

    Quattro storie, quattro narrazioni che vanno al di là dell’amore, delle relazioni, della storia che ruota attorno ai quattro personaggi e coinvolgono tutti, raccontando con intensità pezzi di vissuto, emozioni e sensazioni da cui ci si stacca a fatica una volta finito il romanzo.

    Le loro voci, chiuso il libro, rimbombano ancora nel cavedio.

    Is this helpful?

    frailibri said on Jul 1, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (29)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Softcover 126 Pages
  • ISBN-10: 8895865472
  • ISBN-13: 9788895865478
  • Publisher: Fernandel
  • Publish date: 2011-06-22
Improve_data of this book